La cinica Italia di Conte cerca di staccare il pass per Euro2016 con una gara d’anticipo

La cinica Italia di Conte cerca di staccare il pass per Euro2016 con una gara d’anticipo

Statistiche e curiosità di Azerbaijan-Italia

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

L’Italia affronterà l’Azebaijan per la quarta volta. In generale i precedenti con gli azeri sono decisamente positivi, visto che gli azzurri hanno sempre vinto nelle 3 gare disputate, segnando, complessivamente, 8 reti e subendone solo una (su autorete di Chiellini, tra l’altro, in occasione dell’ultimo incrocio disputato esattamente un anno fa, cioé il 10 ottobre 2014, dove la squadra di Conte si impose 2-1 grazie ad una doppietta realizzata proprio dal difensore juventino).
La Nazionale italiana giocherà a Baku per la seconda volta. Il primo, ed unico precedente, risale al 7 settembre 2002: Azerbaijan-Italia 0-2.

Nella classifica del girone H l’Italia ha 18 punti e si trova al primo posto davanti alla Norvegia (seconda a 16 punti) e alla Croazia terza a quota 14. La Bulgaria, quarta ad 8 punti, può ancora alimentare una flebilissima possibilità di agguantare proprio la Croazia al terzo posto (grazie al quale potrebbe poi disputare la fase eliminatoria a novembre).
L’Italia, che con un successo sarebbe qualificata alla fase finale con una gara d’anticipo, fa parte delle sole 5 nazionali (insieme a Galles, Inghilterra, Romania ed Austria) attualmente imbattute nei gironi eliminatori su 53 partecipanti in totale, anche se va evidenziato il fatto che la media dei gol segnati a partita della squadra di Conte (1,38), sia una delle peggiori fra le squadre che guidano i gruppi eliminatori (come del resto è la differenza reti, con uno striminzito, ma quanto mai cinico, +6).

Interessante notare come l’Italia sia imbattuta nelle trasferte nelle gare valide per le qualificazioni per i campionati Europei da 14 gare (dove gli azzurri hanno conseguito 10 vittorie e 4 pareggi).
Ricordiamo, inoltre, che l’ultima sconfitta dell’Italia in una gara valida per le qualificazioni ad un campionato Europeo, risale al 6 settembre 2006 (Francia-Italia 3-1). Dopo quella gara la Nazionale italiana ha conseguito 28 risultati utili positivi nelle successive 28 gare valide per le qualificazioni ad un Europeo (con un bilancio di 22 successi e 6 pareggi).
Quella contro la Francia, è anche l’unica sconfitta patita dall’Italia nelle ultime 35 gare sostenute per le qualificazioni alle fasi finali degli europei (cioé dal 29 marzo 2003), con il seguente bilancio: 26 vinte, 8 pareggiate ed una persa.
In generale ricordiamo che la nazionale azzurra ha un’ottima tradizione nelle gare valide per le qualificazioni alle fasi finali degli europei, in quanto ha vinto ben 72 dei 116 incontri disputati (ossia il 62%), mentre ha perso solo 14 volte (12% sul totale).

Antonio Conte, in Azerbaijan-Italia, guiderà la Nazionale azzurra per la 13° volta e cercherà di centrare l’ottavo successo da tecnico azzurro, oltre che restare imbattuto nei confronti validi per manifestazioni ufficiali. Sarà la settima gara che l’Italia disputerà nell’anno solare 2015, in cui ha coseguito 2 vittorie, 3 pareggi ed una sconfitta. Sicuramente da sottolineare il fatto che le ultime 4 vittorie ottenute dall’Italia allenata dall’ex tecnico bianconero siano arrivate col minimo sforzo (cioé 1-0 due volte contro Malta ed una volta contro Albania e Bulgaria). L’ultima vittoria dell’Italia con almeno due reti segnate risale ad un anno fa, il 10 ottobre 2014, proprio contro l’Azerbaijan nella gara vinta 2-1 disputata sempre a Palermo.
Da evidenziare il fatto che, nelle ultime 9 gare, l’Italia sia riuscita a segnare più di un gol (due per la precisione) solo il 28 marzo scorso in occasione di Bulgaria-Italia 2-2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy