E Campi Bisenzio? La Fiorentina si chiede se i tifosi siano pronti. E Rocco parlerà alla città

E Campi Bisenzio? La Fiorentina si chiede se i tifosi siano pronti. E Rocco parlerà alla città

La terza via al momento è tutta da tracciare

di Redazione VN

Secondo Rocco Commisso (inviperito per via delle difficoltà riscontrate a Firenze, LEGGI), il sindaco Nardella dovrebbe favorire lo spostamento del nuovo impianto verso luoghi come Campi Bisenzio, ma così non è. Inoltre, un problema non di poco conto è rappresentato dalla volontà dei tifosi: i vertici viola, in sostanza, si chiedono se la tifoseria sia pronta a trasferirsi fuori dal proprio Comune. Mai Rocco vorrebbe andar contro al volere di quello che è il suo popolo. La sensazione è che presto il presidente parlerà a cuore aperto ad una città nella quale è arrivato per volare in alto, ma che potrebbe trovarsi a dover lasciare per l’impossibilità di farlo. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

Caricamento sondaggio...

Da Agudelo a Sottil: gli invisibili sono diventati indispensabili

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 3 mesi fa

    Da quanto tempo è che dico “Tutti a Campi?”. È inutile costruire stadi altrove, il posto giusto è Campi senza se e ma.
    Poi volevo dire, fondamentale fare l’inverso di quello che dicono i politici fiorentini, loro di calcio hanno saputo sempre poco men che mai di infrastrutture.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antani - 3 mesi fa

    Secondo me bisogna ragionare bene sulla questione stadio e su Rocco, senza farsi prendere dalla pancia. Tutti vorremmo una grande Fiorentina con stadio bello, che lotta in Europa ecc..ma questo legittimo desiderio non può farci dimenticare della realtà. Che i problemi esistono, a cominciare dalla famosa burocrazia che in assoluto non lo è. Le regole servono perchè siano rispettati i diritti di chi costruisce e di chi abita la città. Che poi siano troppo stringenti o meno è un altro paio di maniche, ma chiedere tuot court di baipassarle perchè noi vorremmo una viola super è sbagliato. Noi siamo tifosi ma anche cittadini e dovremmo occuparci delle conseguenze delle azioni. Faccio l’esempio Franchi, nessun problema per un nuovo stadio, ma cmq la si pensi se lo si fa lo stadio Franchi andrà gestito, ripeto cmq la si pensi è un problema da prendere in considerazione. Quindi bisognerebbe essere prudenti perchè Rocco, bravissimo imprenditore molto più illuminato di altri, ma alla fine ci ricatterà, perchè lui nella sua fantastica Amerika siccome ha i soldi può fare tutto, pretenderà di poterlo fare anche qui credendo di arrabbiarsi legittimamente, ma a mio avviso no è così. Lui come i Dv i guadagni che farebbe con brand Firenze non li farebbe in altri posti, sennò basta andare in posti esotici dove spazio ce n’è quanto vuole. Firenze è Firenze perchè c’è la cultura , l’arte ecc che piaccia o no ha bisogno di quelle regole di convivenza per esser rispettata che vorremmo tutti, forse ubriacati dal nostro tifo e passione Viola dimenticare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 3 mesi fa

      Si ok, ma con queste regole firenze resterà sempre grande com’è adesso. E infatti è una città a crescita volumetrica zero (per legge se non sbaglio) da diversi anni.
      Secondo questa logica, dovevamo stare ancora dentro le mura, i viali non ci sarebbero e tutto il resto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. kk53 - 3 mesi fa

      Pertiamo da un concetto semplice,un imprenditore vuole fare una nuova struttura
      gli segano le ali sull’attuale collocazione per un restiling,cosa si potrebbe
      fare al Franchi ben poco per farlo essere e divenire uno stadio moderno dove una
      donna se ha la necessità di usare una toilette non debba stare in apnea per tutto il tempo,il merciandising dove,come,non si può, Mercafir hanno giocato al rialzo come i giocatori di poker,quindi fuori,fuori da Firenze anche per far capire a chi di dovere che il cittadino viene prima di qualsiasi politicante!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tato - 3 mesi fa

    Se…. Commisso dovesse davvero lasciare, allora abituiamoci all’ifea dell’abbandono fel Franchi perché credo che avremmo squadre del valore di quella dell’ultimo anno dei DV. Io non verrò allo stadio per vedere una squadra che non tira in porta neanche con le mani. E penso che molti altri, come già dimostrato dal calo di spettatori, mesi orsono, faranno altrettanto. Inoltre penso che sarebbe la morte della Fiorentina, perché capita l’impossibilità di fare qualsiasi cosa, nessun altro vorrà investire per acquisirne la proprietà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-2073653 - 3 mesi fa

    Vai libero a Campi Rocchino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lore97 - 3 mesi fa

    Ah Commisso vuole andarsene? Domani ci direte che compra la Reggina? Venvia corriere fate festa, sta quarantena non vi ha fatto tanto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. stadio nuovo - 3 mesi fa

    Se per colpa di pochi anche se influenti Firenze si lascia scappare quest’ultima possibilità di avere uno stadio dove ci si gode tutti e non solo quelli di tribuna uno spettacolo allora rasegniamoci a vivacchiare tutti gli anni a metà classifica senza più speranza di ritornare a vincere qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy