Vlahovic brilla a NYC, Montella ha avuto le sue conferme

La tournèe americana è giunta al termine, è arrivato il momento di tirare le somme

di Alessandro Lilloni, @AleLilloni
Vlahovic

In attesa della definizione dei primi importanti colpi di mercato, Montella ha cercato di trarre il massimo da questa esperienza negli Stati Uniti. Il tecnico campano ha fatto di necessità virtù utilizzando la tournèe per valutare alcuni dei giovani a disposizione. Dopo Chivas ed Arsenal, anche la partita contro il Benfica è passata ed ha dato i suoi verdetti. Sicuramente colui che ne esce meglio è Dusan Vlahovic, il giovane attaccante serbo ruba sempre l’occhio per impegno ed etica del lavoro risultando uno di quelli che fatica più duramente in allenamento. Se a questo riesce ad affiancare prestazioni come quella di ieri, sarà davvero difficile non vederlo in campo in un futuro prossimo. Dopo la straordinaria traversa colpita durante la seconda partita di ICC, contro il Benfica ha finalmente messo il suo nome a referto.  GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

Addentrandoci tatticamente nella sfida, nella sua posizione centrale è riuscito ad avere una doppia funzione, quella di finalizzatore e quella di fulcro del gioco. In una Fiorentina ancora discontinua in fase di palleggio e costruzione della manovra, molto spesso grazie al suo fisico ed alla sua intelligenza tattica è riuscito a far salire la squadra, smistando palloni ai compagni di reparto. La domanda un po’ provocatoria che ci poniamo è, se come più volte ribadito da Pradè e Montella esiste la volontà di rilanciare Simeone, quali effetti può avere l’inserimento di un ulteriore punta titolare in organico? Sia l’argentino che Vlahovic per continuare il loro percorso di crescita necessitano di minuti, la convivenza dei 3 sarebbe difficile con soltanto campionato e Coppa Italia in calendario. In merito coesistono diverse opinioni, c’è chi approva l’abbondanza ritenendo la concorrenza un fattore propedeutico, tuttavia il rischio di ulteriore svalutazione per Simeone persiste.

Negli altri reparti i giovani maggiormente celebrati sono Ranieri, Castrovilli e Sottil che ieri notte hanno raccolto gli elogi di Montella e Pradè. Incerta la loro permanenza in prima squadra, ma anche se dovessero partire in prestito il loro addio avrebbe più le sembianze di un arrivederci, il potenziale per vestire la maglia viola c’è ampiamente.

VIDEO – Gli highlights di Fiorentina-Benfica 1-2. Vlahovic c’è, che errore Benassi! Viola puniti al 93′

ICC 2019 – Al ManU il “derby” inglese. Fiorentina migliore italiana. Risultati e classifica

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. el_sup - 2 anni fa

    Titolahovic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mops - 2 anni fa

    Ma quale rischio svalutazione Simeone! Al giorno d’oggi la valutazione del cholito rasenta lo 0. Mi dispiace per lui, perchè è un ragazzo volenteroso, e darebbe anche l’anima per la sua squadra! Ma l’impegno conta poco nel calcio, se non hai un minimo di nozioni su tecnica e tattica calcistica! Ora mi domando! Ma se nemmeno Simeone sr. lo vuole nella sua formazione. Un motivo ci sarà, oppure no?????? Dispiace dirlo, ma abbiamo buttato nel css svariati mil di €!!!!!! sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mops - 2 anni fa

    Questo brilla anche oltre NY. Questo se gioca almeno 30 partite, supera alla grande quota 15! Accetto scommesse anche importanti! sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Schicchi - 2 anni fa

    Vlahovic titolare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Venuti – Bocciato
    Ranieri -Promosso
    Castrovilli – Promosso
    Cristoforo – Da non vedere più
    Saponara – Promosso
    Vlahovic – Promosso con lode
    Sottil – Promosso
    Terzic – promosso
    Biraghi – Vedi Cristoforo
    Simeone – Da rivedere e parecchio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy