Come cambia tatticamente la Fiorentina da Pioli a Montella

Come cambia tatticamente la Fiorentina da Pioli a Montella

Vi proponiamo un’analisi grafica delle posizioni in campo della Fiorentina in versione Montella rispetto a quella di Pioli

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

Vincenzo Montella non ha certo la bacchetta magica e dopo l’impegno ravvicinato rispetto al suo arrivo contro il Bologna, sabato abbiamo visto un abbozzo di come potrebbe crescere la sua Fiorentina in questo finale di campionato e, si spera, di Coppa Italia. Abbiamo preso in esame la trasferta di Roma sotto la gestione Pioli (2-2) e la gara contro la Juventus. Due partite in trasferta contro avversarie sicuramente superiori per cattura tecnica alla Fiorentina, Cominciamo esaminando la posizione media in campo bel primo tempo delle due gare. Notiamo un baricentro più arretrato della Fiorentina di Montella nonostante che poi sia stata molto pericolosa.Altra differenza la maggiore compattezza del centrocampo per vie centrali supportato anche da Mirallas spesso costretto a difendere. Con Pioli a guardia della difesa c’era mediamente una coppia (a volte un solo uomo), con Montella c’è più filtro. Infine la posizione ravvicinata delle due punte anche se quella di Chiesa è viziata dai continui cambi di posizione.

media

E vediamo adesso la fase di non possesso; salta agli occhi il 4-4-2 di Montella contro il 4-3-1-2 proposto a Roma da Pioli. Difesa più stretta e centrocampo compatto a formare due linee ordinate che la Juventus ha superato con una certa difficoltà contro un rombo certamente più offensivo proposto all’Olimpico da Pioli. Altro cambio abbastanza evidente è rappresentato dalla posizione di Benassi passato da incursore di destra (sparito con Montella) a mezzala sinistra con minor licenza di attaccare.

nonposs

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ViolaLuke - 8 mesi fa

    Nessun commento per questa analisi del nostro Direttore.
    Eppure l’articolo è decisamente molto interessante, e coglie con estrema correttezza alcune modifiche nel “modo di stare in campo” di Montella.
    Tre osservazioni:
    – con Montella c’è più densità a centrocampo e i giocatori sono messi nel loro ruolo.
    – un plauso grande a Pestuggia, a cui non ho risparmiato critiche in altre occasioni: parla di “calcio”! Ed è questo di cui abbiamo bisogno ora.
    – ovviamente, per altri, se non ci sono critiche esasperate contro la società, l’articolo risulta non interessante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 8 mesi fa

      Grazie Luke scrivere di calcio è la cosa che preferisco, ma i lettori spesso amano altro. Me ne faccio una ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. antonio capo d'orlando - 8 mesi fa

      Hai perfettamente ragione. Non si commenta mai una disamina tattica. Si fà sempre polemica e ciò mi fa capire il livello del tifoso medio. Forza Viola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy