Ag. Dragowski a VN: “Nessuna rivincita, ma che parata su Lasagna! A Empoli era diverso”

Ag. Dragowski a VN: “Nessuna rivincita, ma che parata su Lasagna! A Empoli era diverso”

Le parole di Mariusz Kulesza: “Giocare nella Fiorentina non è come giocare nell’Empoli. Serve mantenere la concentrazione molto alta”

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Un’estate passata tra l’addio e la conferma, poi l’inizio di stagione convincente a scacciare via i brusii di chi non riusciva a vedere in lui nient’altro che una scommessa troppo rischiosa. Bartłomiej Dragowski si sta lentamente prendendo la Fiorentina, partita dopo partita, parata dopo parata. Nei giorni scorsi avevamo già posto l’accento sui passi in avanti del portiere polacco (LEGGI). “Troppo facile fare bene quando non hai la possibilità di far calare l’attenzione”, gli rimproveravano dopo i sei mesi da protagonista assoluto trascorsi con la maglia dell’Empoli.

Ieri, dopo la parata decisiva di due settimane fa su Caprari, è arrivata un’altra bella risposta: il miracolo su Lasagna è da incorniciare. E soprattutto vale i tre punti. Mariusz Kulesza, agente di Dragowski, ha commentato a Violanews.com il momento attraversato dal suo assistito: “Ho visto l’intervento di ieri fatto da Bart, una parata incredibile. Giocare nella Fiorentina non è come giocare nell’Empoli. Focus e concentrazione sono molto importanti durante la gara. Dragowski – spiega il procuratore – subisce meno tiri ma deve farsi trovare meno pronto. Penso che col tempo farà vedere sempre più salvataggi come quello di ieri. Questo inizio di stagione non è una vendetta nei confronti di coloro che hanno dubitato delle sue qualità, vuole solo mettersi alla prova”.

Lasagna: “Che miracolo Dragowski. Io accostato alla Fiorentina? Non penso al mercato”

Tre Fiorentina in una: il percorso tattico di Montella prosegue e apre le porte a scenari interessanti

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mauro65 - 1 mese fa

    Sottoscrivo, grande Drago, non sopportavo le critiche delle prime partite, dove si andava a analizzare il pelo nell’uovo. Questa nostra ipercriticita’ condiziona in peggio le prestazioni dei nostri giocatori. Lasciamo lavorare Montella e i ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mops - 2 mesi fa

    Grande Drago! Sempre creduto in lui….. sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy