Ribery ed i suoi fratelli: ingaggi impossibili? Non per Pradè

Ribery ed i suoi fratelli: ingaggi impossibili? Non per Pradè

Il lavoro ai fianchi del direttore sportivo viola: Ribery passa dagli 8 milioni a stagione percepiti al Bayern Monaco ai 4 più bonus garantiti dalla Fiorentina

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Ora c’è anche il nero su bianco a sancire il passaggio di Frank Ribery alla Fiorentina. Quasi un mese di lavoro ai fianchi del giocatore e del suo entourage per limare le richieste economiche sull’ingaggio, partendo dalla cifra monstre percepita dal francese fino a due mesi fa: 8 milioni di euro a stagione. Difficile guadagnare tanto a 36 anni senza emigrare nella periferia del calcio, ma scendere fino ai circa 4 milioni più bonus di cui si parla in queste ore significa lo stesso mettere a segno un buon affare. Almeno sulla carta, aspettando il responso del campo.

Non è la prima volta per Daniele Pradè, che durante la sua prima esperienza a Firenze ha realizzato più di un capolavoro se pensiamo al tetto ingaggi fissato dai Della Valle. E’ il caso di Alberto Aquilani, arrivato a Firenze nell’estate 2012 a cifre estremamente vantaggiose per la Fiorentina: buonuscita dal Liverpool da 4,8 milioni (di cui 2 pagati dalla società viola) e stipendio che passa da 4 a 1,7 (1,8 il terzo anno). Un’operazione niente male per un giocatore di 28 anni, nel pieno della maturità.

Degno di nota anche l’arrivo nel 2013 di Joaquin, allora 31enne: costo del cartellino abbattuto a 3-4 milioni, ingaggio di 1,3 a stagione. A Malaga ne guadagnava circa 4. Infine Mario Gomez. La delusione per il flop tecnico fu bruciante, ma portare dal Bayern alla Fiorentina un giocatore di quel calibro, a 28 anni, in quel preciso momento della sua carriera, non fu un’impresa banale. Il suo stipendio (più o meno 4,2 milioni l’anno) si rivelò un salasso per le casse viola, ma solo in relazione alla resa sportiva. Oggi è il turno di Ribery. Età, prospettive e costi diversi, ma stesso grande lavoro sull’ingaggio. I 4 MILIONI DI RIBERY? LA FIORENTINA E L’ASSIST DEL DECRETO CRESCITA

“Vi racconto l’ultima stagione di Ribery, qualche acciacco e partite strepitose”

Pedullà: “I dettagli per Ribery. Ora sotto con Berardi e Suso, budget di 25 milioni”

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. glover_3713546 - 3 mesi fa

    Pradè sempre detto e pensato che è di due categorie superiori a Corvino, … che può andare bene a Casarano e Lecce, ma non a Firenze e Bologna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsineee - 3 mesi fa

    Io sono contento che arrivi Ribery. Tutte le chiacchiere sui soldi sono inutili. Non sono soldi nostri quindi non capisco tutto l’interesse. L’investimento su FR7 si paga da solo se i giocatori valgono io doppio il prossimo anno! Se nel frattempo si vince qualcosa anche meglio. Comunque mezzo voto in meno per il Monza se viene Ribery è ampiamente recuperato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Ancora stiamo qui a parlare di Corvino che, come tutti i DS ha fatto cose buone e meno buone. Ha comprato e venduto i giocatori in base a quello che i Della Valle mettevano a disposizione. Comunque con tutte le cavolate che ha fatto, specialmente con i giovani c’è da dire che Dragowsky, Milenkovic, Pezzella, Ranieri, Biraghi, Veretout e qualcun altro li ha portati lui e qui male non ha fatto. Ma poi……. non capisco perché ancor ci guardiamo indietro mentre occorre sempre andare avanti. Lasciate Corvino in Puglia e pensiamo a Rocco e Pradè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Alle volte su questo blog ci mandiamo tutti a quel paese perché ci diciamo l’un altro che non capiamo niente di calcio. Se può essere di consolazione basta leggere i giudizi che i vari addetti ai lavori danno sull’acquisto di Ribery per consolarci del fatto. Probabilmente noi siamo dei fini intenditori rispetto a chi mastica calcio come mestiere. Si va dal “danno” al “favoloso” scegliete voi gli interpreti ma una cosa è chiara ed è che il calcio è troppo soggettivo e che tutti e nessuno sono esperti o incompetenti. Comunque peggio dei giornalisti è difficile fare anche volendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ViolaBelugi - 3 mesi fa

    Chiamarono Corvino per riparare ai danni fatti al bilancio da Pradé… Se investi in giovani talenti puoi sperare di fare plusvalenze, se strapaghi giocatori in fade calante, anche se svincolati, aumenti i costi di esercizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 3 mesi fa

      Leggere sotto e controllare il respiro e anche il calcio tornerà ad assomigliare ad un gioco e sempre meno ad un’assemblea tra soci finanziatori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 3 mesi fa

        Concordo. Corvino fu chiamato come liquidatore, non per ripianare i danni di pradè che fece degli ottimi risultati sportivi, tagliati solo appunto dal blocco totale agli investimenti in favore delle plusvalenze
        E’ bene non deformare la realtà, la fiorentina degli ultimi anni era diventato un libro contabile, il fatto che poi c’erano dei giocatori che scendevano in campo era un dettaglio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ViolaBelugi - 3 mesi fa

          I risultati sportivi erano buoni, quelli economici un po’ meno. E la piazza ribolliva perché la Fiorentina arrivava solo q

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. ViolaBelugi - 3 mesi fa

          I risultati sportivi erano buoni (come buoni erano stati risultati di Corvino negli anni di Prandelli), quelli economici un po’ meno. E la piazza ribolliva perché la Fiorentina arrivava solo quarta e non andava mai in Champions. i DDV si stufarono definitivamente e Corvino 2 arrivò con il mandato di fare plusvalenze e abbassare il monte ingaggi per far tornare i conti senza ulteriori investimenti. Primo anno sportivamente discreto, il secondo sappiamo come è andata. Lo scorso anno Corvino sbagliò in pieno la campagna acquisti. Ma solo l’anno prima portò Milenkovic e Veretout per pochi euri. Comprare e non a buon mercato Pulgar, Badelj e Lirola che giocavano da anni a non più di 200 km. da Firenze non richiede una gran scienza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ViolaBelugi - 3 mesi fa

        Un gioco costoso. Se ci sono soci che ripianano le perdite, ok (nei limiti imposti dal fair play finanziario) altrimenti ci si risveglia in C2. Non sono passati neanche vent’anni… P.S.: ma Vlahovic e Montiel li abbiamo trovati sotto un cavolo o li ha comprati qualcuno?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. andrea - 3 mesi fa

          Se io te compriamo quaranta calciatori, esistono buone probabilità che un paio le azzecchiamo. Oppure ti sei già dimenticato che l’anno passato ci siamo salvati all’ultima giornata. Quando si fa un’analisi bisognerebbe guardare alla totalità della cosa, vederne gli effetti e valutarne i risultati. Prendere come riferimento due ragazzini, che oltretutto hanno ancora tutto da dimostrare, senza valutare tutto il resto è assurdo. Oppure si è in malafede. Saluti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. glover_3713546 - 3 mesi fa

          Si, li ha portati Ramadanj.. Corvino non sapeva neanche chi fossero… Il Partizan Belgrado che ci ha portato Jovetic, Ljaijc, Milenkovic e Vlahovic è di proprietà di Ramadanj, visto che è un azionista

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Lilloneviola - 3 mesi fa

      legga le dichiarazioni fatte da Commisso non più tardi di ieri, un imprenditore ragiona come lui, può andare bene o male, si chiama rischio di impresa… “le nozze coi fichi secchi un si fanno”…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. murdock - 3 mesi fa

      davvero c’è qualcuno che sta tifando per il pareggio di bilancio? Siamo arrivati a questi livelli!? Voglio precisare che non sono uno stolto, so che avere una situazione economica non sana porta per forza a dei guai e che non sono un grande estimatore dei 36’enni in generale ma iniziare a glorificare Corvino dopo appena 2 mesi… anche no!

      FVS

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. andrea - 3 mesi fa

    Non riesci ad abbandonare i libri contabili? Lo so! È dura dopo 17 anni di addestramento cognigniano, su plusvalenze e tetto ingaggi è dura. Tra due anni tutto sarà passato, tranquillo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 3 mesi fa

      Ahah hai ragione deformazione dellavalliana. Ma un occhio è sempre bene darcelo 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. batigol222 - 3 mesi fa

    Ho fatto un rapido conto sul costo di Ribery paragonato a quanto ci costò Mario Gomez: premesso che le due operazioni non c’entrano niente l’una con l’altra, Gomez arrivò per essere IL bomber, quello che ti fa svoltare e l’obiettivo era andare in champions con certezza. Adesso Ribery viene per alzare il tasso di esperienza della squadra e dare la possibilità anche a Chiesa di migliorare (al momento è lui che cresce i giovani e nessuno che cresce lui). Non ci sono tutte queste aspettative su Ribery come c’erano per Gomez.
    Detto questo la parte puramente economica, per quello che si sa al momento:

    Ribery prenderebbe 4 milioni a stagione x2 stagioni con tassazione al 50%, quindi va preventivato un costo totale di 12 miloni (4×2 netti + 2×2 di tasse).

    Gomez costò circa 15 milioni di cartellino, e 4.2 milioni di ingaggio netti x4 anni, con tassazione al 100%. Il costo totale che gravava sulla fiorentina era di quasi 50 milioni (4.2×4 netti + 4.2×4 di tasse + 15 del cartellino).

    L’operazione Ribery è molto più sostenibile di quella legata a Mario Gomez (rischio di 12 milioni contro uno da quasi 50), con aspettative diverse e molte meno pressioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Devi solo correggere l’ingaggio che pagava la Fiorentina che era di 3,250 il resto veniva pagato dagli sponsor.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. glover_3713546 - 3 mesi fa

      E scrivi anche che Maxi Olivera tra cartellino (5 milioni) e ingaggio lordo per i 4 anni che è qui, costa più di Ribery… per non parlare di Thereau e Cristoforo o Eysseric

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CippoViola - 3 mesi fa

    Tutto bellissimo, viva Ribery. Ora però cerchiamo uno alla Berge per piacere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea - 3 mesi fa

      Dimmi che te conoscevi Berge prima di sentirlo nominare da un Pedullà qualsiasi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 3 mesi fa

        Cosa centra adesso se conoscevo Berge? Ci serve un profilo come il suo, rispetto a quello di Ribery, ne sei consapevole o no?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. andrea - 3 mesi fa

          No, perché non lo conosco e nemmeno tu ne hai conoscenza

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. CippoViola - 3 mesi fa

            Se non lo conosci è un problema tuo (come diceva il mago di vernole). Il fatto è che se lo conoscessi ti renderesti conto che ci serve e parecchio uno come lui e credimi molto più di Ribery che è bene che sia arrivato ma non risolve il grave problema che abbiamo a centrocampo.

            Mi piace Non mi piace
  9. damci - 3 mesi fa

    peccato che per gli effetti di queste roboanti operazioni e l’innalzamento conseguente sul monte ingaggi,la viola accumulò debiti che per qualche anno hanno pesato sulle casse,vista anche la sopravvenuta indisponibilità dei DDV a rifinanziare direttamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ivo - 3 mesi fa

      Il problema di quella squadra era che non c’erano giovani da rivendere per fare plusvalenze. Oggigiorno, visti i prezzi folli del mercato (il fatturato delle medio-piccole rimane invece stazionario), è quasi impossibile pensare di fare mercato senza prima vendere. Una squadra deve sempre avere qualche giocatore relativamente giovane da poter all’occorrenza rivendere. Da questo punto di vista siamo abbastanza coperti, abbiamo Chiesa che è un assegno circolare di una 70ina di mln. Milenkovic un 30ina li vale. Tra Sottil, Montiel e Vlahovic credo che almeno uno esploderà definitivamente quest’anno.
      Poi se si fa una bella stagione tutti i giocatori si rivalutano. Se si dovesse arrivare in Europa League per Milenkovic puoi chiedere anche 45/50 mln.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy