Montella style, bis complicato. Aspettando il mercato e i due acquisti (e mezzo)…

Montella style, bis complicato. Aspettando il mercato e i due acquisti (e mezzo)…

La probabile rivoluzione estiva potrebbe essere una buona occasione per plasmare un centrocampo più vicino alle esigenze tecniche di Montella

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Guardi il centrocampo della Fiorentina di oggi, con Dabo, Benassi, Edimilson, Veretout e Gerson, poi quello della Fiorentina di sei anni fa, con Pizarro, Borja Valero, Aquilani più Mati Fernandez e Romulo in panchina, e capisci subito che il Montella style che caratterizzò la prima avventura dell’Aeroplanino a Firenze non sarà replicabile. Oltretutto, come ammesso ieri in sala stampa dallo stesso Montella, non c’è tempo per gli stravolgimenti: tutto rimandato a fine stagione, quando attraverso il mercato si potrà rimescolare le carte in gioco. Provando (con gravi difficoltà) a mettere per un attimo da parte i dubbi sulle qualità dei mazzieri ed i punti interrogativi sulle volontà di chi li stipendia, è possibile fare qualche considerazione sul futuro. Partendo dalla probabile rivoluzione estiva che coinvolgerà anche la mediana viola con il possibile addio di Edimilson e quelli quasi certi – anche se con motivazioni e dinamiche diverse – di Dabo, Veretout e Gerson.

Potrebbe essere una buona occasione per plasmare un nuovo centrocampo, più vicino alle esigenze tecniche di Montella. Poi ci sono gli acquisti già ufficializzati e un viola in prestito da valutare. Alla prima categoria appartengono sia Traoré (ma il suo contratto verrà depositato in Lega?) che Zurkowski, entrambi interni di centrocampo dal piede educato che almeno sulla carta si sposano alla perfezione con l’idea di gioco del neo allenatore viola. Più o meno la stessa considerazione possiamo farla per Castrovilli, anche se in questo caso parliamo di un giocatore un po’ più indietro nel processo di maturazione rispetto all’ivoriano e al polacco. Idee e ipotesi per la Fiorentina del futuro, con la speranza che il coinvolgimento di Montella nelle scelte strutturali sulla squadra sarà massimo. NEL FRATTEMPO, LA FIORENTINA POTREBBE GIOCARE COSI’

Violanews consiglia

Possesso palla e velocità: ecco il nuovo corso targato Vincenzo Montella (bis)

L’amico Capuano: “Montella più maturo. Sarà uno dei migliori in Europa”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SoloForzaViola - 7 mesi fa

    Il fatto che Montella abbia il contratto di 1 anno (esclusi i 2-3 mesi per chiudere questa stagione) rende perplesso solo me? Si programma con un allenatore che è già a fine contratto? Boh…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea da campi - 7 mesi fa

      lascia perplesso solo te perche’ gli anni di contratto sono 2 oltre i 2-3 mesi che servono per finire la stagione……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SoloForzaViola - 7 mesi fa

        In un primo momento si parlava di 2020. Adesso leggo 2021. Meglio così. Grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CippoViola - 7 mesi fa

    Discorsi futuri ma mi auguro che Castrovilli trovi posto in prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Elmauri - 7 mesi fa

    Mi auguro che come regista possa arrivare Sensi, ma temo che costi già troppo per le tasche dei braccini. Occhio però a Gerson, chissà che con un gioco fatto più di possesso palla e di tecnica non possa dire la sua. L’ideale sarebbe tenere Veretout, con uno come Sensi e con Castrovilli sarebbe una bella mediana (con traore e il polacco come alternative). Sulla corsia di destra mi piacerebbe un altro giovane italiano, Depaoli del Chievo. Davanti è dura trovare un attaccante da 15 gol senza investire un po’ di soldini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 7 mesi fa

      Faresti giocare Castrovilli e terresti in panca Traoré e Zurkowsky? Meno male che non alleni nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gasgas - 7 mesi fa

    Mi auguro che Montella abbia messo come condizione la cessione del Mago del Salento, la vera disgrazia. Altrimenti è un masochista…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio.viola - 7 mesi fa

    Sul fatto che Castrovilli sia indietro rispetto a Traoré e Zurkowski ho dei dubbi. In ogni caso se si riuscisse a perdere anche Castrovilli saremmo proprio dei fenomeni… Detto questo il centrocampo del primo Montella, quello cioè comoposto da Borja, Aquilani e Pizarro, non mi pare molto più forte di un centrocampo composto da Veretout, Gerson e Edimilson (a cui vanno aggiunti Benassi e Dabo che sono certamente più forti di Mati Fernandez e Romulo, almeno di quello visto a Firenze). Di certo il centrocampo di oggi ha più goal nelle proprie corde. Poi se vi siete tutti convinti di avere per le mani una squadra che vale il Genoa, il Parma o il Sassuolo fate voi. Per me le qualità di questa squadra sarebbero state almeno da 7 posto, in lotta con Lazio, Torino, Atalanta (che però ha fatto più di quanto mi aspettassi), ecc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Violino - 7 mesi fa

      Secondo me tu potresti fare il super corso di Coverciano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gasgas - 7 mesi fa

      Grazie per le risate…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. vecchio briga - 7 mesi fa

    Ieri Montella ha detto che è qui perché vuole incidere, quindi è chiaro che gli devono prendere i giocatori con le caratteristiche da lui volute. Corvino o un altro comunque sia Montella andrà coinvolto direttamente. Io però penso che ci saranno altri cambiamenti e magari la vicenda Traorè non è casuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. antonio capo d'orlando - 7 mesi fa

    Spero che Montella riesca a proporre qualcosa di nuovo e non il solito suo gioco, anche perchè è un gioco facilmente individuabile dagli avversari. Infatti, basta mettere un uomo sul portatore di palla e le sue squadre vanno in crisi. Alla luce delle sue esperienze negative e sicuramente dopo aver visto parecchie partite della Viola, spero che si sia accorto di ciò che serve per cambiare in meglio, il gioco della squadra. Se ci riesce sarà un mago, se non ci riesce, sicuramente non sarà crocifisso. Tifando Viola, gli auguro le migliori fortune.FV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 7 mesi fa

      Gradirei qualche motivazione dai “non mi piace”, così il dibattito
      sarebbe più interessante. Grazie! FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy