L’intoccabile

L’intoccabile

La scelta sul destino del d.g. viola rimandata a fine stagione? Quasi. Ma Firenze merita qualcosa in più di chi ha architettato questo fallimento tecnico

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Squadra allo sbando, una classifica che da imbarazzante si è fatta preoccupante e adesso anche i conti in rosso. Eppure, nonostante tutto, c’è chi a Firenze continua a non pagare per i propri errori. Non è il caso di buona parte della squadra, giustamente finita sotto esame dopo le prestazioni sconcertanti fornite da un mese a questa parte. Tanto meno di Pioli, costretto alle dimissioni e ormai da tempo già crocifisso in sala mensa, anche per responsabilità non sue. A questo punto ci chiediamo cosa debba succedere alla Fiorentina affinché la proprietà si ponga qualche domanda su chi l’ha smantellata e ricostruita da zero: Pantaleo Corvino. Perché se è vero che l’uomo mercato più bravo è quello che sbaglia meno, forse Firenze merita qualcosa in più di chi ha architettato questo fallimento tecnico. Una sfilza di acquisti sbagliati e di scelte prive di logica sportiva da lasciare a bocca aperta anche il più diplomatico dei tifosi.

E invece no, per qualcuno (Della Valle compresi) il quadro della situazione non è ancora abbastanza chiaro. Tutto rimandato a fine stagione, certo. Ma fino certo punto, perché quanto vi abbiamo scritto dopo il summit del 1 maggio, assieme alle recenti visite al centro sportivo da parte di procuratori e familiari interessati, ci lascia pensare che il ruolo di Corvino sia stato assolutamente centrale nelle prime mosse di mercato della Fiorentina. Altrimenti che senso avrebbe designarlo interlocutore di un qualcosa che non lo riguarderà? E mentre il caos regna sovrano e la squadra arranca in zona salvezza, lui resta lì, al suo posto. Magari con la prospettiva di essere affiancato, o addirittura in attesa di giudizio. Come se gli ultimi tre anni non fossero già una sentenza così grave da cambiare direzione prima possibile.

DALLA RASSEGNA STAMPA: IL POSTO DI CORVINO E’ SALDO

Violanews consiglia

Sconcerti: “Il tempo di Corvino è finito. Cosa serve trattenere Chiesa un altro anno?”

Criscitiello: “Viola pianto greco voluto dai Della Valle. Montella niente di più sbagliato, meglio fidarsi di Corvino”

46 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsinee - 2 mesi fa

    Partiamo da un concetto. Si giudicano le persone in un’azienda in base al mandato che gli è stato posto. Se uno giudica un direttore marketing per i risparmi effettuati sta sbagliando tutto, se uno giudica un direttore HR per quanto ha venduto sta sbagliando tutto. A Corvino al di là di tutte le chiacchiere, secondo me è stato dato il compito assieme a Freitas di fare Player Trading spinto se non spintissimo. Dal fuori controllo di Pradè, dirigente che era stato veramente preso per fare il direttore sportivo, siamo passati al “fuori tutto” di Corvino. A Corvino ogni anno vengono affidati un tot di milioni da allocare ai suoi procuratori amici e per prendere un tot di giocatori da portare a firenze, cercando un minimo di logica, ma non è che poi sia tutto così fondamentale. Come già detto decine di volte, se dai 100 milioni per comprare 20 giocatori da 5 milioni e poi ne vendi 5 a 30 milioni hai già fatto il busco per tutti gli altri! Il buco di bilancio di quest’anno è frutto della decisione di non vendere nessuno l’estate scorsa. Ovvio che se la Fiorentina non vende almeno un giocatore importante l’anno, i buchi di bilancio arrivano. Ma tanto c’è sempre il mercato dopo per vendere e compensare. Simeone? Saponara? Maxi Olivera? Tello? Sportiello? … potete fare una lista infinita di giocatori inutili comprati a 10 e venduti a 2. Basta avere sempre un Chiesa o un Milinkovic o un Alonso o un Kalinic o un Vecino o un Biraghi o un Lafont o un Dragowski. Non piace? A me fa schifo. Ma è il calcio moderno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

      Concordo in toto. È semplice, minor rischio minor resa. La rosa vale tre volte quello che valeva e in ottica autofinanziamento è grasso che cola visto che i conti in ordine non li ha nessuno o ci siamo dimenticati il Milan come è entrato nelle coppe. Sicuramente bisogna migliorare la resa in campo e penso che il ritorno di Montella si muovesse in quella direzione. La lettera di sabato complica un po’ le cose. Vedremo. Serviva una scossa, anche forte. Vediamo se sarà negativa o positiva, solo il tempo lo dirà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giglio - 2 mesi fa

        Ragazzi non esageriamo… Ammesso e non concesso che la rosa abbiamo triplicato il suo valore complessivo lo deve quasi esclusivamente a quel fenomeno di chiesa che da solo vale quanto tutti gli altri messi assieme…. E in questo il merito di corvino è ZERO ASSOLUTO. Perché se è vero che milenkovic veretout e, forse, biraghi hanno aumentato il moro valore, tutto il resto è sprofondato ( Saponara, tereau, Simeone, dabo, olivera solo per fare alcuni esempi)… senza contare tutti i prestiti onerosi che si sono rivelati quasi in toto elementi inappropriati e costituiscono investimenti a perdere (pjaka docet).
        Se proprio si vuole fare un paragone prendiamo il valore di ciò che è stato venduto da corvino e vediamo se è superiore o meno al valore dei giocatori comprati! E secondo me il saldo non è così positivo…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. filippo999 - 2 mesi fa

        proprio una bella filosofia…è la stessa filosofia che ci ha portato
        a metà classifica per 3 anni di fila…in pratica è come
        dire…ok signori , del risultato sportivo non ce ne può fregà di meno..
        perchè stringi stringi in ultima analisi quello è il succo
        della storia..ed infatti i risultati non vengono , ovvio , perchè
        non possono venire nè arriveranno più con questa proprietà ..i
        tifosi lo hanno capito benissimo e giustamente contestano…ma la cosa buffa è che si cerca anche di giustificarli…manca poco e ci darete la dimostrazione geometrica , con tanto di corollari , della necessità di retrocedere in B per non rischiare di gravare troppo sul monte ingaggi…un pò come Cognigni con la champions…però intanto Lotito e Cairo , Milinkovic e Belotti mica li hanno venduti…noi venderemo Chiesa , senza il quale era serie B già quest’anno , altro che triplicare il valore della rosa…e beh , certo , con Chiesa , vorrei vedere … poi però sarà bello capire dove caspita la faranno la plusvalenza successiva , perchè o hai un settore giovanile mostruoso ( Atalanta ) oppure l’autofinanziamento , dellavallianamente inteso , è come fare un passo avanti e quattro indietro ….non si chieda a Corvino di costruire una squadra secondo un disegno organico e coerente , non ci riuscirà mai…quanto alla scossa della lettera..beh , direi che è
        stata una delle cose più stupide che abbia mai visto fare a un
        presidente della Fiorentina…ma il personaggio in questione
        è nervosetto , la bufala dello stadio sta venendo a galla e non
        sa come uscirne senza fare una figuraccia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. damci - 2 mesi fa

    Mi preparo al martirio a cui mi sottoporrete,ma non posso trattenermi.Primo punto:la proprietà di una società,anche di calcio,ha diritto di decidere a quali gestori affidarsi e nessuno,tanto meno i media,dovrebbe pretendere di farli licenziare.Secondo punto:la campagna acquisti della fiorentina dello scorso anno è stata apprezzata largamente da tutti noi e da tutti i media,perfino Bucchioni era cosretto a cercare di dar meriti a questo e a quello,per cercare di mascherare i meriti di Corvino;poi Pjaca ha fallito in modo impensabile per tutti,soprattutto per quelli che infamavano Corvino perché l’aveva voluto solo in prestito,Gerson altrettanto,ma credo lo avesse voluto Pioli,Simeone è regredito anch’egli in modo inaspettato;Pioli che aveva fatto bene lo scorso anno e piaceva alla stragrande maggioranza dei tifosi,dopo aver fatto fare un buon girone d’andata alla squadra,ha dimostrato di aver sbagliato la preparazione,perchè nel girone di ritorno la stessa correva sempre meno ed evidenziava sempre di più difetti genetici ed acquisiti,soprattutto nel centrocampo ed in attacco(Simeone e Pjaca);Pioli ha mostrato i propri limiti,è stato incapace di vedere alternative di gioco e di giocatori,ha continuato a penalizzare Simeone facendolo giocare in quelle condizioni,soprattutto psicologiche,non ha visto le qualità di Vlahovic e di Sottil,poi ha abbandonato la squadra per orgoglio personale,anche se giustificato;Terzo punto:per me Corvino sbaglia come tutti,più forse di qualcuno,ma non mi sembra che possiamo pretendere i tre o quattro più bravi a Firenze;va poi considerato che acquistando a prezzi bassi e proponendo stipendi bassi è più facile perdere le scommesse;tuttavia la squadra ha triplicato il valore d’acquisto(fonte Trasfermarkt) e diversi giovani dati in prestito hanno fornito prestazioni molto promettenti per il futuro(Castrovilli,Dragovsky,Ranieri,Sottil,Cerofolini,Venuti);spesso i calciatori vanno fatti giocare un po’ per giudicarli meglio(dragovsky e lo stesso Sottil lo stanno dimostrando),ricordo a questo proposito che Mancini è stato un anno e mezzo abbondante più riserva che titolare nel perugia,prima di crescere in modo improvviso ed esponenziale e che Petriccione illanguidiva in serie C,poi ha giocato un po’ nella Ternana e nel Bari,prima di essere raccattato dal Lecce e valorizzato da Liverani,ormai a24 anni.Quarto punto:io sarei molto più preoccupato se il direttore sportivo della fiorentina avesse speso gli 80 milioi di Allison,per acquistare:Pastore,Cristante,Nzonzi,Santon,come ha fatto Monchi,oppure avesse accettato di dare Zaniolo,come ripieno alla roma,più una trentina di milioni per Naiggolan,oppure avesse acquistato Paqueta,per 35 milioni o Castillejo per 25,oppure Martinez per 25.Io,scusatemi la penso così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 2 mesi fa

      Infatti. Alla luce dei fatti Corvino ha sbagliato (e dunque deve pagare andandosene a mio modo di vedere) a) a non prendere un sostituto di Badelj e b) a non prendere un sostituto di livello del povero Astori (Vitor Hugo e Ceccherini non possono essere considerati degli acquisti giusti). Il resto delle colpe non possono essere imputate a lui perché nessuno ha la sfera di cristallo, e ad agosto tutti dicevano che Pjaca, Gerson e Mirallas erano degli ottimi acquisti per puntare all’Europa League, perfino uno sputaveleno come Bucchioni. Se la squadra nel girone di ritorno non ne ha imbroccata più una di chi è la colpa? Di Corvino o di Pioli e dei giocatori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gasgas - 2 mesi fa

      Tre anni, sono tre anni che opera Corvino e sono tre anni di niente, di non calcio e zero risultati sportivi. E siamo impelagati nella lotta per non retrocedere!!! Ma cosa deve fare questo soggetto per essere immune da scuse? Ha portato gente a Firenze che la serie A nemmeno con il binocolo la doveva vedere. Ha preso mediocri, doppioni, ha fatto una rosa incompleta.
      E la cosa sensazionale è che nei tre anni, più ha avuto potere e soldi e più ci siamo eclissati. Pioli l’ha voluto lui, dopo le scuse del primo anno che c’era Sousa ma non era suo..
      P.s. Monchi la dignità di dimettersi l’ha avuta e comunque la Roma lotta per la Champions (e l’ha anche fatta).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

    Premetto che ritengo Corvino non adatto a costruire la Fiorentina perché è più portato, anche con i suoi limiti, ad acquistare giocatori più muscolari che tecnici che sono in conflitto con la ricerca del bello richiesta dal tifo. Una piazza tipo Toro probabilmente sarebbe più adatta. C’è un però…il Sig. Crociani dice che sono stati messi tutti in discussione dai giocatori all’allenatore. I giocatori vengono sempre giustificati perché se sono scarsi è colpa di Corvino che li ha presi. Non si mettono in discussione così, in questo modo si soffia sulla negatività e non si analizza in concreto. Simeone aveva fatto 12 gol a Genova e 15 gol con 6 assist l’anno scorso, un Ds che sa fare il suo lavoro lo conferma? Ovviamente si e non si può dare a lui la colpa del rendimento del giocatore. La squadra a fine andata era vicino alla Champions e sopra il Toro, ora siamo a più di dieci punti da loro che giocano con una squadra inferiore alla nostra. E non neghiamo pure questo. Eravamo terza difesa e abbiamo aggiunto Muriel, ora rischiamo la b. È colpa di Corvino? I giocatori sono gli stessi dell’andata, sarà per caso che hanno avuto un rendimento pessimo nel ritorno? E che l’allenatore non ci abbia capito niente? Chi va in campo? Passa da qui la critica costruttiva che deve sempre esistere altrimenti è qualunquismo tanto chi critica non può mai sbagliare. Ribadisco che cambierei anche io Corvino ma le analisi che una società deve fare sono molto più ampie e vanno oltre a fare un elenco di colpe fine a se stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Johan Ingvarson - 2 mesi fa

    Non condivido questo articolo, e per un motivo ben preciso: Sono sicuro che Corvino a fine stagione andrà via, e al suo posto arriverà Marino (direttore sportivo che non mi piace particolarmente, ma tanté). Ha fatto troppi errori per rimanere, senza contare che dovrebbe ora lavorare con un tecnico che non ha scelto, rischiando di avvelenare di nuovo l’ambiente già all’inizio della stagione nuova. Non sono d’accordo sul fatto invece di mandarlo in pasto alla folla inferocita adesso, non tanto per il rispetto del suo lavoro (Oggettivamente non buono) quanto per il rispetto per la sua persona, che non deve mai mancare in quanto non credo che Corvino abbia sbagliato di proposito. Molti diranno che non si merita questo rispetto, ma io rispondo che un conto è sbagliare nel proprio lavoro ed essere licenziati, un altro è sbagliare, essere denigrati pubblicamente e poi essere licenziati. Direi che c’è una bella differenza, ed è per questo che trovo inutile questo articolo. Corvino a Firenze ha le settimane contate, basta attendere ed anche la sua testa cadrà con gran gioia della tifoseria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo999 - 2 mesi fa

      mmmhhh….mentre invece dare a Pioli pubblicamente di persona poco
      seria , quello non è denigrare , quello non è dare in pasto alla folla ..va beh…e cmq Corvino resta , non pagano due DS e sono convinto anche che nessuno
      ha voglia di entrare in una dirigenza dove le decisioni le prendono altri ,
      con obiettivi da metà classifica , e con una assenza di progettualità perchè
      i DV non sono così convinto che tra un anno siano ancora qua…ed infatti , dopo
      che molti rifiutarono , solo Corvino accettò a suo tempo , chissà perchè..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 2 mesi fa

        Veramente quando Pradé fu mandato via (con il plauso di tanti ricordo) il ritorno di Corvino fu espressamente voluto da Diego in persona, che era stanco di vedere il passatempo del fratello costargli così tanti soldi ogni anno. Non cambiamo le carte in tavola: Corvino fu preso perché così volle Diego in persona, non certo perché nessuno ci volesse venire (altrimenti secondo la tua logica, nessun Direttore Sportivo dovrebbe andare a lavorare in realtà come Cagliari, Empoli o Frosinone).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo999 - 2 mesi fa

          Oriali e Sartori rifiutarono a suo tempo.
          Il passatempo del fratello gli costava tanti soldi ma ora
          il buco di bilancio c’è lo stesso e come ulteriore
          soddisfazione nemmeno i risultati vengono…che poi è
          il medesimo Corvino mandato via a pedate dallo stesso
          che adesso lo ha riassunto…c’è qualcosa che non torna o che
          torna fin troppo bene

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Johan Ingvarson - 2 mesi fa

            Ha le prove che Oriali e Sartori rifiutarono? Lo dichiararono loro stessi ‘Ho rifiutato la Fiorentina’? Oppure sono solo indiscrezioni dei giornalisti del suo tempo, che sparavano 100 nomi al giorno?
            Corvino fu preso per un solo scopo: rimettere i conti a posto. Ha fallito e quindi andrà via, stop. Il resto è solo il solito teatrino mediatico che a Firenze piace tanto, ma che io trovo invece stucchevole.

            Mi piace Non mi piace
  5. Ottavio - 2 mesi fa

    Se venisse un DG troppo bravo poi con il tempo diventerebbe antipatico a Cognigni e Della Valle e saremmo punto e a capo.

    Sarebbe già un mezzo miracolo che prendessero coscienza della loro incapacità e per non andare in B il prossimo anno, andassero ad acquistare giocatori esperti, affidabili, scarponi, brutti, affamati e ignoranti (come ha fatto la Spal) invece di andare ad inventarsi acquisti di giovani sconosciuti presunti talenti, pretiti di fenomeni che a 20 anni si sentono già dei campioni, o vecchi “tromboni” rotti e demotivati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Claudio50 - 2 mesi fa

    Non ci sono misteri, se guardano solo al bilancio e’ chiaro che Corvino sia insostituibile. Se poi finisci l’annata in rosso ancora di piu’ per la sua capacita di ripianare i debiti. quando abbiamo tentato il salto di qualita’ ci siamo trovati con 30 ml. di debiti, e i soldi non piovono dall’alto bisogna guadagnarseli. questo e’ quello che vediamo da fuori che sentiamo o che leggiamo, poi all’interno non si sa cosa ci sia. Non credo che Corvino faccia opera di dismissione, deve per forza rimediare al disastro che ha combinato e senza fare debito. Mettere in mano ad un altro questa situazione potrebbe essere peggio e ritrovarsi con un nuovo buco nero. quando ha venduto ripianato debiti e speso per la squadra, avra’ sicuramente dato garanzie ai DV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Scusa tanto, ma quest’anno sbaglio o abbiamo 18 milioni di buco di bilancio? E li ho fatti io, questi 18 milioni di buco, o il Mago del Salento? Quindi quale sarebbe la sua capacità di ripianare i debiti, atteso che quest’anno è stato capace di costruire una squadra da retrocessione? Almeno quando abbiamo fatto meno del doppio di questi debiti, i risultati sportivi sono stati ben diversi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. filippo999 - 2 mesi fa

      che palesi assurdità…una dietro l’altra…c’è poco da discutere su un buco di 16 mln , dopo aver venduto di tutto e di più , dopo aver tagliato selvaggiamente il monte ingaggi…..naturalmente , il discorso cambierebbe se i risultati sportivi fossero arrivati , allora sì che cambiava tutta la valutazione , ma , ahimè , si dà il caso che non sia venuti , anzi , tutt’altro….cmq ,
      l’anno prossimo si lotta per non retrocedere , stando così le cose…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. STEFANO - 2 mesi fa

    Ma come fate a dire che Corvino non pagherà per questa brutta stagione ? Comunque all mercato di Corvino l’estate scorsa ……tutti…. dico tutti ….. nessuno escluso ha dato un ottimo giudizio. Quindi …..e’ giusto col senno di poi …..giudicare fallimentare la campagna acquisti? Oppure i giocatori insieme al mister ci hanno messo molto del suo per arrivare a questo bruttissmo risultato???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Beh, se al terzo campionato fallimentare non viene cacciato, io direi che non pagherà…o sbaglio? O forse gli richiedono indietro i soldi del buco di bilancio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gasgas - 2 mesi fa

      Mi dispiace per te, ma io il voto positivo al mercato di Corvino non l’ho certo dato. E su questo sito eravamo in diversi. Poi effettivamente c’erano tanti, soprattutto giornalisti, che vedevano arcobaleni viola…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. filippo999 - 2 mesi fa

      non mettere nel mezzo chi non c’entra…il nostro mercato l’anno
      scorso è stato modesto , l’ho sempre detto…ma quale senno di poi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. salimba - 2 mesi fa

    Chissà come mai è intoccabile……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ottone - 2 mesi fa

    Se c’è una logica nel caso Corvino, questa è di una semplicità persino banale: se lui rimane vuol dire che i DV, i primi artefici del disastro, non se ne vanno. L’uno è funzionale agli altri. Dunque siamo rovinati. Credere ancora ad una ripresa coi DV è credere a cappuccetto rosso …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Eppure secondo me già far godere a Corvino la meritata pensione sarebbe tanto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bitterbirds - 2 mesi fa

    non ha senso mandarlo via, deve completare l’opera di dismissione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Vuoi dire che vuole finalmente centrare l’obiettivo retrocessione?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bitterbirds - 2 mesi fa

        quella sarebbe la ciliegina sulla torta (leggi: paracadute da 25 milioni e libertà completa di vendere giocatori) ma in ogni caso solo un cieco non si renderebbe conto che corvino è stato ingaggiato per ridurre i costi e creare plusvalenze, non certo per mettere su una squadra competitiva. ergo la missione non è ancora completata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Solo VIola - 2 mesi fa

    C’è un nuovo nome da aggiungere ai giocatori regalati o quasi (Zaniolo, Piccini, Mancini) dal genio di Vernole ed è Petriccione, definito dalla gazzetta dello sport il piccolo Modric!! Ma perchè mai nessuno gli chiede conto di queste nefandezze????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Ultimamente, penso, perché pare sia diventato la Primula Rossa. Va anche detto, però, che nelle rare occasioni in cui il Re del mercato calcistico mondiale si è presentato in sala stampa, domande scomode ne ho sentite davvero poche.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Dellone68 - 2 mesi fa

    Crociani, ho letto mezzo rigo del suo articolo e non ho bisogno di leggere altro. MI ASSOCIO CON ENTUSIASMO alle sue critiche. E’ incredibile che il signor CORVINO sia intoccabile. Bisognerebbe che i signori proprietari SPIEGASSERO a noi poveri clienti, ingrati, irriguardosi, irrispettosi di Sua Altezza Reale, il Grande Diego Della Valle I da Casette d’Ete come mai non licenzia un dipendente così incompetente. Non lo licenzia forse perchè lavora senza contratto? Corvino è un libero professionista che fattura alla società? Sarebbe curioso saperlo. 16 milioni di BUHO di bilancio giusto? Il signor Corvino, che ricorda sempre di aver vinto qua 4 scudetti e di aver fatto tante finali con le squadre giovanili, ci fece notare che la vecchia gestione era stata cacciata per aver fatto un BUHO di bilancio di 40 milioni. Ma almeno avevamo fatto 4 quarti posti (come i suoi 4 scudetti) ed avevamo visto un bel calcio oltre che una semifinale di Coppa Uefa. Con lui invece abbiamo fatto plusvalenze, plusvalori e fallimenti tecnici continui. Corvino si dimostra il peggior DS di tutta la storia calcistica fiorentina, sono certo che non ha paragoni neanche se Vinciguerra va a vedere le serie storiche del passato, e, naturalmente, fa il paio con la PEGGIORE PROPRIETA’ di tutti i tempi a Firenze, se non altro la più arrogante e spocchiosa che si permette di insultare una città intera cosa mai vista ed anche su questo sono certissimo che neanche Vinciguerra sarebbe in grado di trovare precedenti nella storia del calcio italiano.
    Io credo che non ci debba essere nessuna tregua con questi signori. Avevano avuto l’opportunità di farlo, facendo tornare Montella e, si sperava, allontanando il DS, ma invece intendono sfidare tutti quanti ed insultare tutti quelli che osano contraddirli o anche semplicemente fare qualche domanda. La loro ARROGANZA non conosce limiti. C’è poco da fare. Se fossi in voi giornalisti, farei qualche azione degna di nota quale:
    a) richiedere una conferenza stampa, a firma di tutti i giornalisti sportivi fiorentini, al Sire di Casette d’Ete, andando, se lui vuole, anche dalle sue parti a raccogliere il suo verbo (perchè difficilmente si degnerebbe di venire qua);
    b) al momento del diniego (che sarebbe certo) entrare in SCIOPERO PERMANENTE contro la proprietà ACF Fiorentina e boicottare sempre la sala stampa fino a che questi signori non accetteranno il confronto;
    pensate che non sia possibile e che tutto questo sia contrario alla deontologia del vostro ordine professionale? Può darsi….bisognerebbe allora trovare una forma di protesta altrettanto rumorosa che sia anche in linea con le leggi perchè tutto sommato non vi meritate il biasimo o le sanzioni dell’ordine. Ma i proprietari della Fiorentina se lo meriterebbero eccome.

    + Fiorentina
    – Della Valle
    + OEO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

      Scusami, il confronto con il tifo? Che ha iniziato la contestazione semplicemente perché hanno chiuso i rubinetti vedi alla voce biglietti, trasferte ecc.?Che ha fischiato ilicic facendo ammettere al giocatore che sarebbe andato via prima perché si faceva fatica a giocare e ora lo rimpiangiamo? Oppure con chi fischiava Neto? Alonso? Rebic dal quale ora vogliamo il tesoretto? Tutti fischiati…e l’elenco è lunghissimo. Con questi tifosi bisogna parlare? Con chi ha battuto le mani e messo striscioni di ringraziamento a Corvino quando è venuto da Ds del Bologna in tribuna ed ora lo infama come la peggio persona? Con panzone come migliore complimento? Con questi esperti di calcio si dovrebbero confrontare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

        O con la stampa dei vari bucchioni and company che ci davano Kalinic per fatto in Cina senza mai ammettere di aver detto una balla oppure che parlavano di pjaca come segnale di far mercato come si deve salvo poi dirci che de Paul era meglio dopo aver visto il rendimento del croato? Con questi si devono confrontare?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo999 - 2 mesi fa

          vivi in un mondo a rovescio…da quando i tifosi si
          devono giustificare perchè , udite , udite…hanno fischiato…?
          Non vi riesce arrampicarvi sugli specchi , anzi , direi
          che gli specchi non ci sono più . Il calcio non è il tennis ,
          c’è una componente passionale rilevantissima , ma è chiaro
          che se Re Sole non la vive così , il discorso si chiude
          subito , non inizia nemmeno . Si noti che Preziosi , Lotito ,
          De Laurentiis , Pallotta si sono ben guardati da aprire bocca
          quando sono stati contestati , e nel caso degli ultimi 3 ,
          direi che l’entità della contestazione è stata assai maggiore ,
          direi qualcosa di più e di peggio . Ma Re Sole non va fischiato .
          Perchè ? Eh , già… perchè coi suoi grandi risultati raggiunti negli ultimi 3 anni e mezzo , in effetti , come si fa a criticarlo ? Perfettamente logico . Quando ci avranno spedito in B , vedremo cosa vi inventerete ancora…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

            A De Laurentis e Preziosi non aprono bocca ho capito di vivere su un altro pianeta, facciamo che sono io che vedo le cose alla rovescia.

            Mi piace Non mi piace
      2. Dellone68 - 2 mesi fa

        Mah guarda, io non chiedo che si confrontino con il tifo organizzato anche se fa parte dell’organizzazione e del mondo Fiorentina e senza di quello le squadre di serie A sarebbero poca cosa e perderebbero tantissimo del loro seguito e fascino, ma con la stampa per chiedere scusa alla città sarebbe il minimo. Ma non me lo aspetto di certo da uno che ti tratta come un suddito, figuriamoci. Per rimanere in tema di fischi, devi ammettere che il calcio è uno spettacolo e la gente, quando va allo stadio, poco o molto che sia, in proporzione a come vede, paga e quindi può anche contestare se lo spettacolo non gli piace. Dai, non possiamo pensare che non accettano neanche un fischio. I Della Valle, ma anche i giocatori, sanno benissimo che queste sono le regole del gioco. Sennò si ribalta davvero tutto, insomma….quanto a Corvino non è una questione personale naturalmente, è solo strumentale. Mettere a nudo gli errori di Corvino servirebbe, in un ambiente e società sana, a dare un pò la scossa, in questo modo ci penserebbero loro (i proprietari) se avessero un minimo a cuore un progetto tecnico sportivo, cosa che non esiste più da parecchio tempo. Insomma, al di là della simpatia o antipatia personale verso questa proprietà e verso questo DS, direi che ne hanno fatte di tutte per farsi rimanere antipatici. Chiudo dicendo che una proprietà come la nostra, con l’esposizione che hanno, con il ruolo pubblico che si sono ritagliati, non può permettersi di offendere un’intera città. E’ un comportamento da bullo di paese, non da persona fra le più ricche del mondo e che frequenta certi quartieri. Dovrebbe quanto meno essere un tantino più diplomatico. Guarda, credimi, il signor Diego Della Valle non solo ha sbagliato tutto, ma ha dimostrato plasticamente la persona che è. A me le persone così non piacciono. Spero vivamente che possa vendere e che la sua presenza ingombrantissima sia tolta al più presto. Saluti e sempre Forza Viola.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. giusetex7_9905901 - 2 mesi fa

          Io accetto il punto di vista,nessuno dice che non si può fischiare ma era per rendere chiaro che chi sta criticando ha sbagliato troppe volte senza fare pubblica ammenda. Fischi sempre ilicic e lui si rompe e va via, sbaglia Corvino ed è un panzone. Capisci che rimarrà sempre impari e chi contesta ha sempre ragione. Non è una cosa sostenibile neanche con la passione che si prova, la misura deve essere trovata. E se leggi bene la lettera parla direttamente a chi ha offeso, perché riconosce il diritto a criticare come logico che sia. Io ricordo che sono quelli del terzo tempo, dei primi a fare il calcio femminile ed è evidente che sia a volte per non dire spesso spocchioso. Ma almeno è l’unico che teneva testa agli Agnelli e che ha bloccato le uscite verso la juve. Alle volte questa spocchia è servita e avrebbe cambiato un po’ il calcio. Buona serata

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dellone68 - 2 mesi fa

            Caro Giusetex, bisogna dire che in questo momento è complicato capire, al di là di tutto, dove sta la verità. Il tuo commento pacato mi piace, ad esempio, e mi verrebbe voglia, anzi mi viene voglia, anche di darti un punto a favore. Però se vuoi anche il mio discorso è semplice: secondo me questa proprietà sta sfruttando la gallina dalle uova d’oro. E, ad un certo punto, deve smettere. Non è più tollerabile. Se ne volevano andare? Allora dovevano vendere, già all’epoca di Mihajlovic/Rossi, quando il PATRONNO era stato beccato con le mani nel sacco con calciopoli. Una proprietà come questa vende se le situazioni non sono sostenibili. Sennò mi viene il dubbio che ci rimettano. Da come si sono comportati negli ultimi anni ho sempre meno dubbi e molte più certezze. Ci hanno rimesso poco e nulla, continuano a fare affari (quelli che vediamo, ci sono tante cose che non vediamo e non sappiamo, con questo non intendo dire che sono illecite, dico solo che fanno parte di un gioco che noi non possiamo vedere) e quindi ho dubbi sul fatto che, come dicono loro ci rimettono. Come sempre, ai posteri l’ardua sentenza. Saluti.

            Mi piace Non mi piace
  13. Gasgas - 2 mesi fa

    La sciagura della Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Vangelo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Contro UE - 2 mesi fa

    I fratellini marchigiani non sono venuti qui per fare calcio ma per sfruttare il nome di Firenze. Che Corvino rimanga è il minore dei problemi, sono i fratellini permalosi ai quale sta bene l’operato di Pantaleo che sono il vero problema. Temo che ci mandino in B fine prossima stagione come dispetto alla tifoseria e poi se ne andranno, anzi chi gliela data gliela toglierà, perché da soli non se ne andranno mai…..
    VIA I DV DA FIRENZE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantero - 2 mesi fa

      Pensare che Corvino sia il male minore è un grave errore, in realtà è il maggior responsabile di questo scempio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Claudio - 2 mesi fa

    tranquilli, con l’operazione Rasmussen mette a posto tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 mesi fa

      Non mi stupirei se alla fine della fiera da Empoli arrivasse solo Rasmussen a 7 milioni e non Traoré…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. I'Generale - 2 mesi fa

        Purtroppo, per adesso, è esattamente così… la cosa che più mi da da pensare è che abbiamo pagato 7 milioni di euro, più il prestito per sei mesi, un giocatore che l’empoli aveva pagato sei mesi prima soltanto 1.000.000 € e che ha all’attivo solamente (ad oggi, nemmeno a gennaio) soltanto 1.000 minuti di serie A in 14 presenze complessive, tra l’altro senza neanche brillare eccessivamente…
        Ti dirò di più, siccome le commissioni (di norma) seguono spesso anche il prezzo del trasferimento, sono molto curioso di vedere quante altre centinaia di migliaia di euro ci è costato in commissioni… ma questo purtroppo lo sapremo soltanto col bilancio del prossimo anno……….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 2 mesi fa

      Temo tu ci abbia capito proprio poco. La Fiorentina è, usiamo questo termine, un’azienda che produce calcio. Se il prodotto calcio è scadente, chi ne ha la maggior responsabilità è il responsabile della produzione, non l’azionista di maggioranza, quindi Corvino, non i Della Valle. Mi dirai: sono loro che ce l’hanno messo, ed hai ragione…ma i Della Valle non li mandi via, a meno che non arrivi uno che gli dà qualche centinaio di milioni, Corvino invece “sarebbe” meno intoccabile, dico sarebbe, perché pare davvero intoccabile nonostante i disastri sportivi a cui ci ha fatto assistere nelle ultime sei stagioni in cui ha fatto la squadra. Basterebbe invitarlo a dimettersi tramite una bella letterina stile Pioli, o alle brutte anche esonerarlo, ma per fare le cose serve volontà…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Claudio - 2 mesi fa

        ho capito poco rispetto a cosa ? Quello che sicuramente non ho capito è una quotazione del genere per uno che fa panca a Empoli. Speravo in una bufala, ma non ho visto alcuna smentita

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy