Quattro cose da sapere su Fiorentina-Sampdoria

Numeri e curiosità di Fiorentina-Sampdoria

di Redazione VN

Di seguito 4 curiosità sulla gara Fiorentina-Sampdoria

1)  Il primo incontro tra Fiorentina e Sampdoria avvenne il 23 febbraio 1947 e terminò 2-1 a favore dei viola: gol di Suppi e Badiali. Da notare che negli anni precedenti alla seconda guerra mondiale, dal 1929 al 1942, i liguri si erano presentati a Firenze con altre denominazioni: Dominante, Liguria e Sampierdanerese. Solo il 12 agosto del 1946, dalla fusione tra la Sampierdanerese e l’Andrea Doria, nacque l’attuale Sampdoria.

2)  Tra campionato e coppa Italia, Fiorentina e Sampdoria (a Firenze) si sono incontrate 68 volte. Score ampiamente favorevole ai viola con 35 vittorie totali, 24 pareggi e sole 9 sconfitte. 113 le reti fatte, 58 quelle subìte. L’ultimo incontro a Firenze tra le due squadre è invece datato 25 settembre 2019, risultato finale 2-1. Gol di Pezzella e Chiesa per la Fiorentina e di Bonazzoli per la Sampdoria.

3)  La partita casalinga contro la Sampdoria ci riporta ad uno degli eventi più dolorosi della storia viola: l’infortunio occorso a Giancarlo Antognoni nello scontro (fortuito) con Luca Pellegrini. Era il 12 febbraio 1984, Fiorentina terza in classifica, lanciatissima nella corsa scudetto dietro a Torino e Juventus. Anche quel giorno le cose sembravano volgere al meglio: viola in vantaggio già al 19′ con una punizione dello stesso Antognoni. Pochi minuti dall’inizio della ripresa, ed ecco il patatrac: iniziativa di Pin sulla destra, palla al limite dell’area sulla quale vanno contemporaneamente Antognoni e Pellegrini. Ahimè, il capitano viola avrà la peggio. Per lui la diagnosi è terribile: frattura esposta di tibia e perone. ”Antonio” resterà lontano dai campi per ben 21 mesi prima di rientrare il 24 novembre 1984 in Fiorentina-Bari 0-0.

4)  Fiorentina-Sampdoria vuol dire anche lo storico record di Gabriel Batistuta. Prima di lui Ezio Pascutti, bandiera del Bologna che “tremare il mondo fa”, che nella stagione ’62-’63 era riuscito a realizzare 12 reti consecutive nelle prime 10 giornate di campionato. Ecco, Batistuta farà di più e di meglio: Cagliari, Genoa, Cremonese (2), Inter, Lazio, Reggiana, Padova, Brescia, Bari e Napoli (2). 12 gol in 10 partite, proprio come Pascutti. Mancava una sola partita ed un solo gol per superarlo, e Fiorentina-Sampdoria del 27 novembre 1994 giungeva a proposito. Il vantaggio doriano di Platt su rigore al 39′ sembra rovinare la festa, ma al 60′ ci pensa il signor Bettin di Padova ad assegnare un rigore alla Fiorentina. Sul dischetto Gabriel Batistuta piega le mani a Walter Zenga e segna la rete che significa record assoluto. 13 reti nelle prime 11 giornate di campionato. Un gol ed una giornata in più di Pascutti. Anche per questo Gabriel Batistuta è entrato nella storia.

Violachannel

-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A
-> Clicca qui per restare aggiornato su tutto il mercato della FiorentinaPubblicità NumericalcioLEGGI:
– CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE A
– CLASSIFICA MARCATORI

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy