La Serie A riapre ai tifosi. Masini: “Senza pubblico manca emozione”

Via alle partite di Serie A con massimo mille persone

di Redazione VN

Gli stadi riaprono al pubblico. Con cautela e con limitazioni: mille spettatori e solo in Serie A. Le società di Serie B sono su tutte le furie. “Assurdo riaprire solo alla A e non anche alle altre società di serie inferiori che hanno stadi adeguati. È una discriminazione grave: pensate al Bentegodi dove possono andare i tifosi del Verona e non quelli del Chievo” ha detto Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza in rappresentanza della serie cadetta.

Intanto La Gazzetta dello Sport ha intervistato, su questo tema, alcuni tifosi vip. Il viola Marco Masini dice:

Il calcio è come un concerto. Senza pubblico manca emozione. E’ uno sport che ha bisogno del cuore e difficilmente mille cuori possono dare lo stesso affetto a cui eravamo abituati, anche se sono meglio di niente in attesa di tornare alla normalità. Sarà una battaglia lunga, speriamo di vincerla il prima possibile. Il calcio è assembramento, pensare alle tribune con distanziamento è sicuramente una perdita emotiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy