Iachini cambia modulo: il 4-2-3-1, in attesa di Prandelli

C’è aria di cambiamento per la Fiorentina, ma prima c’è da pensare a Parma

di Redazione VN

Per la prima (e forse ultima) volta da quando siede sulla panchina viola, Beppe Iachini cambierà volto alla Fiorentina. Il tecnico a Parma ridisegnerà la squadra in base alle assenze, ma soprattutto alle caratteristiche di chi ha a disposizione: e tatticamente – scrive La Nazione – sarà un cambio sostanziale, visto che i viola vanno verso uno schema di gioco molto vicino al 4-2-3-1. La rivoluzione parte dalla mediana, dove l’allenatore ha provato Amrabat e il rientrante Pulgar, lasciando la porzione alta a Castrovilli che agirà a sostegno del centravanti, con Callejon e Ribery ai lati. Una rinuncia al più collaudato 3-5-2 dunque, ma – si chiede il quotidiano – dettato da cosa?

Prandelli

Ovviamente sul piano del gioco Iachini dovrà dimstrare di puntare ad un netto salto di qualità, ma sa che la sua chance viola sta per esaurirsi. E in caso di ribaltone la possibilità di vedere Cesare Prandelli fino a giugno è concreta. Dopodiché avrà un’opzione sull’anno successivo e possibile inserimento nei quadri tecnici. Perché una vittoria a Iachini potrebbe non bastare.

Iachini
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianni - 3 settimane fa

    Non ci credo finché non li vedrò giocare , Iachini non rinuncerà al 3-5-2 perché non conosce altri moduli , e a Parma scoprirsi vuol dire perdere sicuro , perché loro sono maestri nel contropiede . Per cui difesa a oltranza e ripartenze in contropiede , sperando di fare gol. Cosa che non sarà facile .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. N_q - 3 settimane fa

    Questo 4-2-3-1 secondo me è il miglior modulo a oggi.
    Tra gli altri spero possa giovarne anche Lirola, altrimenti siamo di fronte a un (altro) flop sulla destra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CippoViola - 3 settimane fa

    Per me dipende solo da se si mettono a correre oppure no. Se affrontano la partita guardando gli avversari giocare il modulo cambia poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giglioviola - 3 settimane fa

    Se arriverà Cesare ne sarò felice, in questi anni ha perso dei colpi ma è sicuramente un profondo conoscitore di calcio. Certo si prenderebbe una bella responsabilità perchè, aldilà dei moduli da adottare che alla fine restano solo numeri se non si traducono in movimenti organizzati, la squadra è attualmente priva di qualsiasi idea di gioco, non si vede uno schema che sia uno, per cui Cesare dovrà ripartire da zero e non sarà facile. Però lui è ormai uno di noi, ha il cuore a Firenze e per la Fiorentina è disposto anche a rischiare brutte figure (anche se spero e credo di no). Forza Cesare e forza Viola, e comunque un ringraziamento a Beppe per l’impegno che ci ha messo, a lui non mi sento di attribuire colpe: ha i suoi limiti e tutti lo sapevano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iG - 3 settimane fa

    Dipende da come la fa la difesa a 4, se schiera lirola milenkovic pezzella biraghi, praticamente gioca a 2 xchè ai lati non si difende e si prenderà una barca di goals da gervihno

    Se poi la fa concreta a 4 con senso logico ( ci credo poco da iachini ) e cioè
    Caceres a dx milenkovic e pezzella centrali e igor a sinistra allora allora….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iG - 3 settimane fa

    Azz alla fine c’è arrivato.
    Ma finche non vedo non credo
    Come farà a rinunciare al suo sig bonaventura!

    Giocatore che quando fu preso ig disse: icche ci se ne fa di questo ? Può fare solo il vice castrovilli.
    E che ti fa iachini lo mette titolare con castrivilli.
    W i doppioniiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Sblinda - 3 settimane fa

    Se penso a Juric mi mangio le mani. Spero sia un trauma formativo questo e che in futuro le scelte vengano dettate da persone di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Melo69 - 3 settimane fa

    Aveva a aspettare dell’altro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lallero - 3 settimane fa

    Questa mi sembrerebbe la soluzione migliore tra tutte. Prandelli fino a giugno e poi responsabile delle giovanili, sarri da giugno e iachini lontano da firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Tiz973 - 3 settimane fa

    Spero in una vittoria a Parma, così Beppe potrebbe lasciarci da vincitore.
    Poi sarei felice di vedere Prandelli per un po’ in panchina e poi in società. Persona seria ed ottimo professionista che può far comodo per far crescere la Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. cocco - 3 settimane fa

    Lirola Caceres Pezzella Milenkovic Duncan Pulgar ambarabet Saponara Ribery kuame

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LoreBBB - 3 settimane fa

      numero 1

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. quarta - 3 settimane fa

      montiel saponara bonaventura falso nueve

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Nicco - 3 settimane fa

    Se Iachini è legato al risultato di Parma siamo davvero alla frutta, tanto se nn è oggi è domani, dopo Benevento abbiamo Milan Sassuolo Atalanta e Verona , capite bene che se nn salta sabato salta tra 1 mese, quindi onde di perdere altro tempo sabato sera IACHINI OUT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. gerrone - 3 settimane fa

    spero che anche in caso di vittoria prandelli arrivi ugualmente il modulo comunque è quello che io avrei voluto vedere da inizio anno , io sono convinto che così siamo molto molto meglio e vedremo finalmente vlahovic giocare servito non a girare a vuoto contro i mulini a vento …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. fiore - 3 settimane fa

    Speriamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. crisbiagi_5647131 - 3 settimane fa

    Il cambio è chiaramente dettato dalla dirigenza. Forse i giocatori preferiscono giocare con la difesa a tre e solo le assenze hanno consentito di fare questa prova. Io penso così. Se fosse iachini davvero sarebbe veramente un duro diamantino visto i giocatori che ha. Detto questo l’allenatore è in ogni caso in confusione.totale. Vedo meglio Prandelli giocare così.E poi secondo me è in grado di tirare fuori il meglio. Da vedere se riusciamo ad avere qualche schema in attacco. Questa è l’incognita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. bati - 3 settimane fa

    Sembra per tutti certo il ritorno dell’allenatore più amato degli ultimi vent’anni. Felicissimo per Cesare e per il fatto che torneremo a vedere un calcio organizzato e razionale. Vorrei soltanto sapere perchè quest’ultima partita (che presumibilmente perderemo) con Iachini se finalmente tutto è già deciso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LupoAlberto - 3 settimane fa

      Speriamo sia per dargli la squadra approfittando della sosta per permettergli di conoscere i giocatori e insegnargli qualcosa. Quello che mi preoccupa è la tenuta fisica: la preparazione ha dato frutti per 2 giornate, poi tutti correvano sempre meno…
      SFV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Viola80 - 3 settimane fa

    Purtroppo sono abbastanza convinto che un pareggio o una vittoria basteranno eccome a Beppe per salvarsi, se è Rocco che ci mette l’ultima parola….per coerenza allora Barone e Pradè dovrebbero rassegnare le dimissioni, ma qua si va sulla fantascienza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DexViola - 3 settimane fa

      D’accordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. 66ULTRAS - 3 settimane fa

    Dai Cesare “prepara le valige “

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ilRegistrato - 3 settimane fa

    Se questo viene confermsto vuol dire che praticamente gli è stato imposto da dirigenti e calciatori che si sono stufati delle scelte cervellotiche di Iachini. L’impressione è che la partita di Parma sia una partita autogestita dai calciatori, forse la formazione la fa Ribery. Il nuovo allenatore dovrebbe essere annunciato già domenica se no abbiamo davvero una dirigenza di dilettanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy