Calcinacci al Franchi? Sopralluogo dei tecnici del Comune. E presto l’incontro Nardella-Commisso

Tra presente e futuro, c’è grande attenzione attorno allo stadio Artemio Franchi. Le ultime novità

di Redazione VN

Sul Corriere Fiorentino di oggi si parla della questione Artemio Franchi e del messaggio che Rocco Commisso ha voluto mandare a Palazzo Vecchio presentandosi in diretta nazionale a “Novantesimo Minuto” con un pezzo di calcinaccio dello stadio. Anche per questo, ieri mattina, il Comune ha inviato sul posto i propri tecnici per valutare la situazione dell’impianto anche in vista di una parziale riapertura al pubblico (si parla di mille tifosi) per la gara contro la Sampdoria fra due settimane. Il sopralluogo, secondo quanto emerge da Palazzo Vecchio, non avrebbe comunque rilevato criticità particolari. Nel frattempo la Fiorentina, ieri presente con Joe Barone, aspetta di confrontarsi con il Comune sulla nuova norma «salva stadi». Nardella e Commisso ancora non hanno fissato una data ma è certo che nei prossimi giorni avverrà il primo di una serie di incontri che il patron viola ritiene necessari per poi decidere se avviare un progetto di ristrutturazione del Franchi oppure tornare su Campi Bisenzio.
(foto di repertorio)

Goggioli denunciò il (grosso) problema dello stadio 50 anni fa! Il documento originale

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 1 mese fa

    W il Franchi. A’mi’tempi um succedeva, le tifoserie erano anche più scalmanate ma un succedeva nulla. Mah..
    W il Franchi..togliere seggiolini, pubblicità a bordo campo, tutti n piedi, vedrete che ci s’entra n 50mila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudiog197_3585294 - 1 mese fa

    Tranquilli ,è tutto ok . Far crollare pezzi del franchi è la tecnica di pessina per renderlo sempre più simile al Colosseo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 1 mese fa

    Per dire No ai calcinacci bisogna dire Si a Campi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rudy - 1 mese fa

    Intravedo il rischio che alla fine intervenga la Procura per dichiarare l’inagibilità del Franchi, o perlomeno di alcuni settori. Così ci ritroveremo senza Stadio, né vecchio né nuovo. Menomale che 1.000 spettatori c’entrano anche alle Due Strade.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aristarco - 1 mese fa

      Esatto. E quando succederà i nostri amministratori ci diranno che era tutto ampiamente previsto. Come ha fatto il sindaco, senza vergogna, per radio ieri sera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Valter - 1 mese fa

    E Pessina dov’è?
    Non è lui il guardiano di questa opera d’arte a pag. 33.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. MassimoRon - 1 mese fa

    Premesso che chiunque vada allo stadio non può aver notato i continui interventi di RECUPERO CORTICALE SUL CALCESTRUZZO ARMATO a cui è stato sottoposto il franchi da almeno un anno, è assurdo che si voglia tutelare una struttura di oltre 70 anni fa in queste condizioni.
    IL Calcestruzzo non è eterno ed è all’inizio della sua fine .
    Stadio purtroppo storico si ma da demolire, anche perche primo o poi cade da solo.
    il ferro corroso e arrugginito un grosso problema
    non faccio allarmismi ma credo che tutti avrete capito cosa voglio dire
    Pessina ma che mestiere fa l’infermiere??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. jackfi1 - 1 mese fa

    Se la foto dell’articolo è stata rilasciata dal comune c’è un controsenso assurdo. In basso a destra si vede chiaramente che non solo il ferro d’armatura è esposto (cosa che non è grave ma che dovrebbe far scattare un campanello d’allarme per il futuro)ma addirittura oltre alla parte di calcestruzzo che copre i ferri è saltata pure quella all’interno e questa è una cosa di una gravità assurda che dovrebbe portare alla chiusura immediata di quel settore. L’importante è che il comune sappia che sta autorizzando 1000 tifosi ad entrare in un impianto dove i pilastri hanno una prestazione inferiore rispetto a quella ideale per cui erano stati progettati.

    R: la foto risale a qualche mese fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Xela - 1 mese fa

      Non sono così da anni… foto di repertorio solo per dare adito a commisso e all’invenzione che gli è caduto un calcinaccio addosso. guarda caso a lui è caduto… 90 anni di partite e succede a quello che vuole buttarlo giù. ah le coincidenze…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone Bargellini - 1 mese fa
        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. fornamas63 - 1 mese fa

        Vabbè è chiaro a tutti che si è trattato di una provocazione forse con qualche pecca di stile, ma è innegabile che il Franchi anche se lo ristucchi e lo rivernici resta quello che è, un impianto obsoleto, scomodo con una struttura di cemento vecchia di cento anni.
        Ci hanno preso in giro da tutta europa con uno stadio del genere se poi ci si accontenta che non è a rischio crollo siamo messi bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. jackfi1 - 1 mese fa

        Forse non mi sono spiegato. Che quella di Commisso sia una provocazione ok, ma se quella foto è anche di repertorio la gravità aumenta. Evidentemente non si capisce che un pilastro se perde il copriferro può continuare a lavorare senza problemi(sarebbe raccomandabile rimettere lo strato per evitare la corrosione) ma se parte il calcestruzzo interno quel pilastro non è più funzionale dal punto di vista strutturale. Se poi per parlarne dobbiamo aspettare che venga giù basta dirlo. Il tuo ragionamento lo trovo particolarmente fuori dal mondo sinceramente, e anche pericoloso. Che tu sia per lo stadio nuovo o no, per della valle o commisso, di destra o di sinistra, quello in foto é un pilastro che dal punto di vista strutturale non è più efficiente. Su questo non ci sono illazioni o teorie complottiste che possano tenere. Poi il discorso che in 90 anni non è mai successo nulla è tipico italiano. Aspettiamo che venga giù per dire che forse c’era dei problemi??

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Tato - 1 mese fa

        Sarà anche una montatura. Ma a Commisso o ad altri prima o poi qualcosa sarebbe successo, dopo 90 anni non 10, dalla costruzione del Franchi.
        Anche San Siro ha iniziato ad avere problemi. e le parole di Nardella,sulla necessità di una profonda ristrutturazione? momtatura anche quella?.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy