Ve lo do io il vero Chiesa

Ve lo do io il vero Chiesa

Federico Chiesa da stasera inizia una nuova fase: in cerca di gol e riscatto, per puntare a migliorare con la Fiorentina e giocare i prossimi Europei

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Adesso basta. Alle speculazioni sui sorrisi, mancati oppure meno. Alle accuse di tirare tanto e segnare poco. Ai gravi attacchi da parte di chi lo ha etichettato come simulatore. E’ l’ora di scrivere una nuova pagina, per Federico Chiesa. Fatta di nuovi orizzonti e obiettivi, di cambiamento per lasciarsi alle spalle tutto ciò che pesa e grava sul rendimento in campo. Troppe poche volte, in questo avvio di stagione, si è sottolineato come Chiesa si porti avanti da tempo qualche fastidio fisico. Ne ha avuti nello scorso campionato, al rientro dall’ultima sosta per le nazionali e non va dimenticato il calcione che ha subito a Cagliari. Del mercato che poteva essere, invece, se n’è detto anche troppo.

Stasera a Palermo, Federico inizia una nuova fase della sua stagione. Contro la Bosnia il Ct Mancini, che lo aveva sempre schierato titolare, lo ha lasciato fuori. Lo ha voluto pungolare così, per scuoterlo e spronarlo a dare il meglio. Contro l’Armenia sarà titolare, in una gara che sulla carta si presenta come più abbordabile. Già domani l’ala farà ritorno a Firenze, riprenderà gli allenamenti con la Fiorentina. Dal prossimo turno a Verona ritroverà Franck Ribery al suo fianco e da ciò può solo giovarne. Il campione francese gli apre spazi, gli porta via avversari e attenzioni. Non solo mediatiche. A volta basta poco, un gol o una grande giocata per sbloccarsi sotto tutti i profili.

Mercato, osservatori del Leicester in tribuna per Sottil

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    Chiesa può far tutto, può migliorare moltissimo, diventare un ottimo giocatore, fare la differenza in qualche squadra della nostra portata e far gioire o arrabbiare i tifosi di tante squadre. Tutte queste cose non le farà a Firenze perché lui non vuole restare nella nostra città. Vuole misurarsi e prendere, di conseguenza, tanti soldi, su altri palcoscenici che non sono il Franchi.
    Ancora tanti non lo hanno capito, o meglio, lo hanno capito ma fanno finta di non capirlo e si ostinano a voler il rinnovo che, puntualmente non ci sarà. A me non dispiace che se ne vada ALLE CONDIZIONI DELLA FIORENTINA, quello che dispiace è che questi personaggi, magari guidati da un padre che cerca di fare il finto modesto, non riescono a prendersi le proprie responsabilità dicendo quello che vogliono ed a cosa aspirano.
    Purtroppo la gente si innamora dei giocatori…………. ma loro non si innamorano di niente, solo dei soldi e dell’ambizione. Qualcuno, incluso Chiesa e babbo Enrico andrebbero dislocati a Taranto a farsi dei turni agli altiforni per 1200 euro al mese!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 4 settimane fa

      Come diceva il tuo amico? Andassero a Piazzale Michelangelo e lo dicessero a tutti! Scherzi a parte, articolo di una retoricità unica, ma meglio leggere articoli del genere che altri come quello della settimana passata con quell’attacco sguaiato ed irragionevole alla società, roba vergognosa che poi risveglia pure nostalgici della società e del DS precedente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

        Difficile avere degli scambi di opinione con chi non riesce a dimenticare il passato e fa le guerre alle persone. Contento te per me va bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy