Tra Jovanotti e Vasco, lo strano caso della panchina di Montella

Tra Jovanotti e Vasco, lo strano caso della panchina di Montella

Il tecnico confermato da Commisso nonostante i numeri impietosi: 3 sconfitte di fila, solo 4 vittorie in 21 partite

di Simone Bargellini, @SimBarg

“Sono un ragazzo fortunato, perchè… io sono ancora qua”. Potrebbe cantarla Vincenzo Montella, unendo due grandi successi della musica italiana. Perchè conservare la panchina nella sua condizione non è roba da tutti, anzi è un autentico privilegio. Non abbiamo niente contro il tecnico della Fiorentina, sia ben chiaro, semmai sono i numeri a parlare chiaro. Dopo 3 sconfitte consecutive contro Cagliari, Verona e Lecce alla maggioranza degli allenatori sarebbe stata recapitata una lettera di esonero, figurarsi che a qualcuno è successo anche dopo una vittoria (Giampaolo). Quando si vivono due interi mesi di involuzione (dalla bella vittoria col Milan del 29 settembre in poi) nei quali si ottengono 2 vittorie poco convincenti, 2 pareggi e 4 sconfitte, è comune pensare che un allenatore sia messo in discussione. Ricordando anche che la Fiorentina “vanta” il peggior score in assoluto contro le tre neopromosse (appena 1 punto).
.
E quanti altri allenatori sarebbero stati confermati dopo il disastro dello scorso anno? Considerando anche quel periodo, il bilancio dell’intera gestione Montella-bis è clamoroso: 4 vittorie, 6 pareggi e ben 11 sconfitte in campionato, una media da retrocessione. Certo da una stagione all’altra è cambiato praticamente tutto, ma il fardello rimane e si somma alle difficoltà dello stesso Aeroplanino nelle precedenti esperienze con Sampdoria, Milan e Siviglia. E’ giusto anche dire, infine, che tutte le colpe del momento viola non possono essere del mister e che non sempre il cambio in panchina porta benefici. Ma sicuramente Montella può, ad oggi, ritenersi molto fortunato. MA LA FIDUCIA E’ A TEMPO…

Commisso: “Le tre sconfitte non mi sono piaciute, ma siamo una famiglia. Montella…”

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. VioletDreams - 2 giorni fa

    Si sta liberando Ancelotti… Montella è napoletano… Dai che è l’occasione giusta per dirottare l’aeroplanino a Napoli e prendere Ancelotti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bati - 2 giorni fa

    Così come le grandi squadre o grandi società sono molto meno inclini all’esonero in corsa di quanto facciano le medio piccole, le persone intelligenti sono più portate alla pazienza, alla valutazione dei fatti, dei tempi, delle circostanze, dei valori qualitativi, dei progetti, delle attenuanti e delle prospettive, rispetto agli stupidi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy