La cara, vecchia, abitudine della Fiorentina: e la “giostra” è pronta a ripartire

La cara, vecchia, abitudine della Fiorentina: e la “giostra” è pronta a ripartire

Con Pioli si sta ripetendo lo scaricabarile già visto con altri allenatori. Ma il ridimensionamento della Fiorentina ha altre radici (e responsabilità)

di Simone Bargellini, @SimBarg

Passano gli anni, cambiano gli orizzonti, ma certe abitudini in casa Fiorentina rimangono intatte. Come quella di scaricare l’allenatore di turno: che sia per eludere un progetto tecnico o per distogliere le attenzioni dalle responsabilità societarie, la lista parte da Prandelli e arriva fino a Pioli, passando da Montella e Sousa. Storie diverse ma con un comune denominatore: la colpa è sempre degli altri (funziona anche con i calciatori). Non che l’attuale mister – per arrivare al caso specifico – sia immune da responsabilità, perchè sicuramente la Fiorentina avrebbe potuto fare qualche punto in più, specie con le piccole. Ma a conti fatti il rendimento non è poi tanto distante dalla dimensione che investimenti e ambizioni suggerivano. Non è certo imputabile a Pioli il fatto che nel giro di poche stagioni l’obiettivo dichiarato sia passato dal quarto al settimo posto. Non è imputabile a Pioli il fatto che il monte ingaggi sia stato dimezzato rispetto a pochi anni fa diventando simile a quelli di Bologna, Sampdoria e Sassuolo. Non è imputabile a Pioli se un solo acquisto in questa stagione è stato pienamente azzeccato (Muriel) ed è arrivato per giunta a metà campionato. Eppure da qui ai prossimi mesi si parlerà quasi esclusivamente del futuro della panchina e poi da maggio la giostra ripartirà con un nuovo allenatore, mentre il resto degli “attori” rimarrà saldamente al proprio posto.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

I bilanci a fine anno: Pioli via, Corvino e squadra verranno valutati

61 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. emilio - 4 mesi fa

    I PROBLEMI IN ORDINE DI IMPORTANZA SONO :
    1) CIABATTINI MARCHIGIANI
    2) GNIGNI IL GANZO
    3) PANZONE DEL TAVOLIERE
    4) MAGGIORDOMO PARMESAN
    CO UN ALLENATORE NORMALE CI SAREBBERO 5/6 PUNTI IN PIU’

    PER IL PROSSIMO ANNO SALVO RIVOLUZIONI TOTALI PUNTARE SU SEMPLICI !!! AMEN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. loris82 - 4 mesi fa

    parliamoci chiaro qui è fallito tutto, pioli ha sbagliato perchè dalla semifinale di coppa italia ha schierato delle formazioni tatticamente inguardabili e la società oramai si è calata solo nelle logiche delle plusvalenze e della costruzione a gratis di fantomatici stadi… si a gratis perchè questi signori non spendono un euro e credo sia meglio che si comprino l’ancona calcio e vadano a fare i profeti a casa loro. Speriamo che qualche magnate russo o arabo o cinese o perchè no la menarini ci salvino… ma se i risultati sono i l decimo posto per i prossimi anni la vedo dura,,,, tra 2-3 anni faremo la fine dell’udinese ma tanto si sa è sempre colpa dell’allenatore o dei direttori sportivi. VIA I DELLA VALLE DA FIRENZE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alessandro - 4 mesi fa

    Se capisco bene quello che leggo e sento, è stato Pioli, forte di un prestigiosissimo decimo posto e di qualche sporadica vittoria, ad attaccare pubblicamente la società perché non gli ha rinnovato il contratto. E dire che fino alla vigilia di Fiorentina-Lazio, Pioli era stato il più prono e remissivo degli aziendalisti, spesso lanciandosi in sperticate (e non dovute per contratto) lodi di fuoriclasse in incognito portati alla Fiorentina dalle leggendarie intuizioni del commerciante di bestiame Corvino. Adesso, logorato dall’attesa del sacrosanto rinnovo, Pioli ha esternato con voce stentorea tutto il suo profondo apprezzamento per il proprio prezioso lavoro (unito alla constatazione che i giocatori sono molto giovani e sbagliano spesso) e la legittima collera verso la società colpevole di avergli riservato un trattamento pari a quello ricevuto, in tutta la serie A, solo da un paria della panchina quale Ballardini. Allora, con la mia logica elementare, mi chiedo se Pioli non avesse sempre rappresentato la Fiorentina come un mondo meraviglioso solo perché pensava di potersi garantire in quel modo un comodo soggiorno pluriennale a corte. Questo senza assolvere affatto la politica ormai esclusivamente mercantile della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fazio - 4 mesi fa

    TIZ973 ha sinteticamente fatto il quadro reale della situazione,è l’ora di finirla con la difesa del peggiore “tecnico” in circolazione,in 2 anni mai sentita una domanda sul non gioco della squadra,sul non utilizzo di tanti giocatori,su formazioni errate,su marcature a uomo di un nostro centrale di difesa fino all’area avversaria di un trequartista avversario roba da anni’30 e da ritiro immediato del patentino,sul aver fatto regredire e mandare in crisi Simeone relegato in panchina,sul aver accantonato Pjaca e non esser riuscito ad inserirlo e farlo rendere viste le qualità superiori alla media…niente di tutto ciò..la squadra come valori non è certo inferiore alle 3/4 che la precedono..se c’è una colpa ed anche grave è quella di aver ingaggiato il sig.Pioli questo si..e non averlo mandato a casa alla fine del girone di andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tiz973 - 4 mesi fa

    Cari giornalisti, smettete di scrivere articoli intellettualmente imbarazzanti in difesa di Pioli, che purtroppo ha dimostrato di essere un allenatore mediocre che con una squadra alla pari di Torino, Atalanta, Samp e Lazio riesce ad arrivare solo 10°, con distacco. Sicuramente è una brava persona, ma come allenatore ha fallito l’ultima chance, dopo aver già fallito con Lazio e Inter.
    La Fiorentina ha espresso un calcio bruttissimo, quasi da far rimpiare Mihailovic, con il record modiale di pareggi. Sarebbe stato giusto attaccare la società se lo avesse confermato, condannando noi tifosi ad un’altro anno di squallore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. zeroal_10398430 - 4 mesi fa

    Cari GIORNALISTI, se davvero amate la maglia viola, cominciate a fare queste domande alla società, quelle poche volte che vi ci confrontate.
    Sembra che abbiate timore a dire loro quello che pensate…….
    Cominciate a fare domande scomode, sull’utilità di corvino, sul 7imo posto dichiarato e mancato, chiedete apertamente “di chi sono le responsabilità”. Questi articoli li leggiamo solo noi tifosi da tastiera……..rendete più nobile il vostro lavoro.
    FORZA VIOLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gerber - 4 mesi fa

    arà una debacle fino a fine stagione.
    I ragazzi amano il loro allenatore, Corvino, Cognigni e DV, nella lora immensa presunzione NON lo capiscono.
    Sarà un naufragio, com’è giusto che sia, com’è che LORO vogliono.
    Rivalutiamo il giudizio su Montella che già disse quale fosse la nostra dimensione; e giù a criticarlo, gli andrebbe chiesto: “scusa, avevi ragione”.
    L’obiettivo ambiziosissimo del 7° posto (che pena) era stato dato, nulla di più dobbiamo aspettarci.
    E i tifosi? Poveri schiocchi, faranno le corse a rinnovare l’abbonamento, con questo atteggiamento da esibizionisti, con la retorica de “solo per la maglia” (BASTA!) che porta soldi in tasca ai DV, RATIFICANDO le scelte societarie. E’ così che va!
    Provassero, per una volta, a NON FARE GLI ABBONAMENTI, tanto il posticino così caro non glielo prende nessuno e forse, dico forse, qualcuno drizzerebbe le antenne!
    Tanto sono solo chiacchere da tastiera, andrà SEMPRE nello stesso modo.
    Siamo CLIENTI, non dimenticatelo, nulla di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ziomario - 4 mesi fa

    Ognuno di noi la può pensare come vuole però ho letto dei commenti che mi hanno lasciato basito. Parlare coi soldi degli altri è facile però al giorno d’oggi nessuno li butta più via semmai si cerca di spenderli in maniera intelligente. Ed è proprio qui secondo me il nostro problema. Guardate che il mago del Salento, l’uomo solo al comando, ha venduto si bene giocatori che ti avevano portato al quarto posto per diversi anni ricavando un sacco di soldi ma chi ha comprato? Il signore in questione ha speso una fortuna e non ha portato a Firenze giocatori all’altezza della viola. Poi dati in mano ad un allenatore, bravissima persona niente da dire, mediocre e la frittata è fatta. Quest’anno se non avevamo Chiesa sono convinto che dovevamo fare i conti con la zona retrocessione. La mia non è una difesa nei confronti dei Della Valle lo vedo che hanno il braccino corto gli chiedo solo di affidare la gestione della squadra a uomini di calcio e lasciar perdere personaggi mediocri come Corvino poi ben vengano cinesi, sceicchi ecc. ecc. ma purtroppo all’orizzonte non si vede nessuno. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. claudio.godiol_884 - 4 mesi fa

    Occorre una svolta eclatante della società definitiva che possa accendere nuovi stimoli ed entusiasmi……altrimenti si rischia il declino e l’indifferenza. Meglio l’abbandono ed il fallimento sportivo che vivacchiare sempre nel limbo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-2073653 - 4 mesi fa

    Via Corvino, non ne possiamo più della mediocrità nella quale ci ha portati. Ma se a parte la Fiorentina, alla sua età è passato solo dal Bologna e dal Lecce, un motivo ci sarà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bob - 4 mesi fa

    La verità è una sola: i Fella Balle come imprenditori hanno fallito totalmente il loro progetto. Non sanno fare calcio lo hanno saputo fare e non saranno mai capaci di farlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Gasgas - 4 mesi fa

    Il pensiero dell’afflitto dalla sindrome della neve di Gubbio due stagioni fa: finalmente abbiamo cacciato Sousa ed ora con Pioli ci divertiremo…
    Due stagioni dopo, risiamo alle solite… Alzate il bersaglio un po’più in su…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. EnzoViola - 4 mesi fa

    Nel Gennaio 2016 i Della Valle hanno manifestato tutto il loro disinteresse sportivo per la Fiorentina, ci hanno tolto un sogno, non si può esser secondi in classifica e non fare un sacrificio (15Ml)per coltivarlo.
    La società è in vendita..vogliono finire l’opera guadagnandoci.
    E poi davvero se ripenso a tutti i soldi spesi male mi viene l’orticaria.
    Autofinanziamento va bene, ma mica si può vedere spendere soldi (troppi) per delle pseudoscommesse.
    TABULARASA!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Gasgas - 4 mesi fa

    Nella foto potete ammirare i simboli della nostra discesa alla mediocrità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. woyzeck - 4 mesi fa

    Complimenti Bargellini, ottimo articolo, assolutamente centrato. Il problema però adesso è: che facciamo?…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Dellone68 - 4 mesi fa

    Bravo Bergellini, finalmente, finalmente, finalmente! Tutti stanno prendendo le distanze da questa proprietà di INCOMMENTABILI e da questi dirigenti (Gnigni e Corvino) altrettanto INCOMMENTABILI. Prima o poi tutta la stampa, TUTTA, riuscirà a dire le cose con altrettanta chiarezza ed allora la rivoluzione sarà fatta. Tutti i tifosi urleranno il loro sdegno contro la proprietà di questi piccoli satrapelli e finalmente si leveranno di torno. Forza ragazzi, forza, non disperiamo, uno, cento, mille articoli come questo al giorno toglieranno presto l’incomodo di torno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 4 mesi fa

      ahahah 1000 articoli al giorno fanno 250 milioni di euro? Azz non credevo che fosse così redditizio scrivere articoli. Senza lilleri non si lallera … e ci vuole il grano per mandarli via. Non lo volete capire. Money Money Money. Vuoi comprare la ferrarina? Ci vuole il soldino …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Barsineee - 4 mesi fa

    ma quanto ci piacciono questi articoli. Finalmente informazione vera, chiara, attendibile, super partes. Bello l’articolo. Complimenti. Effettivamente se un giornale non riesce a raggiungere gli obiettivi si cambia la proprietà del giornale non il direttore. Effettivamente se un programma televisivo non raggiunge gli obiettivi di share si cambia la proprietà della televisione non il conduttore. Effettivamente se un’azienda non raggiunge gli obiettivi di vendita si cambia il proprietario, non il direttore commerciale. Cosa aggiungere? Nel caso non ve ne foste accorti nel vostro ragionamento ineccepibile Di Francesco è stato esonerato per non aver centrato gli obiettivi, Spalletti sarà esonerato se non centra la Champions, Gattuso sarà esonerato forse anche se li centra gli obiettivi … pensate che anche Allegri potrebbe non essere confermato se non vincesse la Champions. Povero Pioli. Tutti vengono giudicati per il loro operato e invece la cattiva fiorentina ha la vecchia cara abitudine di scaricare la responsabilità sull’allenatore. Povero Pioli. A pensarci bene io lo farei martire. Un po’ come Sousa che infatti poi ha avuto una carriera folgorante (in quanti anni doveva vincere la Champions?) oppure Montella (ma la dimensione quale sarebbe?) o che ne so Prandelli (Genoa piazza storica, sono fiero di essere arrivato qua). Povero Pioli. Ce l’hanno tutti con lui. Meno male che finalmente c’è chi lo difende e finalmente possiamo ridargli un po’ di dignità a questo povero uomo così competente e capace. Perchè preoccuparvi dell’andamento del sito? Se non fate i risultati attesi mica cambiato il direttore. Si cambia la proprietà di RCS! No?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 4 mesi fa

      Da quale parte si deve iniziare a leggere questo discorso per poterlo decriptare?
      Farebbe fatica anche lo spektor di James Bond…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 4 mesi fa

        Guarda prova a prendere tutte le quarte consonanti e mescolale con le seconde vocali di ogni parola terza in croce con la crescita verso l’alto con il passaggio no look all’aperto. Poi quando hai sistemato la Torre di Maratona pensa all’ombra proiettata sul cateto e pensa che Pioli non ha colpe ma è tutta colpa dell’omo nero. Ah già … non ci sono più le mezze stagioni e tra due giorni inizia la primavera che è dura tutto l’anno. Povero Pioli. Pensa che sfiga il cateto dell’ipotenusa della Torre di Maratona con Sousa in Montella … drammatico! Via i VD da Prato!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone Bargellini - 4 mesi fa

      Al di là del tuo tono, forse non hai capito il senso dell’articolo. Nessuno vuol difendere il “povero” Pioli ma ti sei accorto che nei casi che tu citi non si sono limitati all’allenatore? La Roma ha cambiato due ds negli ultimi 3 anni, l’Inter è passata da Branca a Sabatini e ora ha preso Marotta, il Milan ha cambiato tutta l’area tecnica. I Della Valle non si possono cambiare, ma una proprietà che vuol fare calcio e vuole avere delle ambizioni, come giudica il rendimento di un allenatore dovrebbe fare altrettanto con i suoi dirigenti e valutarli in base al risultato sportivo anzichè solo da quello economico. Il concetto era questo, basta non essere prevenuti prima di leggere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Up The Violets - 4 mesi fa

    Oh, finalmente qualcuno che dice come stanno realmente le cose. Bravo Bargellini. Che poi in realtà, a voler essere proprio precisi, non esistono delle uniche, grandi colpe societarie. All’interno di queste ultime bisognerebbe infatti distinguere tra le responsabilità dei fratellini (avere ripreso Corvino nonostante i precedenti e avergli lasciato tutto in mano, chiedendogli come prima e forse unica cosa di abbassare il monte ingaggi) dalle colpe dello stesso Corvino, che avrà sì abbassato gli ingaggi, ma ha buttato via una somma iperbolica in operazioni dall’esito mediamente tragicomico e con un monte ingaggi comunque superiore a quello di squadre come Atalanta e Samp ha costruito una squadra nettamente inferiore a quelle di Atalanta e Samp. Sempre per la precisione, siamo inferiori anche al Toro, che pure ha speso più di noi in ingaggi per avere solo pochi punti in più e venire eliminato nello scontro diretto di coppa. Ma ci sono comunque superiori, anche loro, e Parma-Sassuolo-Genoa sono lì: il Corvo 2, non c’è che dire.

    Però è già qualcosa che si riducano le responsabilità del pur inadeguato Pioli a qualche punto di troppo perso contro le piccole e alla totale disorganizzazione tattica, sottolineando invece la ben più urgente esigenza di cambiare i dirigenti e l’impostazione societaria, prim’ancora del semplice e banale allenatore. Perché se già di tuo punti al settimo posto è normale che, nel caso in cui le cose non vadano come previsto, tu finisca molto più in basso. E la stagione storta può capitare con chiunque, non solo con Pioli, quando alleni tutt’altro che fuoriclasse.

    Il ribaltone societario, anche questo l’ottimo autore dell’articolo lo dice, non avverrà mai: Pioli assolverà totalmente alla sua funzione di parafulmine, Corvino rimarrà dov’è e continuerà a fare i danni che ha sempre fatto da quando deve lavorare in autofinanziamento, senza più i margini di spesa che aveva ai tempi di Prandelli. Ossia dal 2010, dall’inizio del disgraziato mini ciclo-Sinisa e Delio Rocky.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. fabio1926 - 4 mesi fa

    Non sono d’accordo, a Firenze quando le cose non vanno facciamo sempre troppe chiacchiere, spesso molto puerili e spesso fuori luogo. Siete sempre pronti ad attribuire colpe alla società molto superiori di quelle che in effetti ha, ma la società i soldi li ha investiti eccome quando c’è stato da investire: vedi il povero Astori, Pezzella, Veretout, Lafont, Simeone, Benassi e sicuramente sarà riscattato Muriel. Non solo, l’anno scorso abbiamo trattenuto giocatori molto richiesti sul mercato come Chiesa ed altri. I soldi la società li ha spesi nella misura che una società come la Fiorentina può spendere, non raccontiamoci balle, non siamo né il Milan né l’Inter e oggi il calcio non è più quello dei Cecchi Gori che si sono coperti di debiti per il calcio. La verità è che Pioli ha avallato interamente il mercato fatto da Corvino, mai una critica ha sollevato. Io credo che il problema di questa Fiorentina sia proprio il gioco. Squadre molto meno blasonate della nostra e con molte meno risorse giocano un calcio migliore e più propositivo del nostro, basta vedere le partite di questo campionato. Cagliari, Sassuolo, Atalanta, Spal, Lazio, Sampdoria, hanno un gioco di squadra, hanno geometrie, noi no. Pioli è un grande uomo di spogliatoio ma in questi due anni non ha dato un gioco a questa squadra, sono due anni che il solo gioco che vediamo è rubare palla e ripartire. Sbaglio?
    La colpa che possiamo dare alla società è quella aver sbagliato allenatore, sono convinto che con gli stessi giocatori che abbiamo oggi allenatori come Gianpaolo, Semplici o Inzaghi avrebbero fatto meglio. Chi vuole un altra società dovrebbe almeno avere l’onestà di dire che aldilà di questa proprietà compratori interessati non ve ne sono, men che mai Fiorentini. IL perché è fin troppo chiaro: Firenze non ha un bacino di utenza pari alle società più blasonate. Chiunque verrà non potrà fare politiche troppo dissimili da quelle odierne e se sperate in qualcuno che venga a fare beneficenza (buttare via i suoi soldi) solo perché noi siamo la Fiorentina, state guardando un film sbagliato. Non ho niente contro un cambio di proprietà, ma ad oggi ringraziamo che ci sono i Della Valle perché sennò ci sarebbe il deserto.
    La vera critica va fatta a Pioli, lui è il primo responsabile dello scarso rendimento della Fiorentina, non la società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Unsenepoppiu - 4 mesi fa

      Scusami ,ma non ci credo che tu la pensi davvero così se tifi davvero Fiorentina.
      Se invece tifi per l’Audace Marchigiana allora è un altro discorso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user - 4 mesi fa

        l’Audace Marchigiana non è male…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. fabio1926 - 4 mesi fa

        E tu la Fiorentina la tifi solo quando si giocava contro l’Aglianese??
        A far battute siam tutti capaci, altro è fare discorsi reali e rispondere nel merito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. CippoViola - 4 mesi fa

      Dici di non essere d’accordo ma alla fine hai scritto che colpa è della società che ha scelto un allenatore INCAPACE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio1926 - 4 mesi fa

        Ma hai letto tutto il mio intervento o solo la fine??
        Se ogni volta che viene sbagliato un allenatore si dovrebbe vendere una società probabilmente saremmo un paese senza calcio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antani - 4 mesi fa

          Alla società le responsabilità di aver scelto l’allenatore come ti fanno notare, ma anche a mio avviso quella di non aver costruito un progetto calcistico più di livello avendo scelto un uomo come il Corvo bravo in affari meno in progetti. I soldi in autofinanziamento si trovano. Un altro problema imposto dalla società il tetto ingaggi che dà la misura della portata del progetto. Giocatori di livello non li tieni a 1mln massimo è purtroppo normale. Come fai a tenere Chiesa?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. paolohendri_11578369 - 4 mesi fa

          Si dovesse

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. user - 4 mesi fa

          Sì,”se ogni volta si dovrebbe vendere”…prima delle battute un bel corso di Italiano non sarebbe male…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. paolohendri_11578369 - 4 mesi fa

    Faccio le mie lodi a Bargellini complimenti imparate “giornalisti” come si fa un articolo senza interessi . Bravo bravo bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Purple Mind - 4 mesi fa

    Articolo da 9 in pagella non ti do 10 perché quando scrivi che si è passati dal lottare dal 4 a 7 posto in realtà loro quando sono arrivati avevano promesso di lottare per lo scudetto perciò il salto all’indietro è ancora più marcato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Gasgas - 4 mesi fa

    Poche storie, cambiare DG. E sarà l’ora che anche voi giornalisti vi facciate sentire..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. gibstudi_9758289 - 4 mesi fa

    Film già visto e rivisto, patetici non c’è altro da dire……
    Ma veramente ci meritiamo tutto questo?
    Ma che se ne vadano se il calcio non gli interessa e non ci vogliono investire!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. palo - 4 mesi fa

    tutti gli allenatori si lasciano male con la società chissà come mai! quando si accorgono con chi hanno a che fare è inevitabile che i problemi vengono a galla! Il calcio non è materia per loro che si concentrino sulle calzature e tolgono il disturbo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. mauro1949 - 4 mesi fa

    ….aspettiamoci a breve un “Chi non vuole rimanere, lo dica”….e invece chi vuole rimanere, non e’ idoneo al progetto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Burlamacchi - 4 mesi fa

    Bravo Bargellini, articolo che condivido completamente.

    Dispiace solo aver letto tanti insulti la scorsa estate verso chi segnalava che qualche problema c’era. Era visto come un affronto nei confronti di una dirigenza che alcuni tifosi (?) ritengono infallibile e perfetta.

    Viene incolpato Pioli perchè è sempre facile incolpare l’allenatore, ma quando a centrocampo ti prendono un Norgaard qualsiasi e poi mandano gente a commentare dicendo che è un fenomeno e che manderà in panchina i nostri giocatori, ci si rende conto che forse certe campagne vengono mosse ad arte.
    Chi diceva “State tranquilli che con Pjaca l’attacco è a posto” dimenticando che era ancora un giocatore da recuperare, verrà mai ad ammettere di essersi sbagliato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wolwerit - 4 mesi fa

      Comunque L allenatore in due anni non ha dato un gioco ….e giustamente deve pagare ,uno come Conte con questi giocatori arrivava sicuro in Europa .pioli è stato limitato nelle scelte …ha insistito con simeone e placa quando erano palesemente da togliere e lascia ora simeone in panca che è super carico … hanko dabo vhlauvic ceccherini non anno visto il campo quasi mai .
      il modulo con tre centrocampisti non funziona ,visto la scarsa qualità dei nostri centrocampisti e la mancanza di un regista e un mediano vero si gioca con due mezzale e un mediano come edinilson che è pur esso una mezzala , è palese che si doveva provare un cambio di modulo aumentando il centrocampo anche a livello numerico .
      con o un 3-5-2 con biraghi E Gerson esterni e due punte fra simeone chiesa Muriel oppure se non vuoi rinunciare al tridente un 3-4-3 alla malesani tutto a trazione anteriore , con i tre in difesa e ceccherini e hanko come alternative ,biraghi a centrocampo .
      Inoltre pioli ha sbagliato a parlare di futuro e contratti in questa fase della stagione è sembrato come un abbandonare la nave e ragazzi giovani come la nostra fiorentina e come veleno, è un dare alibi …..,c e ancora da provare ad andare a Bergamo e vincere e forse una finale da giocare !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Burlamacchi - 4 mesi fa

        Ma via, un po’ di serietà per favore! Hancko, Ceccherini ecc quando han visto il campo han dimostrato di essere particolarmente migliori dei titolari? Non raccontiamoci fregnacce.
        Ma poi è realistico puntare ad un posto in Europa con una squadra imbottita di queste scommesse? E incolpate pure Pioli?
        Mi auguro che diventino dei fenomeni, ma ad oggi non sono pronti e questo pesa sui titolari.

        Corvino ha messo in mano a Pioli una squadra incompleta, dove fra i titolari ci sono varie incertezze (le più clamorose sono i due “grandi colpi” del mercato estivo: Pjaca e Gerson) ed in panchina tutta una serie di scommesse, che necessitano di tempo.
        Non è sorprendente che poi la squadra non sia all’altezza.
        Ciò che sorprende invece è che si dia la colpa a Pioli e non a Corvino.

        Sulle parole di Pioli, possibile tu non veda il modo in cui è stato abbandonato e tu non ti renda conto che il vero danno l’ha fatto Cognigni, un altro che al solito non paga mai. E’ dirigente da oltre 10 anni, risultati zero, ma nessuno in società ha mai pensato di chiedergli conto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. mauro - 4 mesi fa

    I DV si devono decidere, o vendono, oppure devono azzerare tutta la dirigenza, e mettere persone che sanno di calcio, esempio Antognoni presidente, con un responsabile area tecnica tipo Galli, che possano scegliere un allenatore con idee chiare. Solo così ci potrà essere una speranza, altrimenti è sempre la stessa fuffa che non ne possiamo più. Non vogliamo che investano a vanvera, ma proprio perché ci vogliono investimenti mirati ci vuole persone che abbiano le p…e e le giuste conoscenze, non interessano dei buoni amministratori che non conoscono il calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ViolaLuke - 4 mesi fa

    Ennesimo articolo che vi potevate risparmiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 4 mesi fa

      Perché?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 4 mesi fa

        Perché finalmente dice come stanno realmente le cose.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gariboldi - 4 mesi fa

      La verità fa male eh….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user - 4 mesi fa

        Eh già…ma se lui ci dava la sua interpretazione del perchè i giornalisti dovrebbero tacere quando le cose non vanno….mi sarebbe piaciuto sentire la sua campana…
        a pensarci bene forse si può intuire cosa avrebbe detto:per il bene della squadra,per gli obiettivi ancora in ballo e altre scuse simili….Dimmi che ho indovinato?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ViolaBelugi - 4 mesi fa

    Gli allenatori andati via da Firenze non hanno poi fatto carriere mirabolanti, ma non è questo il punto. Gli obiettivi della società sono chiari: centrare l’Europa League (se si riesce) e non perderci dei soldi (tassativo). Il secondo obiettivo lo raggiungi contenendo il monte ingaggi e facendo plusvalenze. Le plusvalenze le fai trovando giocatori buoni a poco prezzo e valorizzandoli. L’Europa League l’abbiamo mancata di brutto. Gli acquisti estivi hanno deluso in massa e non porteranno grandi plusvalenze. Quindi qualche testa salterà. Una proprietà più ambiziosa? Ben venga, si facciano avanti gli acquirenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 4 mesi fa

      Tutto bene, eccetto l’ultima frase. Si facciano avanti gli acquirenti lo devono dire in maniera chiara i DV. Finora hanno nicchiato e non poco. Evidentemente un qualche interesse nel tenere ancora la squadra ce l’hanno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ViolaBelugi - 4 mesi fa

        Non hanno necessità di vendere, quindi vogliono vendere bene. E quindi difficilmente metteranno un annuncio su La Nazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. 65viola - 4 mesi fa

    cazzo si sono svegliati anche a violaanews….buongiorno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fudo77 - 4 mesi fa

      a dire il vero è da tempo, che la redazione nella quasi sua totalità, ha intrapreso la strada del “Pensiero Vuturiano” …
      condivido in toto, il loro pensiero visto che nell’era Dell Valle la Fiorentina è l’unica Società Calcistica di serie A, a non aver vinto alcun TROFEO … visto anche i ricambi al vertice di questi anni in Campionato e Coppa Italia !!!
      …. ops, forse mi sbaglio io ed ha sempre vinto la medesima squadra … !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. folder - 4 mesi fa

        Della fascia cui dovrebbe appartenere la Fiorentina,durante l’intera era DV,la Fiorentina,in effetti,è l’unica a non aver vinto nulla.(Samp ed Atalanta non le giudico,per storia,da stare al pari dei viola).O Coppa Italia o Supercoppa o Scudetto tutte hanno vinto.Ora: se a te piacciono tanto i fratelli tienteli pure.Chi la pensa come me vorrebbe altro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fudo77 - 4 mesi fa

          tipo !? …. Agnelli, Berlusconi …. Tanzi, Cragnotti !? … oppure la folta schiera di Sceicchi o Emiri, in coda !?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mezio Fufezio - 4 mesi fa

            In realtà l’annuncio lo avevano anche messo, ma, a quanto ne sappiamo, non si è presentato nessuno con una proposta valida.

            Mi piace Non mi piace
  31. Lk - 4 mesi fa

    Ttt la stessa fine e poi ttt che vorrebbero tornare ad allenare la Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 4 mesi fa

      Da’ retta, gioca il jolly e compra una vocale… ttttttt

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Unsenepoppiu - 4 mesi fa

    La strada era gia ‘ tracciata dai primi risultati negativi di quest’anno.
    Basta rileggere i commenti della Gazzetta (organo ufficiale della proprietà) risalenti già al girone di andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. user - 4 mesi fa

    Chapeau al tuo articolo.realtà fotografata anzi radiografata perfettamente.
    Bravo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Marco Chianti - 4 mesi fa

    Vogliamo i fratelli via da Firenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio - 4 mesi fa

      si hai ragione ma non vedo nessuno che si fa avanti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paolohendri_11578369 - 4 mesi fa

        Non lo devi vedere te Fabio. Non ricordo di essere mai stato senza un presidente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy