Il sale della Champions sulle ferite viola: 4 anni che sembrano 40

Il sale della Champions sulle ferite viola: 4 anni che sembrano 40

Pochi anni fa la Fiorentina era al livello di Liverpool e Tottenham. Poi però le strade si sono completamente allontanate

di Simone Bargellini, @SimBarg

Ci mancava solo questa per i tifosi viola, quasi una beffa ordita dal destino. Mentre la Fiorentina si è infilata in un ridimensionamento verticale, Liverpool e Tottenham sono le protagoniste della Champions League e si contenderanno il titolo di campione d’Europa il prossimo 1 giugno. Due squadre che fino a pochi anni fa i viola affrontavano a testa alta, riuscendo pure a batterle: indimenticabile la doppia vittoria con i Reds nella Champions, quasi 10 anni fa. E solo 4 ne sono passati – anche se sembrano 40 – dal trionfo della Fiorentina sugli Spurs negli Ottavi di finale di Europa League, con i viola di Montella capaci poi di arrivare fino alle semifinali. Sulla panchina inglese c’era già Mauricio Pochettino e un nucleo di giocatori su cui anno dopo anno il Tottenham ha costruito un “ciclo” (per loro termine adeguato) importante, trattenendo stelle del valore di Kane ed Eriksen, pur non avendo le possibilità delle big inglesi ed europee. Già la stagione successiva, quando le squadre si ritrovarono di fronte, si era creato un divario con una Fiorentina – affidata di Sousa – che iniziava a perdere pedine per strada. Il resto è storia recente.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Il rischio di Montella e il terzo indizio che fa una prova

Corvino, presto l’annuncio. Non scontata la conferma: le mosse di ADV

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sergio S - 7 mesi fa

    Tanto per aggiungere altro sale sulle nostre ferite, vorrei aggiungere che in questa stagione la Fiorentina ha ricevuto dai diritti tv circa 65 milioni. Ma Atalanta e Torino ne hanno avuti 56…e addirittura la SPAL solo 40. Quindi una stagione fallimentare si basa anche (e direi soprattutto) da COME vengono spesi i soldi a disposizione! Corvino sarà anche bravo a vendere, ma è nella maggior parte dei casi un disastro a comprare, ne azzecca due su dieci, quando va bene…e quindi la colpa più grande dei Della Valle per me è quella di lasciare un uomo solo al comando, ormai palesemente inadatto o comunque non sufficiente per la gestione tecnica. E visto che i proprietari di solito per le loro aziende sono attenti a come vengono gestite e non esitano a sostituire i dirigenti poco capaci, giustifico la confermata presenza di Corvino come disinteresse verso il calcio, con ricerca di uscita alle loro condizioni (di certo pretendono di ricavarci parecchio, altrimenti qualche compratore l’avrebbero già trovato). Da tutto questo, chi ci rimette siamo tutti quanti: squadra e tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsineee - 7 mesi fa

    Sapete perché siete tutti patetici quando scrivete questi amarcord? Perché siete nostalgici di un passato. Il passato non torna più. Si dovrebbe guardare al futuro. Il futuro oggi dice: nessun candidato sindaco vuole lo stadio nuovo a Firenze. La lega italiana è commissariata da anni. I diritti TV sono distribuiti peggio di 5 anni fa. Non credo sono i permessi per costruire nulla a Firenze. Non esisto tempi certi per nulla. Il futuro non è una priorità della Italia. Si guarda all’oggi e si rimpiange il passato. Gli altri investono sul campionato. Noi abbiamo lo stesso board da 30 anni. Il calcio italiano è finito. Stop. Nazionale ai minimi storici, club ai minimi storici. Progetti? Fare vedere più partite della Juve la sera. Pensate che la Roma tornerà in semifinale? No. Non c’è speranza. Siamo diventati da anni una provincia dell’ impero. E la colpa è sono nostra. Tra 4 anni il paragone sarà ancora più impietoso. Finito. Game over

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BocaJunior78 - 7 mesi fa

    Tutto molto bello e il discorso di fondo sul ciclo ha perfettamente senso. Ma alla fine allo stato attuale il Tottenham di Pochettino cosa ha vinto? Nulla, zero, nada. Anzi, è riuscito ad arrivare secondo nell’unico campionato in decenni in cui tutti i top club hanno fatto schifo, facendo vincere il Leicester.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vb - 7 mesi fa

      Esiste anche il golf, non devi per forza guardare il calcio se non ci capisci una mazza…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. filippo999 - 7 mesi fa

    tutto quello che si vuole…ma non è solo una questione di soldi…
    DDV è partito con l’idea del centro sportivo a Incisa….adesso ci
    fanno il vino…perchè la Fiorentina non ha un centro sportivo di alto
    livello ? Pure quello costava troppo ? E’ inutile parlare di settore
    giovanile se non hai strutture all’avanguardia . Lo stadio è la
    novella della stento . Sullo sponsor stendiamo un velo pietoso .
    La verità è che da 4 anni , tutti questi discorsi non hanno più
    senso , perchè DDV non ha più alcun interesse per queste cose .
    Penso solo ed esclusivamente a calmierare i costi , esclusivamente quello…
    Stesso motivo per cui ha ripreso Corvino e poi lo riconferma…tutto
    perfettamente coerente dal suo punto di vista…poi , è chiaro che non
    si può crescere come il Tottenham , ma il guaio è che siamo noi che siamo
    crollati , non solo loro che sono cresciuti .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Violentina - 7 mesi fa

    non bastasse lo zero amore dei cotonati delle marche e le ‘magie’ dello stregone delle puglie il sale sulle ferite ce lo cospargete voi. sadici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lk - 7 mesi fa

    Praticamente questi fatturano più della serie A, da sempre, per esempio, lo stadio degli spurs è costato un miliardo. Metterle a confronto è moralmente ingiusto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 7 mesi fa

      Il discorso è molto semplice, stiamo parlando che 4 anni fa erano allo stesso livello e ora sono lontane anni luce. E’ chiaro che in Inghilterra fatturano molto di più, ma fino a prova contraria l’Italia ha ancora diritto a qualche posto in Europa, al di là di essere arrivati in finale che è un exploit inatteso (anche la Roma, che gioca in Italia, l’anno scorso è arrivata in semifinale mi pare). Quindi il discorso, in toni sereni e un po’ scherzosi, era che mentre il Tottenham ha mantenuto l’ossatura base ed è cresciuto anno dopo anno, la Fiorentina è peggiorata anno dopo anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Roberto Messora - 7 mesi fa

    fatemi capire, stiamo confrontando una società che in Inghilterra, solo di diritti tv (che sono ripartiti in maniera completamente diversa che in Italia), ha ricavi per 147 mln, ovvero quasi il doppio dell’intero fatturato della Fiorentina.
    in tutto il Tottenham ha ricavi per oltre 300 mln di euro. se anche ci togliamo i 60 mln in premi dalla UEFA (partecipazione alle coppe), sono sempre 240, tre volte tanto quello che fatturiamo noi.
    avete presente quanti giocatori forti ci paghi con 240 mln? quanti giocatori puoi permetterti di trattenere perchè li puoi pagare 3/4 mln di euro l’anno?
    e stiamo parlando di autofinanziamento, non c’è un soldo che sia uno che viene immesso nelle casse del Tottenham dai suoi proprietari, esattamente come fanno i Della Valle.
    La differenza sta tutta nei diritti tv, negli introiti da stadio (oltre 40 mln), nel merchandising (16 mln), nelle sponsorizzazioni (90 mln).
    Quelli stanno a Londra, giocano in una lega il cui valore è due volte e mezzo quello della serie A, capace di ripartire fra le sue 20 squadre una montagna di soldi inimmaginabile e in maniera molto più equa che in Italia, in cui vige un sistema che mira solo a mantenere lo status quo.
    ma di che stiamo parlando???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pierre - 7 mesi fa

      Non è solo una questione di bilanci, altrimenti il Manchester City ed il Paris San Germain vincerebbero la Champion tutti gli anni, ma anche di capacità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone Bargellini - 7 mesi fa

      Certamente non stiamo parlando del fatto che siano paritarie come potenzialità e neanche che la Fiorentina dovrebbe essere in finale di CL, se c’è scritto me lo sono perso. Però tra la finale di CL e il 13esimo posto in Serie A dopo 3 anni senza Europa c’è qualche via di mezzo, forse. Mi risulta che l’Italia abbia ancora squadre che partecipano alle competizioni europee, che l’anno scorso la Roma sia arrivata in semifinale di Champions e che l’Eintracht (non mi pare una big d’Europa e non mi pare sia inglese) sia in semifinale di EL. Quindi di che stiamo parlando? Che è colpa dei diritti tv se la Fiorentina è finita dalle semifinali EL al 13esimo posto in 4 anni?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Tagliagobbi - 7 mesi fa

    Io ieri ho sentito in cronaca (magari ho capito male) che il Tottenham ha circa 470 milioni di fatturato… forse qualcuno dei capoccia del calcio dovrebbe modificare qualcosa no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto Messora - 7 mesi fa

      370
      che cmq è 4 volte il nostro che si aggira sugli 80/85

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tagliagobbi - 7 mesi fa

        Ah, ok. Avevo capito male ma nella sostanza cambia “poco” rispetto alla nostra realtà e a quella della serie A…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Il Viola di Gallipoli - 7 mesi fa

    La differenza è tutta nel livello delle dirigenze e dei professionisti, a tutti i livelli, che le gestiscono.
    Se non hai competenza, forza e volontà di perseguire un progetto, non arriverai mai da nessuna parte.

    Venendo ai soldi Firenze è piccola, ma volete mettere la capacità attrattiva e le possibilità di coomarketing che si potrebbero sviluppare?

    Potremmo raggiungere sicuramente introiti almeno analoghi, esclusi ovviamente i diritti tv (almeno per ora).

    Lo stadio di proprietà sarebbe un primo passo, ma ho paura che manderebbero a rotoli anche quello….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. carlo - 7 mesi fa

    Bargellini prima di pubblicare certi articoli sarebbe opportuno rileggerlu attentamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. marchino - 7 mesi fa

    Mettiamoci anche che il calcio italiano(tutto) è alla frutta mentre quello inglese per quanto riguarda i club non direi visto che potrebbe portare 4 squadre in finale di coppa.Da noi è importante dare i soldi alle solite,non far fallire le solite e visto che ci siamo dare spazio a Wanda Nara e Big Lucianone che in Inghilterra sarebbe dietro le sbarre.Volendo si potrebbe parlare anche degli stadi che qua eccetto la solita fanno schifo.E’ il sistema che non funziona e i fratelli lo hanno capito e non riesco a dargli contro al 100%.La vogliono vendere ma qua pare che i gruppi entranti sono solo cinesi che non esistono oppure i ferrero di turno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-2073653 - 7 mesi fa

    Corvino santo subito!!!! Pantaleone DG eterno come Kim il Sung!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Enzo2 - 7 mesi fa

    “Basterebbe copiare” (per ora) l’Atalanta della città di Bergamo -Italia. AvantiViolaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. fudo77 - 7 mesi fa

    Stadi di proprietà, diritti televisivi alquanto diversi ecc … ecc …
    altrimenti possiamo anche partire con la tavoletta, che pochi anni fa la Juventus era in B, poi ha inanellato 8 campionati consecutivi ….
    senza voler indispettire il Signor Bergellini, mi sembra un po’ tutto basato “sull’aria fritta” …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 7 mesi fa

      Il discorso è molto semplice, stiamo parlando che 4 anni fa erano allo stesso livello e ora sono lontane anni luce. E’ chiaro che in Inghilterra fatturano molto di più, ma fino a prova contraria l’Italia ha ancora diritto a qualche posto in Europa, al di là di essere arrivati in finale che è un exploit inatteso (anche la Roma, che gioca in Italia, l’anno scorso è arrivata in semifinale mi pare). Quindi il discorso, in toni sereni e un po’ scherzosi, era che mentre il Tottenham ha mantenuto l’ossatura base ed è cresciuto anno dopo anno, la Fiorentina è peggiorata anno dopo anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fudo77 - 7 mesi fa

        però dato che i toni scherzosi e sereni in questo periodo a Firenze non vanno molto di moda, anche grazie a chi deve “vendere il proprio prodotto”, la boutade non é un granché riuscita …. poi é chiaro, che per “vendere” dovete scrivere qualcosa !!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Lo scatizzolagobbi - 7 mesi fa

    il Tottenham è l’ottavo club più ricco del mondo…dire che ha le stesse potenzialità della Fiorentina mi sembra un po’forzato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 7 mesi fa

      Dove è stato scritto? C’è scritto che entrambe erano competitive in Europa League (dove in semifinale c’è l’Eintracht Francoforte che non è certo un colosso europeo) e mentre l’una – il Tottenham – è cresciuto a dismisura, l’altra – la Fiorentina – è peggiorata a dismisura. Mi sembra un dato di fatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. TonyManero - 7 mesi fa

    Club anni luce distanti dalla nostra piccola realtà. A partire dallo stadio, dai tifosi, dalle infrastrutture, dal marketing. Meglio lasciare stare, certi club hanno un altro passo, in Italia nessuno può competere con l’organizzazione e il livello dei club di Premier, figurarsi la Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone Bargellini - 7 mesi fa

      Ma chi ha detto che la Fiorentina dovrebbe essere in finale di CL? Di certo non io

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy