I piccoli grandi stravolgimenti di Montella

Così il tecnico sta cambiando la Fiorentina

di Federico Targetti, @fedetarge

Non è passato molto tempo da quando Vincenzo Montella, neo-allenatore della Fiorentina, ha dichiarato nella sua prima conferenza stampa che non avrebbe operato stravolgimenti, ma soltanto qualche piccola modifica.

Ebbene, si potrebbe imputare al tecnico viola di non aver detto esattamente la verità. Non che ci sia nulla di male in questo caso, s’intende: dare troppe indicazioni in conferenza stampa equivarrebbe a una sorta di autogol, ma nella realtà dei fatti la Fiorentina è cambiata, eccome.

Prima di tutto, il modulo. Pioli adottava di base un 4-3-3, mentre Montella parte come suo solito da un 3-5-2 molto malleabile, che si trasforma a seconda delle esigenze durante la partita (non è raro vedere per larghi tratti i viola disposti a 4 dietro e/o a centrocampo, oppure di nuovo a 3 davanti); quindi la promozione a titolare di Ceccherini a scapito di Vitor Hugo, dettata da un semplice fattore di comunicazione: a volte sono importanti anche questioni non tecnico-tattiche; infine, la cosa più semplice e al tempo stesso più efficace: lo spostamento in attacco di Chiesa. Sebbene l’Aeroplanino sia stato abbastanza chiaro nella detta conferenza stampa, affermando che il ragazzo fa le cose migliori partendo da lontano, nelle ultime due partite Chiesa ha giocato da punta, con Mirallas a destra. Un po’ come succede nel calcio di strada, in cui il giocatore più forte si sistema davanti, a fare gol… Del resto, perché limitare un talento del genere sugli esterni?

I risultati sono convincenti e fanno guardare a Bergamo con un po’ di ottimismo in più. Che siano bastate tre mosse così semplici, tre piccoli grandi stravolgimenti, per dare una svolta al finale di stagione della Fiorentina?

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. emilio - 2 anni fa

    … A BERGAMO SARA’ DURISSIMA PERCHE’ L’ATALANTA E’ PIU’ FORTE DI NOI PERCHE’ IL LORO ALLENATORE E’ UN GOBBO MOLTO ABILE … MA CONFIDO IN MONTELLA CHE NON E’UN MAGGIORDOMO PRESTATO AL CALCIO E… ANCHE’ PERCHE’ SIAMO PIU’ RIPOSATI DILORO… METTIAMOLA SULLA CORSA … IN FONDO BASTA VINCERE!!! AMEN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robin.b_737 - 2 anni fa

    Non abbiamo un centrocampo in grado di imporre il proprio gioco, ma un attacco fatto di gente rapidissima: avessimo avuto, ad esempio, uno come inglese al posto del Cholito di gol ne avremmo fatti almeno altri due. Aspettare gli avversari e ripartire con rapidità deve essere la nostra ricetta vincente. A Bergamo Vlahovic al posto di Simeone (da schierare, eventualmente, nella ripresa), infittire il centrocampo per neutralizzare i fraseggi di Ilici e Gomez. e ripartire in contropiede. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. amarsi - 2 anni fa

    Una differenza importante è, secondo me, l’utilizzazione di Dabo nella sua posizione migliore.
    Non ha un piede raffinato, ma la sua presenza si è vista e sentita, anche se certo gli manca ancora qualcosa.
    Ora è tutto più semplice, visto che il campionato non ci potrà dare più niente, ma vedere una viola più aggressiva è certo un piacere.
    Speriamo che sia così anche giovedì e per non solo nel primo tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. redellamaratona - 2 anni fa

    Non è solo il passaggio al 3/5/2 o al cambio di qualche uomo,ma,è il tipo di gioco completamente diverso.Montella ha evitato il pressing alto a tutti i costi e a parte pochi casi i nostri giocatori rientravano,una volta persa palla,nella propria metà campo chiudendo i varchi e ripartendo rapidamente una volta conquistata la palla con spostamenti precisi e con uno due a centro campo.Nel caso in cui l’altra squadra fosse chiusa iniziavano i fraseggi con l’apertura sulle fasce,senza però se non raramente tentare il dribbling personale ma in genere tentando l’uno due.Pioli invece faceva costantemente pressing alto con un centrocampo sguarnitissimo che favoriva le ripartenze.Non so se Montella riuscirà a far giocare bene la Fiorentina il prossimo anno ma già da questo inizio credo che sarà sicuramente più organizzata e meglio disposta che con Pioli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy