De Magistris: “Borja, non c’è nulla da discutere. Iachini ha dalla sua Ribery, non è debolezza”

De Magistris: “Borja, non c’è nulla da discutere. Iachini ha dalla sua Ribery, non è debolezza”

Le opinioni dell’ex campione della pallanuoto, tifoso della Fiorentina

di Redazione VN
Iachini

Gianni De Magistris è intervenuto in studio nella trasmissione A pranzo con il Pentasport di Radio Bruno Toscana:

Borja Valero mi sembra che anche nel momento dell’addio abbia dimostrato attaccamento. Tante volte la minestra riscaldata non ha portato risultati soddisfacenti, ma su Borja dico: ha 35 anni, è serio, integro, ha giocato bene nell’Inter, mi sembra non ci sia nulla da discutere. Adesso il centrocampo è davvero notevole, se riusciamo ad avere il possesso della palla e a mandare in verticale le punte ci divertiamo.

La punta è un nodo importante. Bisogna vedere i ragazzi tutti i giorni per rendersi conto di quanto possono dare. Molto dipende da Chiesa, con la sua cessione si potrebbe fare un altro buon acquisto. Senza bomber puoi portare a casa un 1-0 striminzito, ma prima o poi il pareggio ti capita. Non basta farne due col Cagliari e tre con la Samp, devi segnare ogni partita, uno, uno, uno. E’ stato un mercato intelligente, e credo che Kouamé giocherà molto. Milenkovic? Se mi danno 40 milioni io lo vendo: centravanti forti in giro ce ne son pochi, ma in difesa è diverso.

Avere un giocatore come Ribery che apprezza il tuo lavoro e ti consiglia non è un punto di debolezza per Iachini, tutt’altro. La conferma del Mister umanamente è piaciuta a tutti, ma sul piano tecnico qualcuno ha storto il naso. Numeri alla mano, il finale di campionato è stato molto buono. E non ha mai avuto una squadra in grado di puntare troppo in alto. Se la proprietà è convinta, ben venga la conferma.

Ricci? I rapporti buoni si fanno in due… Se lo abbiamo perso mi dispiace, ne ho sentito parlare molto bene. Il mondo del calcio non è per nulla facile, basti pensare a De Paul che è ipervalutato dall’Udinese. Commisso ha operato un cambiamento razionale alla sua strategia.

Bonaventura mi sembra un signor giocatore, con una manciata di gol da parte sua, un po’ da Milenkovic, un po’ da Ribery il problema centravanti diventa meno pesante. Con tutto che Vlahovic mi sembra abbia le movenze giuste”.

CASINI: “CS AL VIA ENTRO META’ OTTOBRE. COMMISSO, TEMPISMO PERFETTO”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy