Adesso tocca a Beppe: il leone liberato vuole conquistare la salvezza e la fiducia

Adesso tocca a Beppe: il leone liberato vuole conquistare la salvezza e la fiducia

La ripresa del campionato determinerà il futuro di Giuseppe Iachini. Nessun nuovo accordo a tavolino. Tutto dipenderà da lui e dai suoi ragazzi. Gli interrogativi sulla ripresa sono tanti, ma il tecnico non vede l’ora di tornare sul rettangolo verde

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3
Giuseppe Iachini

Tra un bando Mercafir in scadenza (anzi no) e il nuovo stadio a Campi Bisenzio, non dimentichiamoci del pallone, l’attrezzo del mestiere. Ricordate ancora che forma ha? Concedeteci la battuta. Sembra passato un secolo dall’ultimo fine settimana di campionato. Lo stop sta per terminare. Il giorno cerchiato in rosso sul calendario è il 20 giugno, data della ripresa della Serie A. Quel sabato metteremo da parte le nostre lauree in virologia per tornare a parlare di 4-3-3, 3-5-2 e chi più ne ha, più ne metta.

Saranno dodici partite al cardiopalma. La Fiorentina dovrà cercare di conquistare senza patemi la salvezza. Il primo avversario sarà il Brescia. Appuntamento al Franchi per il 23 o 24 giugno. Il calendario sarà ufficializzato lunedì.

La ripresa “delle ostilità” determinerà anche il futuro di Giuseppe Iachini, preoccupato di scendere in campo ogni tre giorni a temperature elevate, più di tre mesi dopo l’ultima gara.  Commisso è stato chiaro: la conferma del tecnico sarebbe stata automatica in caso di stop definitivo alla stagione. Lo scenario, però, è cambiato. Beppe dovrà sudarsi e guadagnarsi la panchina della Fiorentina 2020-21 a suon di punti e vittorie. Tutto dipenderà da lui e dai suoi ragazzi. Nessuno gli regalerà niente. Nessun nuovo accordo a tavolino. Gli interrogativi sulla ripresa sono tanti, ma Iachini non vede l’ora di tornare sul rettangolo verde, il suo habitat naturale. E’ stato un leone in gabbia per più di cento giorni, adesso ha l’occasione di sfogarsi e, soprattutto, di conquistare con i fatti la fiducia di Rocco Commisso. Brescia, Lazio, Sassuolo, Parma, Cagliari, Verona, Lecce, Torino, Inter, Roma, Bologna, Spal. Sarà un’estate lunga e appassionante.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Zinigata - 1 mese fa

    Dai Beppone, portaci in Europa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy