giovanili

Due giovani viola del 2004 si trasferiscono in Serie D

Due giovani viola del 2004 si trasferiscono in Serie D - immagine 1
Lorenzo Aprili e Mattia Macchi lasciano momentaneamente la Fiorentina

Redazione VN

Due giovani classe 2004 della Fiorentina lasciano il club viola per andare a giocare in Serie D. Si tratta di Lorenzo Aprili e di Mattia Macchi. Il primo approda al Prato, il secondo al Follonica Gavorrano. Di seguito il comunicato del club della città laniera:

"La A.C. Prato comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’ACF Fiorentina le prestazioni sportive del centrocampista Lorenzo Aprili. Nato il 30 gennaio 2004, Aprili ha svolto tutta la trafila nelle giovanili viola, inclusa la squadra Primavera di Aquilani che ad ottobre l’ha voluto in rosa promuovendolo dalla Under 18 dove aveva segnato 5 reti (2 invece i gol siglati nel torneo di Viareggio contro Monterosi e Milan). Prima dell’approdo in maglia viola, Aprili era cresciuto nella scuola calcio Albereta. Destro di piede, gioca prevalentemente centrale di metà campo, con possibilità di fare anche il trequartista. A Lorenzo un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura".

Questa, invece, la nota stampa del Follonica Gavorrano:

"Un promettente terzino dalla Fiorentina. La società UsFG FollonicaGavorrano ufficializza l’arrivo del giovane classe 2004 Mattia Macchi.

Cresciuto nel settore giovanile gigliato, dove ha militato negli ultimi 10 anni, Macchi giunge in biancorossoblù direttamente dalla formazione Primavera viola, dove ha già effettuato parte della preparazione estiva.

Mattia è inoltre figlio di Simonetta Favarin, sorella del maestro Giancarlo, indimenticato tecnico dei biancorossoblù.

Un laterale difensivo per l’out di destra che avrà certamente voglia di mettersi in mostra e che non vede l’ora di dare il suo contributo.

“Mi hanno parlato molto bene della squadra, darò il massimo per raggiungere gli obiettivi e contribuire a una bella stagione – dice il nuovo terzino biancorossoblù – Ho fatto il ritiro con la Primavera viola, ma in generale a Firenze nei 10 anni passati nel settore giovanile ho imparato tutto. Adesso voglio fare il salto di qualità con i grandi, non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza. Sono contento anche di ritrovare Turini, con cui ho condiviso l’esperienza in Under 18 lo scorso anno. Mi aspetto di trovare un bell’ambiente che ha tanta voglia di fare bene. Io mi definisco un terzino di spinta, mi piace giocare con qualità ma cercherò di crescere anche sotto l’aspetto della cattiveria”.

tutte le notizie di