news viola

Un altro Borja per Firenze: cosa ci dice la carriera di Mayoral

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Lo spagnolo come sostituto di Vlahovic? Improbabile. Non è un bomber, ma sa rendersi utilissimo come arma in più

Simone Bargellini

Questo matrimonio s'ha da fare. Borja Mayoral sembra davvero destinato a vestire la maglia della Fiorentina da gennaio, anche se nel mercato non si può mai dire finchè non c'è la firma (e a volte persino dopo, vedi Gattuso). Ma i segnali degli ultimi giorni sono sempre più forti e i buoni rapporti col Real Madrid favoriscono l'operazione. La Fiorentina risolverà così il problema dell'eredità di Vlahovic? Improbabile, a meno di non voler abbassare l'asticella. Perchè la carriera di Borja Mayoral (sebbene sia ancora abbastanza giovane, classe '97) ci racconta di un attaccante di ottimo valore, ma lontano dalla dimensione che il serbo ha già oggi e, ancor di più, in potenzialità.

Numeri alla mano la miglior stagione di Borja Mayoral in carriera è stata la scorsa: 10 gol in 31 partite di campionato (ma solo 18 da titolare) e altre 7 reti in Europa League in 13 partite. Niente male per uno che doveva essere in partenza solo un vice Dzeko. Nelle sue precedenti esperienze in prestito lontano dal Real Madrid (dove è cresciuto, ma trovando poco spazio in prima squadra), non era mai andato in doppia cifra: 2 gol nel Wolfsburg 2016/17 e 14 gol complessivi nel biennio al Levante tra il 2018 e il 2020. Insomma Borja Mayoral non è esattamente un bomber, anche perchè è una prima punta di movimento che sa partecipare anche al gioco. Potrebbe rivelarsi assai utile in questa Fiorentina, ma come arma in più da affiancare a Vlahovic o per sostituirlo in caso di assenza. Non certo per prenderne il posto stabilmente.

 (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
tutte le notizie di