news viola

Fiorentina-Spezia, le pagelle VN: Vlahovic, che tripletta. E’ un Saponara sublime

Alessandro Bracali

TERRACCIANO 6,5: E' mister-reattività, nelle uscite e negli interventi, come quando salva su Nzola nel primo tempo (a gioco fermo comunque). Una garanzia di rendimento, per la Fiorentina ed i suoi compagni.

MILENKOVIC 6,5: Nzola non è un cliente facile ma il centrale serbo gestisce la sua partita nella partita senza grossi patemi d’animo. Baluardo.

QUARTA 6: Qualche bell’anticipo, ma al 36’ si becca la sua classica ammonizione, entrando così in diffida. Esce stanco. Dal 30' st IGOR s.v.

BIRAGHI 6: Partita senza sbavature, qualche buon cross e sempre partecipe alla manovra offensiva viola. In fase difensiva non viene mai impegnato.

BONAVENTURA 6,5: Bel sinistro da fuori al 5’, arrivato dopo un dialogo con Castrovilli. Prova fin da subito a dare il cambio di passo alla manovra gigliata e ci tenta anche nella ripresa. Non si risparmia mai.

TORREIRA 6: Si vede poco, da lui ci si aspetta sicuramente di più. Forse contro lo Spezia ha accusato anche un po’ di stanchezza, alla terza gara in otto giorni dopo tanto tempo. Più efficace comunque in fase di interdizione che di costruzione. Dal 30' st AMRABAT s.v.

CASTROVILLI 6: Parte con grande voglia di fare ma al 17’ non sfrutta una buona chance per segnare, calciando con poca convinzione. Alterna buone cose ad altre meno, deve sicuramente crescere come condizione fisica. Dal 23’ st MALEH 6: Prova a farsi vedere in attacco, conclude un paio di volte in contropiede.

SOTTIL 5,5: La prima conclusione del match è sua, seppur debole e centrale. Sfiora il vantaggio nel primo tempo, ma spesso quando si trova nell’area di rigore avversaria sbaglia la scelta. Come ad inizio ripresa, quando invece di servire i compagni tenta il tiro in porta. Può fare sicuramente di più, i mezzi fisici e tecnici li ha senza dubbio. Dal 23’ st CALLEJON 6: La palla del 3-0 firmato Vlahovic è sua, speriamo che questo assist gli dia fiducia.

SAPONARA 7: Continua il suo momento d’oro, anche contro lo Spezia si rende autore di un’ottima prestazione. Con personalità viene spesso a prendersi il pallone e tenta la giocata sia in fase di conclusione che di assist. Ha rispolverato anche un dribbling niente male. Un pericolo costante per la sua ex-squadra. Da stropicciarsi gli occhi il colpo di tacco che dà il via al raddoppio viola.

tutte le notizie di