Cosa serve in un centrocampo a tre

Cosa serve in un centrocampo a tre

Astraiamoci un attimo dai nomi che arrivano dal calciomercato per parlare un po’ di calcio dal punto di vista tattico

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia
Vincenzo-montella

La Fiorentina si sta iniziando a muovere dopo il primo periodo in cui Pradè ha dovuto iniziare a sfoltire la rosa con cessioni minori di ragazzi che dopo la Primavera non rientrano più nei piani della prima squadra, almeno per il momento. Qui però non voglio parlare di nomi che trovate ovunque anche Enel nostro sito, ma di come dovrebbe essere costruito un centrocampo a tre che pare essere il punto cardine di Montella.

Generalmente un centrocampo siffatto è accompagnato da due esterni per fascia, uno difensivo e uno offensivo, che devono lavorare in coppia e coprire tutta la fascia non restando mai troppo lontani l’uno dall’altro per non concedere spazi vuoti agli avversari. Se gli uomini di fascia lavorano bene, i tre centrocampisti non devono allargarsi a coprire i vuoti lasciati dagli esterni, ma concentrarsi sulla parte centrale del campo che resta sempre una zona nevralgica da presidiare molto bene.

Ma con che tipo di giocatori va presidiata? Devono essere bene assortiti e non con le caratteristiche simili: il centrale ovviamente deve essere il classico regista capace di far ripartire la squadra, dettare i tempi di gioco e anche saper contrastare gli avversari essendo mediamente l’uomo di centrocampo più arretrato. La capacità di interdire deve essere migliore con le squadre che non fanno del possesso palla accentuato il loro modo di giocare. Accanto a lui le due classiche mezzali. Un giocatore bravo soprattutto a fare da incontrista che aiuti il play maker in fase di non possesso e gli vada anche in soccorso quando è in difficoltà magari perché pressato dagli avversari. L’altra mezzala deve essere brava negli inserimenti offensivi dovendo fare meno attenzione, ma non escludendo, la fase di non possesso.

Questa che vi ho esposto è la teoria, poi accostate voi gli uomini che ha già la Fiorentina in rosa o che sta trattando.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

    L’articolo è ben strutturato ma, oggi, parlare di ruoli con tanta definizione nn ha senso. Nel calcio moderno occorrono giocatori duttili che sappiano interpretare le fasi del centrocampo per intero. Nn si può parlare di centrocampista offensivo e difensivo, occorre che chi gioca nel mezzo le sappia interpretare tutte, magari ci può essere uno più incontrista ed un altro più tecnico ma ambedue devono fare le due fasi altrimenti si creano degli scompensi che poi, in fase difensiva si pagano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gummarith - 4 mesi fa

    Veramente un articolo interessante, che dà piacere a leggere ed esce fuori dai soli detto e ridetto.
    Personalemte credo che possa essere visto in maniera più flessibile e molto dipenda dagli interpreti, comunque Bravo Saverio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 mesi fa

      Grazie, ovviamente non può esserci rigidità e rispondo anche a 29agosto1926, dicendo che ho scritto come un principio di base da cui partire. Certo se avessimo giocatori capaci di fare tutto e bene potremmo pensare ad altri obiettivi. Niente è definitivo ma sicuramente elastico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 4 mesi fa

    Finalmente un argomento interessante e tecnico: intanto un centrocampo a 3 ha bisogno di 5-6 giocatori forti perché ci sarà sempre molto turnover. Il regista è la parte più difficile, Demme sarebbe capace? E se alla fine venisse provato il Boa? Per il resto, abbiamo Zurkowski, come mediano Hendrix sarebbe il top. In squadra abbiamo Castrovilli mentre nutro dubbi su Benassi, Saponara e Dabo sul proseguo della loro carriera in Viola. Il centrocampo sostanzialmente è da aggiornare quasi in toto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele - 4 mesi fa

      Demme è più un’incontrista altro ruolo comunque da coprire mentre come regista sarebbe perfetto rongier, se prendiamo demme, rongier e nainggolan avremmo un centrocampo titolare forte e perfetto per giocare a tre, rongier regista, demme incontrista, nainggolan mazz’ala forte negli inserimenti offensivi.
      Come riserve zurkowski che può fare sia il regista che l’incontrista, Boateng che può fare sia la mazz’ala offensiva che l’incontrista e Castrovilli che è una mazz’ala pura mentre venderei benassi, piuttosto al posto di benassi potremmo prendere un giocatore come baselli che può giocare sia come incontrista che come mezz’ala

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Elmauri - 4 mesi fa

    Io come regista prenderei Schone, straordinario artefice del miracolo Ajax. Si compra a poco perché ha passato i trenta, ma così potremmo dirottare il budget sull’esterno offensivo (Suso?). L’altro interprete della mediana sarebbe Benassi, ma Praet al suo posto costituirebbe un grande passo in avanti, se solo si convincesse ad accettare la Viola…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy