Fiorentina: -8 al campionato. Cosa manca per essere competitiva

Fiorentina: -8 al campionato. Cosa manca per essere competitiva

La data prevista da Pradè per la partenza del calciomercato della Fiorentina è passata da quasi una settimana

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

Domenica nel tardo pomeriggio parte la stagione ufficiale della Fiorentina con la gara di Coppa Italia [CLICCA] contro il rinnovato Monza della coppia Berlusconi-Galliani. Pur non sottovalutando nessuno è molto probabile che l’impegno non sia dei più complicati come invece lo saranno i prossimi due appuntamenti quando al Franchi arriveranno Napoli e Juventus. Vediamo dunque di fare il punto reparto per reparto su cosa manca ancora alla Fiorentina per essere maggiormente competitiva.

PORTIERI – Dopo i tentennamenti di luglio Dragowski ha ritrovato serenità e soprattutto un contratto più remunerativo e si appresta a iniziare il suo primo campionato da titolare con la maglia della Fiorentina. Alle sue spalle Terracciano dà sicurezza in caso di bisogno, ma non mette pressione al polacco. COSA MANCA: NIENTE

DIFESA – Sistemata con Lirola, e Venuti alle spalle, la fascia destra restano molti interrogativi a sinistra con Biraghi sempre al centro di proposte da Inter e Atalanta e al momento il solo Terzic sembra certo di restare a Firenze. Al centro la coppia titolare dovrebbe essere formata da Pezzella e Milenkovic con alle spalle Ranieri (prima alternativa), Ceccherini e Rasmussen. Il livornese non piace molto a Montella mentre Rasmussen è reduce da un campionato non eccelso a Empoli. Diciamo che al momento è stabile tre quarti della linea difensiva anche se al centro serve un innesto di buon livello per lasciar partire Ceccherini, mentre a sinistra tutto dipende da Biraghi. COSA MANCA: un centrale di buona qualità e un esterno sinistro titolare se parte Biraghi 

CENTROCAMPO – Il reparto più disastrato della passata stagione è stato disintegrato: via Gerson, Veretout, Edimilson e Norgaard è rimasto il solo Benassi. Al momento sono arrivati Badelj e Pulgar ottimi giocatori soprattutto per giocare davanti alla difesa. Il cileno si può adattare a giocare mezzala destra ma perde sicuramente qualcosa. I due acquisti effettuati portano a pensare ad un possibile modulo con il centrocampo a due che però al momento avrebbe solo i due interpreti principali e Cristoforo, destinato a partire, come riserva. Benassi potrebbe giocare trequartista mentre Castrovilli potrebbe tranquillamente giocare mezzala, ma vista la giovane età difficilmente Montella gli affiderà la poltrona da titolare, almeno da subito. Discorso diverso per Zurkowski arrivato in ritardo per gli impegni con la nazionale polacca, deve adattarsi al calcio italiano e cercare un ruolo ben preciso che potrebbe essere quello di mezzala sinistra oppure di esterno sinistro nel 4-2-3-1. Infine Dabo è destinato a lasciare Firenze. COSA MANCA: sicuramente un altro centrale di affidamento se Montella dovesse optare per il 4-2-3-1 e un altro giocatore già rodato in grado di giocare mezzala o trequartista centrale oppure ben 2 mezzali per un eventuale 4-3-3. Insomma Pradè deve lavorare molto.

ATTACCO – E’ arrivato solo Boateng che attaccante puro non è e potrebbe giocare trequartista nel 4-2-3-1 di cui sopra oppure ‘falso nueve‘ come a Sassuolo. Al centro dell’attacco in pole position al momento c’è Vlahovic con Simeone destinato a cambiare casacca. Sulle fasce Chiesa resterà anche perché sono state spese parole importanti da parte della proprietà mentre solo silenzio assoluto da parte del giocatore e di babbo Enrico. Insieme a lui ci sono Sottil e Montiel visto che Eysseric lascerà Firenze. Troppo poco decisamente. COSA SERVE: dipende molto dalle ambizioni della società, come del resto gli altri reparti. Per una stagione di grande rilancio servono due titolari forti, uno al centro e uno sulla fascia lasciando i tre giovani Vlahovic, Sottil e Montiel al ruolo di immediati rincalzi dando Simeone in partenza. In caso di obiettivo ridimensionato Vlahovic può partire come titolare con Boateng a fargli da sparring partner, ma in ogni caso serve un esterno di grande spessore.

Ricapitolando alla Fiorentina mancano i titolari dei seguenti ruoli: esterno sinistro (se parte Biraghi), mezzala, centravanti e esterno offensivo. Inoltre un’aggiunta al centro della difesa (se parte Ceccherini), un’altro giocatore a centrocampo e un altro esterno offensivo mandando a maturare Montiel.

Che ne dite?

Coppa Italia – Stasera Genoa-Imolese apre il 3° turno. Il programma completo con date e orari

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsineee - 7 giorni fa

    In pratica se va bene servono 3 titolari (Centravanti, Esterno, Interno), se invece vogliamo esagerare ne servono 5 (Centravanti, Esterno, Interno, Centrale, Laterale Sx) più ovviamente un po’ di rincalzi perché va bene i giovani ma quando il gioco si fa duro … bisogna anche avere una panchina all’altezza. I conti si fanno il 2 di settembre e su questo proprio non si discute e credo abbiano anche messo in conto di perdere con Napoli e Juventus ma … rimaniamo in attesa dei famosi botti. Gli acquisti si fanno dopo il 10, il mercato sarà lungo e oggi esce l’intervista che il progetto è di lunga durata? Sinceramente mi aspetto 3 acquisti da 20/30 milioni l’uno (che poi oggi vuol dire un Veretout o un De Paul qualsiasi, niente di folle!). Il mercato della Fiorentina deve ancora decollare. Aspettiamo fiduciosi il lavoro di Pradè anche se il fast fast fast di qualche tempo fa è diventato un hold down guys!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 7 giorni fa

    Direi che sono sostanzialmente d’accordo con lei, Pestuggia.

    Portieri ok, sperando che Dragowski sia quello dell’Empoli e che la cappellata di domenica sera con il Galatasaray (così come altre imprecisioni pur meno gravi finora commesse, vedi il gol subito contro il Chivas) non siano funesto presagio di un “ritorno al passato” fiorentino. Che sarebbe doppiamente funesto, perché gli hai appena rinnovato il contratto e sbolognarlo sarebbe un’impresa.

    In difesa siamo a posto così ma se vendono Biraghi e/o Ceccherini servono un terzino sinistro titolare e/o un centrale di riserva. Possibilmente meglio di Biraghi e di Ceccherini.

    A centrocampo serve una mezz’ala offensiva tecnicamente migliore rispetto a Benassi. Dopodiché quest’ultima giocherà sulla stessa linea di Pulgar (mezz’ala di contenimento) e Badelj (regista) nel 4-3-3 oppure davanti ai due nel 4-2-3-1, da trequartista più o meno vero. Posizioni che possono variare anche a gara in corso. In panchina avresti Benassi e Zurkowski che possono fare la mezz’ala offensiva e all’occorrenza adattarsi sulla fascia, e Castrovilli che può giocare da trequartista o qualche metro più indietro, da mezz’ala di costruzione accanto al regista. Mancherebbe semmai qualcuno meglio di Cristoforo da mettere all’occorrenza davanti alla difesa, e in questo senso un prestito last minute di Borja sarebbe l’optimum.

    Davanti invece siamo messi male, molto molto MOLTO male. Boateng può fare il falso nueve ma a quel punto devi avere dietro di lui un trequartista/una mezz’ala offensiva molto abile negli inserimenti e soprattutto una punta esterna di primissimo livello che ti garantisca almeno (ALMENO) dieci gol a stagione. Altrimenti niente trequartista, Boa sulla trequarti e prendere una punta vera, che sia mobile e capace di dialogare con i centrocampisti ma che comunque FACCIA GOL. Cacciare Muriel (che avrebbe potuto giocare al centro o sulla fascia) è stato uno dei primi e più gravi errori commessi da Pradè; se poi consideriamo che è andato a rafforzare l’Atalanta i contorni della faccenda sfiorano il tragicomico. Poi possono anche andar bene i giovani come Vlahovic, Sottil e forse pure Montiel per completare il reparto, ma i tre/quattro titolari devono essere CERTEZZE ASSOLUTE.
    O quantomeno devi avere un impianto di squadra che ti permetta di trovare i gol un po’ ovunque. La prima Fiorentina di Montella aveva Jovetic come falso nueve. Il montenegrino era tutto tranne che un vero bomber, ma sommando i suoi tredici gol agli undici di Ljajic, agli otto di Toni dalla panchina, ai sette di Aquilani, ai cinque di Cuadrado e ai sei di un difensore centrale come Gonzalo (!), a fine stagione avevi fatto lo stesso la cinquantina di gol necessari a rimpiazzare l’assenza di un tridente di primo livello. Al momento, invece, il tuo miglior realizzatore in Serie A rimane Benassi che l’anno scorso ha segnato sette reti, l’ultima delle quali a fine gennaio. Per il resto hai Chiesa che non ha mai superato i sei gol a campionato (l’ultimo della scorsa stagione segnato a metà marzo), Boateng che in vita sua ha raggiunto solo una volta quota dieci gol stagionali (tre anni fa nella Liga, con il Las Palmas) e Sottil che ha segnato un solo gol da professionista e l’ha fatto in B. I due difensori centrali neanche a metterli insieme fanno la metà di Gonzalo (e non soltanto dal punto di vista dei gol segnati…), mentre il pompatissimo Vlahovic addirittura deve ancora farlo, il suo primo gol da professionista; peraltro, nella sua pur buona estate, di reti “vere” ne ha segnata solo una, quella al Benfica con la complicità del portiere, se si eccettua (per ragioni comprensibili anche alle menti più ottenebrate dal tifo) la tripletta alla rappresentativa boscaioli della Val di Fassa.

    Ma ancor più di queste è una sola la cifra che dà l’esatta misura di quanto tardivo e insufficiente sia stato il lavoro finora condotto da Pradè, una cifra che mi preoccupa terribilmente nonostante di giorno in giorno diminuisca: otto. Anzi, per la precisione poco meno di sette e mezzo. Sono i giorni che mancano alla prima partita vera, l’esordio in campionato contro il Napoli che ha la seconda se non addirittura la miglior difesa del campionato. Noi contro questa squadra, già di per sé molto più rodata della nostra, andremo verosimilmente SENZA ATTACCO (perché anche facendo il fantomatico “colpo” adesso mancherebbero i tempi tecnici per vederlo subito in campo) e con un centrocampo e una difesa poco più che passabili. Senza dimenticare ciò che ci attenderà nelle successive cinque giornate. Un’unica cifra mi consola: uno. L’anno di contratto che è stato fatto a Pradè. Dico ciò con sincera tristezza perché questo mercato ha demolito tutto ciò che di buono pensavo a proposito del d.s. romano; sebbene non tutte le colpe di questa situazione siano sue, ma anche se non soprattutto di Mr. “Fast Fast Fast” e del suo facente funzioni. Ma non fate caso ai miei deliri, torniamo pure ad attendere con fiducia il 10 agosto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ViolaLuke - 7 giorni fa

      Hai il dono della sinteticità…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 7 giorni fa

        E tu quello della grammatica: in italiano pare che si dica sintesi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Elmauri - 7 giorni fa

      Sono d’accordo quasi su tutto, la disamina tecnico/tattica è molto realistica ed obiettiva. Sarei un bugiardo se dicessi di esser contento del mercato sinora. È chiaro che nessuno si aspettava Hazard o Kanté, ma tra questi e il poco arrivato fino ad oggi ci sono diversi livelli intermedi. Tutti voi aspettavamo di più dalla nuova proprietà, ma che dire… attendiamo ancora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. folder - 7 giorni fa

      Sono d’accordo al 100%.E non diamo tanta colpa a Rocco.Gli americani ragionano così’:danno piena fiducia ad un manager e solo alla fine del suo mandato guardano i risultati.Se sono positivi bene;se sono negativi tagliano senza pietà.Continuavo a fare interventi puntualizzando la distanza tra il giorno in cui scrivevo ed il fatidico 10 agosto evidenziando il fatto che non si muoveva foglia e mi sono un preso una valanga di non mi piace.Oggi lo rifaccio:
      6 giorni dal 10 Agosto=nessun acquisto.All’ora in cui scrivo -7,5 giorni
      all’esordio contro il Napoli!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. damci - 7 giorni fa

    Io penso che la fiorentina potrebbe anche giocare con Ranieri a sinistra,in parte centrale per una difesa a tre,in parte terzino capace anche di spingere;otterremmo così di avere qualcuno in grado di far ripartire il gioco(Ranieri) ed una maggior compattezza difensiva,liberando meglio le percussioni di Lirola;in difesa quindi mancherebbe solo il sostituto di Ceccherini.A centrocampo un buon mediano rubapalloni veloce,che possa alternarsi con Pulgar o Badely,quando soffrissero la velocità degli avversari.In avanti secondo me si potrebbero alternare Boateng e Vlahovic al centro,acquistando solo un esterno/trequartista forte(De paul o similare).Mi sembrerebbe una squadra ragionevolmente affidabile e promettente,realizzabile con acquisti limitati e percorribili,che non soffocherebbe la possibilità di crescere, giocando, dei vari giovani promettenti che abbiamo in molti ruoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MARIC - 7 giorni fa

    Delafia a – 8 mancherebbero 4 titolari ( quindi Il.36% della squadra) e 3 riserve di prima fascia.
    S’anda’ bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fiorenzosacc_8838853 - 7 giorni fa

    impossibile acquistare così tanti giocatori. Le entrate sono scarse, né possiamo pretendere che Commisso diventi un “ricco scemo” di lontana memoria. Fra l’altro il FFP non lo permetterebbe nemmeno. Mi accontenterei di un paio di buoni giocatori. Sognare è bello, ma senza soldi si può giusto solo sognare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 7 giorni fa

      Suppongo che tu non abbia mai sentito parlare del magico mondo dei prestiti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fiorenzosacc_8838853 - 7 giorni fa

        generalmente i prestiti sono di livello scadente. I giocatori bravi te li fanno pagare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. stini - 7 giorni fa

    Manca poco si fa per dire ” solo UNO che la butti dentro”, per il resto ci siamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Elmauri - 7 giorni fa

    La squadra da sogno si completerebbe con Kurzawa e sinistra, Rafinha a centrocampo, Suso a destra e Mandzukic al centro. Servirebbero un po’ di soldini però…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. stini - 7 giorni fa

      più una fettina di limone…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13971917 - 7 giorni fa

    Praticamente manca tutta l’ossatura della squadra….
    E siamo messi di nulla….
    Vaia…vaia….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13936965 - 7 giorni fa

    Il Montiel visto col Galatasaray lo terrei volentieri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Tagliagobbi - 7 giorni fa

    Secondo me, se Montiel non viene mandato via in prestito, mancano 3 giocatori. Terzino sx perché io Biraghi lo venderei, un centrocampista alla Borja (non lui) e una punta centrale che faccia da chioccia a Vlahovic. Se poi ci prendessero anche Ribery… fòchi d’artificio tutto l’anno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Lusoviola - 7 giorni fa

    Io penso che abbiano deciso x Vlahovic titolare, lo voglio sperare a prescindere da come giocherá sennò andava preso subito uno da far giocare titolare, in difesa credo cerchino do vendere ceccherini e prendere un sostituto con piedi migliori, a sinistra é difficile dire: se Montella vede terzic titolare allora vendere biraghi subito che porta soldi, se vede biraghi titolare si resta cosí, il rischio é che terzic scali la classifica e biraghi scada molto di valore.
    Io simeone non lo venderei ora, prenderei quindi un esterno destro e uno tipo de Paul, in pratica due acquisti, poi si vede a gennaio.
    Il grosso problema é il calendário, se si perde malamente col Napoli in casa son dolori, si rischia di far punti alla sesta di campionato, se si parte bene, pareggio o vittoria, si sentirá che la si gioca con tutti, forza viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Solo VIola - 7 giorni fa

    Domenica non domani!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. folder - 7 giorni fa

    Questa è una formazione che mi piacerebbe:4231
    Dragowski;Lirola-Milenkovic-Ranieri-Terzic;Berge-Pulgar;Chiesa-Szoboszlai-Bergwin;Vlahovic(Pedro/Gaich).Secondo me sarebbe una bella squadra,giovane e
    di sicura crescita.Siccome Rocco ha un pozzo di soldi non avrebbe bisogno di
    vendere troppi di questi ragazzi,quando affermati,cosicchè questa formazione potrebbe rappresentare la Fiorentina anche per molti anni a venire.Naturalmente
    poi la rosa sarebbe integrata dai vari Sottil;Zurkowski;Terraciano;Badelj ecc…
    Figurati se Pradè pensa a Bergwin…….ha in testa “el pippero”DePaul!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciccio 59 - 7 giorni fa

      e boateng un ce lo metti ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 7 giorni fa

        Pezzella? VA bene che sei fissato con Ranieri centrale (E’ UN TERZINO SINISTRO ADATTATO COME TE LO DEVONO DIRE!!!!)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. The Count of Tuscany - 7 giorni fa

    Tutti continuano a dire che serve un centravanti. Nel caso so giocasse col 4-2-3-1 con boa e Benassi a alternarsi dietro la prima punta si. Ma se sarà 4-3-3 scordiamoci il centravanti, cosa lo avrebbero preso a fare Boateng? Inoltre ricordiamoci che prade è negato ad acquistare centravanti, ci fece penare con berbatov e fu salvato da Andrea della valle che andò nel deserto a prendere toni sopra un cammello mentre lui ancora cercava il bulgaro nei bagni dell’aeroporto di Monaco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CippoViola - 7 giorni fa

    Mancano un ala sinistra pura e un sostituto per Vlahovic. Fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fiorenzosacc_8838853 - 7 giorni fa

      il ruolo di ala sinistra è l’unico coperto bene, con Chiesa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Pepito4ever - 7 giorni fa

    Montella vuole una rosa di 23/24 giocatori non 30.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. vecchio briga - 7 giorni fa

    Manca un centravanti, un esterno forte, una mezzala e un terzino sx se va via Biraghi. Mancano 17 giorni alla fine del mercato, saranno fuochi d’artificio. Forza Violaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 7 giorni fa

      Quindi concordi con me

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ciotola - 7 giorni fa

    Credo che il ruolo di mezzala sia considerato ricoperto da Castrovilli/Zurkosky. Per il resto i ruoli che mancano sono quelli indicati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. gilbertogod - 7 giorni fa

    In difesa siamo a posto, se cediamo Biraghi prendiamo un altro terzino sx.
    A centrocampo manca un buon centrocampista, poi siamo a posto con Badelj, Pulgar, Benassi, X, Castrovilli, Zurkowski
    In attacco manca un’ ala titolare e se vendiamo Simeone allora ci prendiamo Diego Rossi, o un profilo di quel tipo, che possa gareggiare ogni partita con Vlaho per un posto da titolare.
    In sintesi due acquisti, piu’ eventuali rimpiazzi per Biraghi e Simeone che sono quelli piu’ in odore di cessione.
    Voi vorreste avere una rosa di 30 titolari, spiegatemi il senso di comprare un “centrale di buona qualita’” quando abbiamo: Pezzella, Milenkovic, Ceccherini, Ranieri, Rasmussen e molto probabilmente giocheremo con 2 titolari

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy