Simeone, non ci siamo: ennesima prova insufficiente. E quanto pesa quel contropiede fallito

Simeone, non ci siamo: ennesima prova insufficiente. E quanto pesa quel contropiede fallito

Simeone non è mai riuscito a impensierire la difesa bianconera, tutt’altro che perfetta senza Chiellini. Troppe palle perse, nessun tiro in porta. La Fiorentina ha bisogno (anche) di un bomber di razza per provare a centrare la qualificazione all’Europa fin dal prossimo campionato

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Un’altra prestazione insufficiente. L’ennesima di una stagione grigia, sempre più tendente al nero. Se i suoi compagni hanno dato, contro la Juventus, importanti segnali di risveglio in ottica della semifinale di Coppa Italia con l’Atalanta, lo stesso non si può dire per Giovanni Simeone, insieme ad Hancko il peggiore in campo all’Allianz Stadium. La scarica di 5 e 5,5 in pagella sta lì testimoniarlo.

Montella ha puntato sull’argentino per scardinare la difesa bianconera, ma il Cholito non è stato in grado di contraccambiare la fiducia del tecnico viola. Nemmeno in un pomeriggio in cui Rugani e Bonucci hanno dimostrato tutta la loro inaffidabilità in assenza di Chiellini. Nessun pericolo creato dal numero nove. Anzi, pesa come un macigno il contropiede fallito al ventesimo minuto del primo tempo. L’errore in occasione dell’assist a Chiesa intercettato da Bonucci è imperdonabile, da matita blu. Anche perché la Fiorentina attaccava due contro uno, quindi ci sarebbero state buone probabilità di segnare il 2-0. Per la Juventus sarebbe stato complicato recuperare il doppio svantaggio.

Giovanni non ha saputo far salire la squadra e non ha retto alle sportellate dei difensori bianconeri. La partita di ieri ha confermato che la tecnica di base è scarsa. Troppi i passaggi e i controlli sbagliati. Come si legge sul sito della Lega Serie A, le palle perse sono state cinque. Zero i tiri in porta. Non certo il massimo per chi, di mestiere, fa l’attaccante. L’unico spunto positivo è arrivato al quarantacinquesimo minuto della ripresa: assist filtrante per Dabo, conclusione del centrocampista viola, parata di Szczesny. Sarebbe stato il pareggio, inutile per la classifica, ma sicuramente importante a livello morale in vista della battaglia di giovedì sera.

La Fiorentina ha bisogno (anche) di un bomber di razza per provare a centrare la qualificazione all’Europa fin dal prossimo campionato. Simeone e Muriel non lo sono.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Enzo2 - 4 mesi fa

    Volontà, spirito di sacrificio 10. Tecnica 5. Bomber 4. In questa Fiorentina, purtroppo, un 9 così, “non ci serve”…. AVANTI VIOLAAAAA!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Aoi_Haru - 4 mesi fa

    Simeone ha fallito un contropiede clamoroso ma ha anche servito una palla d’oro a Dabo. Tutta la squadra è tecnicamente scarsa, solo Chiesa spicca in positivo (e il più incostante Muriel).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bati - 4 mesi fa

    Dopo quasi due anni di niente, a parte quei tredici goal trovati il primo anno, frutto soprattutto di rimpalli, foga e colpi di flipper, anche questo sito arriva alla conclusione che la prima punta Simeone sia inadeguato al ruolo. Complimenti, anche se con un bel ritardo sull’evidenza, ci siete arrivati anche voi. Due anni buttati via in cambio di 18 milioni di euro. Due stagioni pesantemente pregiudicate e finite in modo fallimentare anche per la mancanza di una vera punta. Bastavano un paio di mesi per capire che il piccolo attaccante argentino era privo di tecnica di base, agilità , velocità di esecuzione, controllo di palla, dribbling, palleggio nello stretto e anche nel lungo. Il tiro da fuori area addirittura inesistente, tanto che non credo che abbia segnato mai un goal da lontano. Se si arrivano a spendere 18 milioni per questo, bisognerebbe avere il dovere morale di cambiare mestiere. L’aggravante è che nel frattempo si è pensato di creare un centrocampo con Norgaard, Gerson e Benassi. Altro che dovere morale….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. The Count of Tuscany - 4 mesi fa

    Solo quell’incapace di Corvino poteva spendere 18 mln per uno scarpone come questo. E lo dico con dispiacere, perché un Simeone acquistato a 3 o 4 mln da tenere in rosa se giocassimo con 2 attaccanti a me andrebbe bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 4 mesi fa

      Il Genoa infatti lo prese alle cifre che dici. Poi a Genova è arrivato Pantaleone e Preziosi ha festeggiato Natale in anticipo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario - 4 mesi fa

    Mario Rui, Hysaj, Diawara in uscita da Napoli sarebbe un pacchetto che ci farebbe fare un buon salto in avanti. Per il centravanti penso Cutrone sia in uscita, senza spendere tanto avremmo uno che sa dove sia la porta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pamarell_193 - 4 mesi fa

      Caro Mario, il tuo mondo del calcio è un cartone animato… Hysaj guadagna oltre 3 milioni, mentre Cutrone ne vale g già 50… Hai proprio ragione, si fa una bella squadra con due lire! Ti perdono solo se hai 14 anni… 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lallero - 4 mesi fa

    VENDERE SUBITO SIMEONE – LA PUNTA PIU’ SCARSA MAI VISTA DOPO EL TANQUE – BIRAGHI E BENASSI (che non serve a montella) SE QUALCUNO SE LI PIGLIA A CIFRE DECENTI… SPERIAMO NELL’INGHILTERRA PER QUEL PIPPONE COSMICO DEL CHOLITO…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy