Poche conclusioni e pochi gol: la Fiorentina ha perso il feeling con la porta avversaria

Poche conclusioni e pochi gol: la Fiorentina ha perso il feeling con la porta avversaria

Solo tredici tiri in due partite e mezzo, solo il Palermo ha fatto peggio

di Pier F. Montalbano, @____MONTY____

“Houston, abbiamo un problema”. Ma dove precisamente? Negli ultimi sedici metri, perché la Fiorentina in questo avvio di campionato sta facendo estremamente fatica ad avvicinarsi all’area avversaria e ad andare con regolarità in rete. Se prendiamo in esame i dati forniti dalla Lega Serie A, la squadra di Paulo Sousa – che, specifichiamo, ha disputato solo ventisette dei novanta minuti a disposizione domenica a Marassi contro il Genoa – è penultima nella classifica dei gol segnati e dei tiri scagliati verso la porta avversaria davanti solo al fanalino di coda Palermo, che chiude ultimo in entrambe le graduatorie.

Sono appena 13 le conclusioni (sei in porta e sette fuori) in quasi due partite e mezzo, contro le 53 della Roma, prima davanti a Inter (43), Torino (40) e Juventus (39). Il Genoa, che complice la sospensione del match di due giorni fa nell’acquitrino del Ferraris ha disputato gli stessi minuti dei viola, è comunque quinto con 35 conclusioni e ben 6 reti segnate. Gli standard viola si assestano su quelli del Crotone, che in tre partite complete ha tirato 18 volte ma proietterebbe Kalinic e compagni soltanto al 18° posto.

classifica tiri e gol

Un campanello d’allarme che scatta già dopo poche apparizioni ufficiali, ma questo trend negativo si può estendere anche alle amichevoli estive di maggior peso, tutte finite con una sconfitta: a secco contro il Celta Vigo al Franchi, un solo gol contro Bayer Leverkusen, Schalke 04 e Valencia. A Paulo Sousa le soluzioni offensive non mancano, servirà la versione migliore del portoghese per ricomporre i cocci di un attacco che nel 2016 ha fatto fatica e perso la brillantezza e l’imprevedibilità dei primi mesi dello scorso anno. La prima occasione per utile tra due giorni, in Europa League a Salonicco, contro un Paok temibile ma non irresistibile.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mario - 4 anni fa

    4231, vecino sanchez (vecino) tello ilicic borja kalinic … Napoli, allan jorhigno callejon hamsik insigne milik…miglior squadra nel numero delle conclusioni.
    Si fanno le pippe se serve una seconda punta senza rendersi conto che la differenza sta nella velocita intensita e capacità di far girare palla e liberare qualcuno al tiro, mentre la differenza a parità di schemi la fanno i giocatori e dal confronto dei nomi è facile senza tante chiacchere capire il perché

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jacopo - 4 anni fa

    Sicuramente mi sbaglio, però anche l’anno scorso ad inizio stagione il gioco stentava a decollare, tanto che un giornalista (benedetto Ferrara)scrisse “giocatori indegni di vestire questa maglia”. Lo scrisse dopo le prime 4 partite, 3 vittorie e una sconfitta, 5 gol fatti e 3 subiti. Ci vuole pazienza e fiducia prima di sparare sentenze, anche se le statistiche non sono incoraggianti. Ma ripeto, sicuramente mi sbaglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pino.guastell_660 - 4 anni fa

    Il problema e’ Paulo Sousa. Allena uno squadrone e non riesce a farlo ingranare. Ciò’ si ritorce contro la Viola che per avanzare di un metro fa cento passaggi laterali e una quarantina all’indietro e nessun giocatore e’capace di calciare il pallone ne’da fuori area ne’ dentro l’area. Non so se siabuna disposizione di Paulo Sousa ma i giocatori viola vorrebbero entrare entrare fin dentro la porta con tutto il pallone.Ma la Fiorentina non e’ quella che schiera Paulo Sousa ma tutt’altra cosa. Il portoghese ha costretto la società’ a svendere Gomez e Pepito Rossi ed ora sta cercando di distruggere Kalinic, Ilicic, Borja Valero, Tello e Bernardeschi. La società’ delle farsi sentire con questo sciagurato tecnico. I risultati conseguiti dal girone di ritorno dello scorso campionato e in queste prime tre giornate del nuovo campionato ci dicono che Paulo Sousa e’mediocre allenatore. Chi ci salvera,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. filippo999 - 4 anni fa

    suvvia…un centravanti che può segnare sui 10-12 gol a campionato , esterni
    offensivi che non farebbe paura nemmeno alla difesa dei puffi , nessuno dei centrocampisti
    che abbia vocazione offensiva ( inserimenti in avanti molto rari ) , Babacar
    oggetto misterioso , Ilicic in letargo 5 mesi su 10 , e ci si stupisce che
    che davanti abbiamo problemi….sarebbe illogico aspettarsi il contrario e
    non c’è allenatore che tenga , poi qualche accorgimento è sempre possibile ,
    ma non cambierebbe molto la sostanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Londanomala - 4 anni fa

    Sousa non può dirvelo ma è ostaggio di un giocatore inutile dal secondanno di montella: BORJA l uomo che gioca benissimo da fallo laterale alla altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. il contabile por el pueblo - 4 anni fa

    La chiave è dare a Kalinic una spalla.Zarate,Berna,Ilicic,Baba.Non certo Borja…Il resto vien da sè.Vorrei sapere in cosa comporta la penale che dovremmo riconoscere al Barca in merito ad un eventuale scarso utilizzo di Tello.La questione non mi è chiara.Ad oggi di questo Tello,utilizzato in questa maniera,non abbiamo bisogno.Comunque penso che ci sia anche un problema fisico,manca brillantezza e ciò potrebbe essere dovuto a carichi di lavoro diversi rispetto alla scorsa stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. franco55 - 4 anni fa

    Mandate via Sousa prima che faccia danni irreparabili, non ci capisce nulla, la squadra è lentissima, non verticalizza, non riparte mai in velocità, ritorna sempre con il possesso palla dal proprio portiere, vederla giocare è frustante altre squadre ripartono in contropiede noi tiki-taka.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. nisci - 4 anni fa

    ok tiriamo poco ma abbiamo segnato in tutte le gare e contro la Juventus che fa un campionato a parte inoltre tirando poco immagino che abbiamo un’alta percentuale realizzativa infatti guardando l’inter che viene messa come la seconda migliore in fatti di tiri in porta con 3 gol in 43 tiri ha una media realizzativa dello 0.6% mentre la fiorentina con 2 gol su 13 conclusioni si attesta al 15% i numeri si possono leggere in tante maniere ma se vengono usati solo come monito/ critica non lo trovo onesto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. viola51 - 4 anni fa

    ma siamo sicuri che il mister Sousa ci capisc qualcosa? a me pare lo scolaretoo che ogni anno prova qualcosa di diverso sperando di indovinare la soluzione!! da tutte le critiche che leggo tutti hanno la stessa opinione ha creato schemi che non producono niente se non un palleggio sterile nella nostra metà campo con i relativi rischi di erdere palla e beccare azioni avversaie e un attacco con kalinic che deve correre per tutto il campo e poi anche segnare;
    paulo ma fammi il piacere………………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nisci - 4 anni fa

      A me Sousa come allenatore piace anche; quello però che non accetto è che abbia detto che aveva perso la motivazione a metà stagione per questa ragione io lo avrei esonerato anche perchè ora tutte le volte che si perde o che si fanno figurette il pensiero ritorna sempre a quelle parole…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy