Pioli: “Mirallas infortunato, Pjaca sia più sbarazzino. Badelj? Gli ho voluto bene, ho provato a trattenerlo…”

Pioli: “Mirallas infortunato, Pjaca sia più sbarazzino. Badelj? Gli ho voluto bene, ho provato a trattenerlo…”

Stefano Pioli presenta la partita contro la Lazio

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, ha parlato così in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Lazio, in programma domenica alle 15 allo stadio Olimpico (diretta tv su Dazn):

“Le prestazioni in trasferta sono stati importanti contro squadre forti. Se ci hanno insegnato qualcosa è che, contro certe squadre, non devi mollare mai la presa. Quando è successo, lo abbiamo pagato a caro prezzo. Dovremo restare sul pezzo per più di 90 minuti, ogni pallone può essere quello determinante.

Gasperini? Ho già risposto. Mi piace parlare della mia squadra, non delle altre. Dobbiamo essere motivati, la crescita deve essere continua, abbiamo ambizioni, dobbiamo far di tutto per raccogliere qualche soddisfazione.

Il nostro modo di stare in campo prevede anche posizioni diverse per creare difficoltà agli avversari. Dobbiamo fare gioco e contrapporci bene. La Lazio ha qualità tecniche e prestanza fisica, dovremo stare attenti in fase difensiva e giocare bene quando avremo la palla.

Eventuale vittoria contro la Lazio? Non mettiamo il carro davanti ai buoi. Dovremo giocare seguendo le nostre qualità. Il nostro obiettivo è migliorare il campionato dell’anno scorso, vogliamo provare ad essere pericolosi in tutte le partite. Le gare prima della sosta sono importanti e delicate. Non siamo concentrati sul futuro che dipende dai risultati. Pensiamo solo a questi.

Badelj? Gli ho voluto molto bene, è stato un riferimento per me e per la squadra. Ho provato a farlo restare, ma ha fatto un’altra scelta, così come noi. Mi fa piacere ritrovarlo.

Milinkovic-Savic? Ha grandi qualità tecniche e una grande prestanza fisica, la Lazio lo cerca spesso sui rinvii dal fondo, ma la Lazio non è solo lui. La punta centrale attacca bene la profondità. Conosciamo le loro caratteristiche.

Mi aspetto un avversario determinato, so quanto pesa perdere un derby a Roma e poi hanno perso anche in Europa League, dovremo pareggiare la loro rabbia. Se saremo al loro livello, potremo giocarci le nostre possibilità.

Il nostro centrocampo è ben assortito indipendente da chi giocherà, poi vedremo chi sceglierò.

La mia stagione alla Lazio è stata bella, il percorso della Fiorentina è diverso, ci sono prospettive importanti, dobbiamo salire scalino per scalino per arrivare a quel livello.

Mirallas? Non sarà convocato, ha avuto un trauma distorsivo alla caviglia mercoledì che non gli ha permesso di allenarsi.

Pjaca? Sta bene, mi ha dimostrato un’ottima condizione. Mi piacerebbe vederlo più sbarazzino. Deve prendere la palla e fare ciò che vuole, sembra in dovere di dimostrare qualcosa. Quando non gli riesce una giocata, si butta giù troppo.

Simeone? Non gli chiedo di cambiare caratteristiche, non giudico un attaccante solo dai gol, anche se so quanto sono importanti. Se pensa di giocare in un modo diverso, sarebbe un errore.

Chiesa? Ci sta dando tanto. Deve continuare così, essere continuo e pericoloso, senza fermarsi mai.

vnconsiglia1-e1510555251366

Inzaghi: “La Fiorentina proverà a renderci difficile la giornata, ma dobbiamo vincere in tutti i modi”

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy