Pedullà: “Il centrocampista non è una priorità, ma ci sono delle situazioni da monitorare”

Pedullà: “Il centrocampista non è una priorità, ma ci sono delle situazioni da monitorare”

Ha parlato Pedullà ai microfoni di Radio Bruno del mercato della Fiorentina

di Redazione VN
Alfredo Pedullà, calciomercato

Alfredo Pedullà, noto esperto di mercato, ha parlato ai microfoni di Radio Bruno:

Siamo verso la fine del mercato invernale ed in questo periodo può sempre succedere di tutto. Sono i giorni in cui alcuni no possono diventare sì. Sia su Thereau che Eysseric potrebbero cambiare le situazioni, che si sbloccheranno gli ultimi tre o quattro giorni di mercato. Zurkowski? Era seguito da tante squadre, ha dato la sua parola alla Fiorentina e l’ha rispettata. Non metto la parola fine al mercato in entrata della Fiorentina, ma dipende molto dalle uscite e dagli incastri di tutte le società. Laurini e Dabo sono situazioni da monitorare, sono cercati e potrebbero creare delle novità. Il centrocampista per subito non è una priorità, ma potrebbe diventare una occasione. Depaoli? In questo momento c’è in vantaggio il Genoa, ma è un ragazzo molto interessante.

CLICCA PER LEGGERE LE OPERAZIONI DI CALCIOMERCATO CONCLUSE IN SERIE A

Calciomercato 2018-2019

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. symphonygol - 6 mesi fa

    Questa stagione oramai è andata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andrea333 - 6 mesi fa

    Un centrocampista davanti alla difesa con piedi buona e visione di gioco dovrebbe essere la nostra priorità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sbroz - 6 mesi fa

      Il problema è che doveva esserlo da giugno scorso quando se n’è andato Badelij.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 6 mesi fa

        Verissimo, ormai è tardi. Toccherà barcamenarsi tra Edimilson e Veretout.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bati - 6 mesi fa

    Vogliono andare in EL con Gerson e Benassi? Auguri, l’unica speranza sono Chiesa e Muriel che saranno il trampolino di lancio l’uno per l’altro. Due giocatori di statura superiore e che parlano la stessa lingua. Giocano di prima e si inseriscono in velocità. Possono diventare devastanti insieme.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy