Lo scudo della difesa che non ti aspetti

Lo scudo della difesa che non ti aspetti

Sousa sta provando spesso Hegazi davanti alla difesa. E potrebbe diventare un jolly della Fiorentina

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Hegazi a centrocampo davanti alla difesa? Potrebbe sembrare un’eresia, ma le indicazioni che arrivano da questi primi giorni di ritiro a Moena vanno in questa direzione. Il tecnico portoghese aveva provato questa scelta tattica sabato pomeriggio in occasione dell’amichevole contro il Team Trentino. L’egiziano ha risposto presente, anche se l’avversario di turno non era certo dei più probanti. Anche nella seduta di stamattina, con partitelle a metà campo, l’allenatore ex Basilea ha riproposto questa novità, con il classe 1991 a fare da scudo alla difesa composta da Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic e Alonso. Un compito, questo, che il calciatore potrebbe svolgere nel migliore dei modi visti i 193 centimetri e 83 chili. E’ bene andarci cauti, per il momento si tratta solo di un esperimento, ma se il “Nesta delle piramidi” dovesse conquistare la fiducia di Sousa, la sua permanenza a Firenze, non sarebbe un miraggio.

 

E’ chiaro che, se l’ex Juventus volesse portare avanti questa novità, di lavoro da fare ce ne sarebbe abbastanza perché un conto è giocare in difesa, come Hegazi ha sempre fatto, un altro è giocare a centrocampo. In quella zona, i ritmi e i compiti da svolgere cambiano, ma soprattutto l’egiziano dovrebbe abituarsi a ricevere la palla dai piedi dei difensori e proteggerla col corpo dagli attacchi degli avversari. In settimana la Fiorentina giocherà altri due amichevoli. Domani contro il Gyrmot Gior, squadra della Serie B unghrese capace di battere la Roma, e sabato con il Carpi, senza dubbio la partita più interessante sul piano mediatico e impegnativa su quello dello sforzo fisico. Vedremo se Sousa confermerà Hegazi davanti alla retroguardia. Se così fosse, l’esperimento potrebbe trasformarsi in conferma. A quel punto, il classe 1991 avrebbe la possibilità di diventare un jolly, visto che nasce come difensore. E in tal senso, la sua fisicità potrebbe tornare utile ad reparto arretrato privo di marcantoni.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy