Pioli: “Sempre più felice di allenare la Fiorentina. Simeone è tornato, Pjaca reagisca”

Dalla sala stampa Manuela Righini le parole del tecnico viola

di Federico Gennarelli, @F_Genna88

Stefano Pioli presenta nella consueta conferenza stampa pre-partita la sfida di domani con l’Empoli. Obiettivo tornare al successo in una gara come il derby contro il suo ex compagno Beppe Iachini.

Sulla partita di domani:

Alla mia prima conferenza ero felice di essere allenatore della Fiorentina ed ero motivato. Oggi sono ancora più felice e motivato, quella di domani sarà una partita importante e lo sappiamo. In settimana abbiamo lavorato bene, quello che ho visto io non penso sia così importante ma lo sarà quello che riusciremo a mettere in campo domani. A far vincere le partite sono qualità e spirito di determinazione e non i moduli di gioco.

Su Simeone:

Il gol per Giovanni è stato importante e in settimana ho avuto segnali in questa direzione. Lui è tornato il voglioso e determinato che conosciamo.

Su Iachini e il suo Empoli:

Non voglio parlare dell’Empoli, ma solo della Fiorentina e voglio parlare solo dei miei giocatori. Abbiamo preparato situazioni di gioco che possono darci vantaggio e dovremo essere bravi a metterle in pratica. Ripartiremo dagli ultimi 15 minuti di Sassuolo. Iachini è stato il compagno con cui ho giocato di più in carriera e i ricordi sia belli che brutti sono tanti.

Su Norgaard:

Sicuramente domani giocherà uno tra lui e Dabo.

Su Pjaca:

Dal punto di vista psicologico deve avere una reazione: le sue qualità non si discutono ma il rendimento non è il massimo e deve riuscire a ritrovare i suoi livelli.

Sui tifosi:

Per me è scontato che il tifoso ami maglia, società e tifosi soprattutto in un momento delicato. Sono sicuro che i nostri sostenitori non smetteranno di tifare per tutti i 90 minuti quindi non c’è bisogno di un appello speciale. Non mi sorprendono i tifosi ma nell’incontro che abbiamo avuto hanno parlato benissimo, dicendo che con questa squadra c’è un rapporto particolare chiedendo il massimo e dicendo che a Sassuolo non abbiamo visto la vera Fiorentina ma sono con noi.

Su Diego Della Valle:

La presenza della proprietà è importante e la sua presenza ha ribadito la volontà di proseguire e persistere nel nostro percorso a medio e lungo termine. Continueremo a lavorare e giocare con serietà.

Sulla difesa: 

Abbiamo preso troppi gol e abbiamo lavorato sulle coperture. Abbiamo giocato con poco ritmo a Reggio Emilia e non siamo riusciti a rubare i palloni. Dobbiamo farlo con più qualità e personalità, esattamente quello che abbiamo fatto nell’ultimo quarto d’ora.

Sul suo momento in viola: 

Sicuramente saranno 3 punti pesanti e la vittoria che manca da tanto comincia a pesare alla squadra. Difficile dire se sia la partita più importante da quando sono a Firenze, ma non sarà decisiva per i nostri obiettivi di migliorare la posizione dello scorso campionato.

Sulla carenza di risultati: 

Le mancate vittorie di Frosinone e Bologna avrebbero fatto cambiare i giudizi. Quei punti in più avrebbero sicuramente cambiato le cose e la squadra è stata meno spensierata nel giocare le sue partite. Penso sia mancato solamente questo, la classifica è corta e il campionato è equilibrato.

Violanews consiglia

Fiesole, sostegno alla squadra in attesa degli stati generali

Calendario “pazzo”: la Fiorentina può chiudere il girone d’andata terza o terz…ultima!

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fazio - 2 anni fa

    Ci credo sia felice quale altra società gli affiferebbe la panchina..???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bob - 2 anni fa

    Noi no

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user - 2 anni fa

    in un momento delicato come questo le parole di Pioli mi sono piaciute.Cerca di trasmettere alla squadra un pò di grinta e senso di urgenza che in una partita come questa, dove affronti una squadra ad immagine e somiglianza di Iachini sono fondamentali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cettolaqualunque - 2 anni fa

    Pioli non ha piluuuuu. Ma ha la barba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. folder - 2 anni fa

    “. A far vincere le partite sono qualità e spirito di determinazione e non i moduli di gioco”.
    Certo:specialmente per chi,come te,non sa cosa significano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ghibellino viola - 2 anni fa

      E te come fai a saperlo? Se allena inserie A di sicuro lo sa meglio di me. E forse di te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cettolaqualunque - 2 anni fa

        ma folder ce l’ha o pilu?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. folder - 2 anni fa

          Quantutamente me lo lisciu o pilu!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bob - 2 anni fa

        Caro Ghibellino Firenze era Guelfa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 2 anni fa

          Avevano le maglie a strisce

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. folder - 2 anni fa

        Se è l’uomo più esonerato della serie A vuol dire che tanto un ci capisce!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy