IL PAGELLONE DEL RITIRO – Simeone, Montiel e non solo. E ci sono due ‘fantasmi’

IL PAGELLONE DEL RITIRO – Simeone, Montiel e non solo. E ci sono due ‘fantasmi’

dai nostri inviati a Moena

di Redazione VN

#MOENA2018

Il ritiro di Moena è terminato ed è tempo di primi – seppur parziali – bilanci. ViolaNews.com, attraverso i propri inviati in Val di Fassa, ha ripercorso le valutazioni dei giocatori, suddividendoli in otto categorie, che potrete consultare scorrendo la timeline.

Il consapevole, la sorpresa, l’eccitante, la potenza, la delusione, il solitario, l’inespresso, il fuori dai giochi.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alesquart_192 - 2 anni fa

    Il quadro che hai dipinto è drammatico, spero vivamente che le cose migliorino, perché ieri, vedendo la partita, mi sono preoccupato, Diks (magari stanchezza) lascia dei buchi in copertura paurosi, Eysseric non è adatto al nostro campionato (non capisco come abbia potuto fare così bene l’anno precedente), Simeone un’anima in pena che per toccare il pallone rientrava e pressava pure in difesa.
    Vero che molte colpe sono del D.S. che l’anno scorso ha mancato in pieno alcuni acquisti (pur prendendone altri, anche se ritengo che Biraghi faccia pena in difesa e spero che Hancko sia meglio di lui sennò sono guai grossi dietro e si ritorna a fare la difesa a 3
    ).
    Ma a mio parere il dato più eclatante è la completa mancanza di competenza del comparto sportivo, il non riuscire a capire come la perdita di alcuni giocatori sa stata un mancato guadagno (penso a Neto per es. su Badelj è stata una scelta dell’allenatore) o come prendere perfetti sconosciuti ( e qui anche la passata gestione ha fatto scelte orribili vedi il “nuovo Cafu” Gilberto, per non citare Brillante e Octavio) poi comporta il problema che non puoi rivenderli se si rilevano quello che sono dei PACCHI CLAMOROSI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 2 anni fa

    Mio bilancio: tutta fuffa, come ormai capita da almeno due o tre ritiri estivi a questa parte. Ho visto Eysseric titolare inamovibile che ieri s’inabissava in quelle pozze con la stessa grazia di un appartenente all’ordine dei cetacei, ho visto Cristoforo “volante” alla sudamericana (dove di sudamericano c’era solo il passaporto), ho visto Maxi Olivera difensore centrale, ho visto Saponara mezz’ala, ho visto Dabo con il 10, ho rivisto Diks e le sue continue buche sulla fascia destra, ho rivisto la solita frotta di ragazzini non ancora pronti (a voler essere ottimisti) e soprattutto ho rivisto il solito allenatore (cambia il nome, non la sostanza) che parte con un sacco di buone intenzioni e al massimo dopo dieci giorni è lì davanti ai giornalisti a lamentarsi giustamente, seppur con i suoi toni (http://www.violanews.com/video/video-vn-pioli-non-siamo-al-completo-aspetto-presto-giocatori-nuovi/), perché lui invece non ha ancora visto i giocatori veri, quelli che dovrà allenare durante la stagione.

    Da questo punto di vista c’è stato perlomeno un parzialissimo miglioramento rispetto alla scorsa stagione, anche perché peggiorare il ritiro dell’anno scorso era francamente impensabile: Pioli, se non altro, ha potuto lavorare con quei sette-otto titolari salvati dalla scorsa stagione. Ma non è abbastanza. Per fare tutto ciò potevamo starcene tranquillamente al Campo di Marte e aspettare quei due o tre prestiti con diritto di riscatto, raccapezzati nelle ultime ore di mercato e passati a mezzo stampa per grandi talenti che “se nonno li conoscete sono problemi vostri” (cit.), che ormai sono diventati marchio di fabbrica corviniano.

    Se non fosse per i leciti interessi turistico-commerciali moenesi e, di riflesso, per quelli della Fiorentina, il ritiro precampionato ormai sarebbe sportivamente del tutto inutile. E’ del tutto inutile, rispetto al passato. Magie e bellezze dell’era dell’autofinanziamento hardcore, dei pasdaran del sacrosanto e giustissimo fair play finanziario e dei tesoretti-che-non-si possono-usare-perché-non-so-perché.
    Allora, che così sia. Tra una trattativa che si complica, un’altra che si arena e un’altra ancora che si blocca, tra un sorpasso dell’Atalanta su un giocatore e uno della Sampdoria su un altro, continuiamo pure a veder giocare la Primavera rinforzata (?) dai fuoriquota Maxi Olivera, Cristoforo e Saponara: quand’è la prossima, il 28?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. strato57 - 2 anni fa

      Perfettamente d’accorso, ma per spiegare quello che hai visto potevi anche farla breve e sinteticamente dire che:
      hai visto una squadra messa in piedi da una proprietà menefreghista, totalmente incapace sul piano sportivo, lontana anni luce da Firenze e i suoi tifosi, senza obbiettivi, voglia e orgoglio. E scusate se è poco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. strato57 - 2 anni fa

      Mi piacerebbe che qualcuno dei 22 pollicini giù avesse il coraggio e il cervello di argomentare e demolire quello che hai detto,ma non hanno argomenti molto più facile dietro la tastiera mettere un pollicino demenziale e questo la dice lunga su cosa è diventata certa tifoseria… tifoseria? Ma di che..
      Ed ora forza giu con i pollicini…. ah ah ah ah ah ah!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Aoi_Haru - 2 anni fa

        Serve anche argomentare quando il livello è concludere la frase ridendo da soli, come fai te?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. strato57 - 2 anni fa

          T&u argomenti cosa… le chielle?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Valdemaro - 2 anni fa

    Proprietà: 0
    Solita vergogna solita presa peri il c..o a tutti i tifosi viola.
    La tragedia Astori non è servita a niente.
    Ma finchè lucreranno con l Fiorentina non andranno via purtroppo.
    Ah già il centro sportivo…vaia vaia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pattyviola - 2 anni fa

      Ma smettila di scrivere stronzate,sei sempre qui pronto a sputare veleno e dov’eri nei giorni della morte del nostro Capitano? Non ti sei degnato di scrivere una riga, sciacquati la bocca prima di nominarlo!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy