Commisso: “Chiesa non ha voluto salutarci, mi ha deluso. Con il nostro monte ingaggi…”

Le parole del patron viola

di Redazione VN

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso è intervenuto a Rtv38:

Il primo anno da presidente della Fiorentina è stato intenso, tanti incontri e tante cose fatte. Non mi aspettavo tanto; con i momenti belli ci sono state anche le critiche. In alcuni momenti le critiche sono andate troppo avanti, non solo nei miei confronti ma anche nei confronti di Pradè o Joe Barone. Mi danno fastidio le critiche nei loro confronti, è come se criticassero anche me. Chiesa? Non accetto la critica sul fatto che secondo alcuni avrei dovuto venderlo un anno fa. Un povero immigrato dalla Calabria ha dovuto finanziare gli Agnelli e la Juventus Ormai fa parte del passato, ma dispiace non aver ricevuto neanche una chiamata o un messaggio. Abbiamo dovuto inviare i documenti a Coverciano, non è voluto passare a salutarci. Ho ricevuto un messaggio solo da Enrico. Montella? Abbiamo sbagliato. Sono venuto qui il 6 giugno e abbiamo preso Daniele Pradè. Mi piace dare opportunità alla gente, è uno dei miei princìpi. Se io ti do una chance, devi ripagarla. Vincenzo fece benissimo 3-4 anni fa, mentre con noi non è andata altrettanto bene. Il suo contratto di tre anni forse è stato il più grosso sbaglio fatto. Le cose non sono andate come volevo io, ma la decisione in quel momento non è stata sbagliata. Il mio problema non sono i soldi, ma io non li voglio buttare via. Io li porto ma non voglio buttarli. Il campionato credo che continuerà. Per il centro sportivo abbiamo speso di più in modo da accontentare la soprintendenza. I costi del Viola Park saranno doppi rispetto a quanto ho speso per Mediacom. Abbiamo alzato il monte ingaggi del 40%, dico a Pradè e Iachini che dobbiamo fare meglio. La partita con la Samp è stata uno schifo. Rocco se fa lo stadio, deve essere nuovo, da qualunque parte. Ho voluto un architetto fiorentino, sono io che spendo e quindi decido io come fare.

 

GERMOGLI PH: 24 SETTEMBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CONFERENZA STAMPA DEL PRESIDENTE DELLA FIORENTINA ROCCO COMMISSO

 

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sinistro viola - 2 settimane fa

    ogni commento di questo inizio di campionato dà per scontato un piazzamento oltre il settimo posto, in pratica, fuori dall’europa..e tutto perchè non sono arrivati un centrovanti da venti gol (cercato e non venuto), un regista di “professione” (cercato e non venuto) ed i tre punti con la sampdoria (non cercati e non venuti)..senza considerare che abbiamo tre centravanti da 10 gol a testa sicuri, tre o quattro centrocampisti da poter usare nel ruolo di play basso e che nelle prime due partite si è vista una squadra tosta, brillante..sinceramente è l’ora di fare festa con le critiche, sosteniamoLa la Fiorentina..e speriamo di ritrovare i cori della curva al più presto..FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. jameslabriexxx - 2 settimane fa

    Una mattina…mi son svegliato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. el_sup - 2 settimane fa

    “Ho voluto un architetto fiorentino”
    and the winner is: Casamonti.
    con tutto il respect questa non te la passo Rocco..
    Credo tu lo abbia voluto costui come io volli fare il militare a 19 anni.
    tra tutti i milioni di miliardi di architetti che ci sono a Florence…
    just Casamonti ti viene in mind?
    Like Ligresti, Balducci, Cioni & co ???…do you remember??
    The big inciucio still alive.
    We are not raccattat fron the Arno’s piena…
    or… maybe… yes?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mcweb - 2 settimane fa

    Basta, basta Commisso con chiesa, non ne possiamo più. Basta frignare, è andata come è andata, colpa di questo personaggino ma ci avete messo anche del vostro con una gestione da cani. Per quanto mi riguarda, se fosse stato venduto lo scorso anno e preso 2 giocatori nei ruoli che mancano da anni alla Fiorentina (regista e centravanti) avrei fatto salti di gioia e lo dissi a suo tempo. Era chiaro che andando allo scontro frontale sarebbe stato un mezzo bagno di sangue, lo sapevano tutti ma avete fatto in un altro modo, quindi basta con lamentele. GUARDARE AVANTI, e pensate a fare un PROGETTO SPORTIVO e meno chiacchiere su chiesa. (sempre rigorosamente minuscolo).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ilRegistrato - 2 settimane fa

    Quando Rocco Commisso dice che le critiche non sono state “solo nei miei confronti ma anche nei confronti di Pradè o Joe Barone” dimonstra che ancora non ha capito bene le dinamiche del calcio italiano e’ piu’ in generale europeo. Nel momento in cui le critiche dei tifosi si abbattono pesantemente sul presidente e’ l’ora di passare la mano non e’ piu’ possibile stare al timone di un club di calcio professionistico in Italia. Le pesanti critiche al presidente debbono quindi essere evitate a tutti i costi e sfortunatamente i collaboratori del presidente spesso sono quelli che debbono essere sacrificati. L’allenatore e’ un caso tipico di questa dinamica, quando la squadra va male l’allenatore e’ il primo a essere sacrificato (non e’ Vlaovich che sbaglia dei gol fatti, e’ Iachini che sbaglia a metterlo in campo). Rocco dovrebbe evitare di difendere troppo i suoi collaboratori, questa e’ una strategia giusta in altri ambiti ma non nel calcio. Anche Prade’ sa che a volte il direttore sportivo deve fare il capro espiatorio e pagare per tutti anche se forse non ha tutte le colpe che gli si attribuiscono. So dear Rocco, please come to terms with it otherwise you are looking for troubles.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 2 settimane fa

      eccoci… se uno difende il suo operato e il suo staff, sbaglia!
      and must coming to terms….
      Gli italiani sono democratici cristiani inside, ma i fiorentini sono paraculs.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 2 settimane fa

        Io faccio come Machiavelli, ti dico come questo mondo e’ non come dovrebbe essere. Finche’ tutti quanti ce la siamo presa con Corvino, con Prandelli, con Prade’, con Montella e cosi’ via per i Della Valle tutto sommato le cose andavano bene. Non appena la critica e’ virata verso i Della Valle questi hanno dovuto lasciare subito. Fare da parafulmine agli errori di Prade’ e Barone, come l’anno scorso aveva provato a fare con Montella, e’ certamente una cosa moralmente lodevole, ma il risultato pratico puo’ essere disastroso. A quel punto ti esponi tu alle critiche e dove questo porta lo sappiamo tutti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. el_sup - 2 settimane fa

          infatti… secondo me il problema è proprio che “che lo sappiamo tutti come va a finire” e …. perseveriamo a bacare quei pochi che ci mettono i propri soldi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Tralascio un momento la permalosità di Rocco ricordando che in quanto a permalosità abbiamo migliorato al 1000% dalla vecchia gestione che ne era imbottita. Sostengo che ognuno di noi ha diritto alla critica per qualcosa o per qualcuno ed a chi sostiene che viene fatta senza ragione dico che affermare questo significa togliere quel poco di democrazia che ancora esiste nel mondo del calcio.
    Ma non è qui che voglio soffermarmi perché il discorso è troppo più complesso e riguarda tutti noi che, come sempre prendiamo in ogni articolo il pretesto per schierarci dall’una e dall’altra parte conquistandoci la fama di leccavalle o leccarocco ogni volta che scriviamo qualcosa a favore degli uni o degli altri. el sup ha fatto una grande osservazione in poche righe ed ha descritto bene l’animo dei fiorentini anche se qualcuno non lo accetta.
    Spiegatemi perché non dobbiamo criticare Rocco e la società per evidenti e continuativi errori, sia, e soprattutto, tecnici e poi organizzativi. Spiegatemi perché non dobbiamo farlo quando l’evidenza viene rilevata anche da chi di calcio ne mastica poco. Spiegatemi perché non dobbiamo vedere squadre che hanno una “potenza di fuoco” molto minore di noi, darci lezioni di come deve essere una società di calcio. Spiegatemi perché era tutto marcio prima e tutto bello adesso. Questo vuol dire volere male alla Fiorentina? Vuol dire essere contro Rocco? Vuol dire che tutti quelli che chinano la testa e dicono sempre “si” a prescindere sono veri tifosi e gli altri no? Oppure vuol dire che sono tutti e solo Leccavalle?
    Il problema è che non esiste più un sano e franco dibattito tra noi tifosi, il problema è che è molto più facile ma limitativo scrivere tre stupidate, magari offendere e raccogliere il famoso “pollice in su”. Per questi è molto facile fare “populismo calcistico” è la cosa che riesce meglio.
    Quando capiremo che siamo tutti qui e siamo tutti tifosi della Fiorentina sarà sempre troppo tardi per questa gente. Quando capiremo che essere obiettivi e criticare gli uni o gli altri vuol dire voler bene alla Fiorentina o, se le critiche paiono ingiustificate, cercare di capire le opinioni degli altri sarà sempre troppo tardi perché, in fondo el sup ha ragione siamo quelli che non hanno saputo riconoscere la grandezza dei più famosi personaggi che tutti ci invidiano come possiamo pretendere che qualcuno riconosca una piccola cosa come il diritto di esprimere le proprie opinioni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pietosi esseri - 2 settimane fa

    a Rocco stanno antipatiche le critiche vediamo perche.
    1) ha una mentalità americana con un retroterra calabrese. Ognuno di noi è ciò che è!
    2) è un imprenditore e capisce molto bene quando una sua azienda non va nella direzione auspicata, il suo obiettivo è vincere, riscattarsi, essere il capitano che conduce la nave in porto. Quindi, più di tutti, è suo desiderio e interesse vincere.
    3) Le critiche che conseguono alle sue scelte sono fatte da chi non conosce le sue strategie e soprattutto da chi difende il proprio piccolo potere (giornalisti, operatori di mercato, opinionisti) o dai tifosi che notoriamente in preda ai sentimenti e al proprio desiderio di riscatto aprono spesso la bocca con soluzioni che non contemplano una ristrutturazione organizzativa e societaria di medio lungo respiro.
    4) questo becerume presuppone una mancanza di fiducia nelle capacità di Rocco e conseguentemente di chi lui mette alla guida nei ruoli strategici. Questo, credo che più di tutto urti chi sta facendo il possibile per portare la propria squadra nelle posizioni di vertice. Rocco riconosce bene gli errori perché li valuta dai risultati anche se questi, come detto, possono essere determinati e inseriti in una strategia di più ampio respiro.
    Dimenticare la complessità del calcio e delle molteplici variabili che lo contraddistinguono compreso la difficoltà di riorganizzare un azienda significa non dare tempo, pretendere, arrogarsi il diritto delle proprie presunte ragioni.
    Insomma criticare senza ragion veduta.
    Va bene così! Ognuno fa il suo mestiere:il tifoso, l’operatore di mercato l’opinionista ecc.. ognuno è libero di dire e fare la propria parte, ma perdendo il punto di convergenza, il punto di interesse comune con la società, creiamo disaffezione e acredine reciproca. È questo il bene della Fiorentina??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Claudio58 - 2 settimane fa

    Mi sembra perfetto, niente da interpretare o di non detto filosofia e strategia chiara e condivisibile.
    Anche la parte in cui mette il comparto sportivo davanti alle sue responsabilità molto bene. e quella sullo stadio, solo nuovo, dovunque sia possibile! Ottimo!
    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Up The Violets - 2 settimane fa

    Semplicemente incommentabile quella del monte ingaggi. Anch’io avrei da ridire con Pradè vedendo il Sassuolo che vola finanziato dai quasi 40 milioni in cartellini per Duncan e Lirola (!), ma il signore adesso vorrebbe pure “vincere” (?) riducendo gli ingaggi?

    Ripigliamo Corvino e Gil Dias?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fa_774 - 3 settimane fa

    Ha ragione, troppe critiche… dopo 15 anni di Andrea Della Valle… finalmente un grande presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Eziogolgobbo - 3 settimane fa

    Noooo… Eziogol… ormai ti hanno sgamato !!! Mi sono anche registrato sul sito dei gobbi, così faccio come te, metto un po’ di zizzania ahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Slipperman1967 - 3 settimane fa

    Fa come vuole,rassegnatevi fenomeni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. bacarospa55 - 3 settimane fa

    Stanotte Nardella non dorme!!!!! E a Roma dovrà andarci da solo, ma per chiedere un immediato decreto “salva Franchi” ai suoi amici romani per un velocissimo consistente finanziamento per il restyling. O forse, visto che sta chiedendo finanziatori/investitori a destra e a manca, per i restauri delle infrastrutture e delle opere d’arte e ora anche idee e finanziatori per la chiusura del sagrato della chiesa di piazza Santo Spirito, forse starà già cercando anche finanziatori/investitori per il restyling e il riutilizzo in altra forma del Franchi su progetto di un archistar internazionale come suggerito ultimamente dalla senatrice De Giorgi. Nardella……. addio sogni di gloria!!! Addio frasi ad effetto, abbracci, sorrisi e suonate di violino per Rocco e famiglia in occasione di compleanni, anniversari ecc… e striscione #iostoconRocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. I' Mastica - 3 settimane fa

      È tardi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Up The Violets - 2 settimane fa

      Eppure i risultati delle ultime Amministrative e poi delle ultime Regionali vi avrebbero dovuto far capire che, in Toscana e soprattutto a Firenze, avete sempre contato meno di una s…. Ma si sa, ci arrivate sempre un po’ dopo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pantera Viola - 2 settimane fa

        Ecco là. Il tuo è il tipico esempio dell’arroganza della sinistra salottiera lastricata di buoni principi che sono tali fintanto li portate voi.
        Non volevo fare questo intervento in questa chat ma tu mi ci porti dentro a forza.
        Vi riempite la bocca di democrazia ma spruzzate odio e disprezzo per tutti coloro che la pensano diversamente da voi. La democrazia presuppone l’alternanza di potere di chi governa e non può essere patrimonio solo di una parte politica. L’avversario politico non è il nemico da abbattere, “fascista” solo perché la pensa in un altro modo. Ma per fortuna non tutta la sinistra è così. Purtroppo quella che conta politicamente la pensa davvero come te. Ma c’è tanta gente per bene e onesta che pian piano sta aprendo gli occhi (basta vedere quello che è successo nella rossissima Siena, città che avete ridotto sul lastrico grazie alla vostra ex Banca di riferimento MPS). Alla fine a me non interessa davvero chi vince le elezioni, mi interessa che chi è a capo di una città, regione o stato faccia il bene di tutti i cittadini e non solo gli interessi di una parte come Nardella invece fa. L’ultimo sindaco di Firenze che si è rifiutato di stare a questo gioco fu Primicerio eletto dalla sinistra e distrutto dalla sinistra stessa (vatti a rileggere i quasi quotidiani attacchi a lui e al suo entourage fatti dalla pagina fiorentina de “La Repubblica” durante il suo mandato a partire dal secondo anno). A Campi c’è un sindaco del PD per cui rifare o non rifare lo stadio a Campo di Marte non è questione di partito, ma di logiche di bottega in cui Nardella e tutti i “suoi” sono schifosamente immersi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

          Prima di sputare sentenze sugli altri leggi il post di tale bacarospa e poi scrivi chi sono quelli che offendono. Ma per piacere. Rode così tanto se la Ceccardi ha perso anche a Cascina?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. 29agosto1926 - 3 settimane fa

    Caro Rocco, che il futuro ti garantisca tanta salute e la stessa voglia di fare che hai adesso. Detto questo sarà bene che tu impari ad accettare le critiche per vari motivi. I due più importanti sono:
    1 chi lavora sbaglia
    2 tutti hanno il diritto di esprimere le proprie opinioni.

    Se pensi che tu, Pradè, Iachini possiate essere persone che non sbagliano mai non va bene.

    Pradè ha fatto tante cappella te e non si possono nascondere dietro a “chi critica Pradè crítica me” altrimenti si pecca di presunzione.

    Pensa a circondarti di gente che, invece di essere difesa, sia elogiata, ma per far questo occorrono persone di calcio e, per ora nella Fiorentina non ci sono.

    Spero che tu ci riesca e non debba più dire certe cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 3 settimane fa

      3 ti rapporti co’ fiorentini.
      guelfi e ghibellini, ‘nzomma quella storia lì, non so se te l’hanno raccontata.
      Chiedi a Dante, Leonardo, Michelangelo, Bruenelleschi i Medici, Vespucci, etc etc. te lo possono spiegà meglio di me.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pantera Viola - 2 settimane fa

        Questo non vuol dire che noi fiorentini dobbiamo ripetere in eterno gli stessi errori fatti dai nostri padri. La storia è lì ad insegnarci gli sbagli fatti non è tutta soltanto una storia gloriosa la nostra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. el_sup - 2 settimane fa

          la storia è lì ad insegnare… peccato che le aule siano vuote 🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Pantera Viola - 2 settimane fa

            Bè iniziamo noi. Inizia te.

            Mi piace Non mi piace
        2. el_sup - 2 settimane fa

          io ci insegno… nelle aule vuote 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pablitoviola - 3 settimane fa

      Rocco è un sangugno uomo del Sud, a mio avviso schietto e sincero, tornato in Italia per lasciare il segno. Da orgoglioso calabrese vuole dimostrare di “farcela” anche qua, diamogli tempo. Ha sbagliato in alcune cose? probabilmente si, non accetta critiche? permaloso ? probabilmente entrambe, ma sono difetti che in larga parte si riscontrano anche in noi fiorentini, ci assomiglia molto, a noi piace criticare non essere criticati…sosteniamolo e presto torneremo a dire la nostra anche nel calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. el_sup - 2 settimane fa

        yes! we can.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Tato - 3 settimane fa

    Eziogol, ma se per ogni commento il rapporto tra i mi piace e i non mi piace, è di 1 a 12, prima di criticare altri, due domande, me le farei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. didino5_10493463 - 3 settimane fa

    ….”ROCCO, SE FA LO STADIO DEVE ESSERE NUOVO, DA QUALUNQUE PARTE”. Quindi, improbabile che si lavori sul cemento vecchio 90 anni dell’ Artemio Franchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. adrian sbrodi - 3 settimane fa

      Ok ma diciamo pure che poco dopo aver acquistato la fiorentina rocco presento’ un progetto di restyling del franchi firmato dall’architetto casamonti che prevedeva solo l’abbattimento delle due curve e la copertura del resto. E mi ricordo pure bene che disse a piu’ riprese che se glielo lasciavano fare il risultato sarebbe stato bellissimo e roba di questo genere.. dunque io a rocco gli voglio sempre bene, ma ora comincio a essere un po confuso su quello che vuole fare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Eziogòl - 3 settimane fa

    Poerannoi..di tutto un pò,troppe chiacchiere. Quanto para, mamma mia..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolohendri_11578369 - 3 settimane fa

      Sei un poveretto. Mi fai tenerezza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pablitoviola - 3 settimane fa

      altro en plein di pollici versi….incredibile…un fenomeno

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy