Cholito, attento: Dusan ha una sorpresa in serbo per te…

Tra i due litiganti, il terzo deve ancora arrivare: chi sarà la punta titolare della Fiorentina? Il confronto

di Federico Targetti, @fedetarge

Partiamo da un presupposto: il Cholito Simeone e Dusan Vlahovic hanno lo stesso numero di gol segnati durante l’International Champions Cup (CLICCA PER RIMANERE AGGIORNATO SULLA ICC); fermandoci a questo dato, il film viola dell’estate, Una poltrona per due, di cui vi avevamo scritto (LEGGI QUI) prima della partenza della squadra per gli USA, non sembra ancora aver raggiunto il suo finale.
Invece, mettendo a confronto Dusan e Giovanni sotto tutti i punti di vista possibili, viene fuori un riferimento ad un’altra pellicola: Il sorpasso. Del primo sul secondo, s’intende. Per cosa? Verosimilmente, per un posto da seconda punta dall’inizio (più complicato per via del modulo) o a partita in corso, oppure, in determinate circostanze, anche da primo ariete della Fiorentina. Ma arriverà un altro numero 9 dal mercato.

Tornando al dualismo Vlahovic-Simeone, partiamo con il duello.

Capacità fisiche

Per quel che riguarda il fisico, Simeone è alto 1,80 m, Vlahovic lo supera di dieci centimetri. Questo surplus di massa corporea non si traduce in minore velocità, visto che il serbo sfrutta le lunghe leve per coprire più terreno degli avversari. Simeone è capace di ottimi sprint, ma non ha certo le capacità aerobico-atletiche del compagno di reparto. Madre Natura, insomma, favorisce Dusan.

Stato mentale

Poco male, quel che manca in centimetri lo si recupera a livello mentale… O forse no; il Cholito, protagonista di una buona annata nella sua prima stagione in viola, viene da un 2018/19 da horror, tra errori grossolani e gesti poco saggi verso il pubblico, come quel dito alla bocca dopo la rete all’Empoli in casa. Vlahovic, dominante la scorsa stagione in Primavera, sta dimostrando di saper pensare in fretta e bene, trovando soluzioni multiple per battere difensori e portieri: qualche esempio? Il tacco volante contro il Val di Fassa Team, la traversa di potenza colpita contro il Chivas, lo stop di petto orientato per galoppare verso la porta dell’Arsenal, la rete dal nulla contro il Benfica, il movimento sul passaggio di Chiesa che è sfociato nel palo sempre contro i lusitani. In pratica, non c’è una partita in cui il numero 29 non si sia fatto notare.

Il cigno serbo unisce prestanza fisica, rapidità di esecuzione ed eleganza, risultando più efficace e più bello da vedere rispetto ad un volenteroso, grintoso ma impacciato Simeone (che ha segnato coi messicani, ma ha mancato scivolando un’ottima chance contro l’Arsenal nella ripresa).

Storico

L’unico dato che sorride al figlio d’arte è quello dei gol in Serie A: 32 in 3 anni contro 0 in qualche sparuta presenza. Non fosse stato per il miracolo di Dragowski, al ritorno sempre con l’Empoli, si parlerebbe di 32 contro 1… Ma c’è da scommettere che quello 0 avrà vita breve. E anche quel 32 lì accanto non è poi così lontano…
La Fiorentina ha aperto una nuova pagina della propria storia, e, nonostante la volontà della società di rilanciare Simeone, ci piace pensare che sia anche un giocatore del Nuovo Millennio a scriverne le prime, emozionanti righe.

 

Una nota a margine: si sottolinea la migliore base fisica a disposizione di Vlahovic, ma una svolta a livello mentale rilancerebbe del tutto Simeone: l’argentino non può essersi dimenticato di come ha fatto a segnare 26 gol in due stagioni tra Genoa e Fiorentina. Se tornerà quel Simeone, torneranno un ricordo le polemiche, e magari la Viola avrà un tandem letale a costo zero. Perché no?

 

Vlahovic è l’uomo del momento: LEGGI ANCHE:

VLAHOVIC-RANIERI VERSO LA CONFERMA

TECNICA E POTENZA: VLAHOVIC PRENOTA UN POSTO TRA I GRANDI

VLAHOVIC BRILLA A NYC – di Alessandro Lilloni

LE OPINIONI DI FLACHI (QUI) E LOPES PEGNA (QUI)

Venerato: “Vlahovic e Sottil da cedere in prestito se non avessero spazio”

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pepito4ever - 2 anni fa

    Vlahoic è una forza della natura, è bello da vedere, lotta come un leone in campo e soprattutto onora la maglia viola sempre. Vlahovic porta via 3 uomini agli avversari e non sto parlando di uomini qualsiasi ma calciatori dell’Arsenal e del Benifica per esempio. Per come intende mister Montella il numero 9 è Vlahovic e per noi lo stesso. Rischiare Simoene e poi giocare in 10 o vbederlo inciampare o sbagliare l’impossibile anche non più grazie. Simeone ha fatto gol solo perchè Terzic gli ha messo la palla sulla testa, ma proprio sulla testa, altrimenti l’avrebbe sbagliato di sicuro. Simeone va mandato a rigenerarsi in prestito o se lo vogliono comprare va bene uguale. Ma Dusan Vlahovic non si tocca. ForzaViolaSempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Ci sono TRE giocatori da comprare, il resto poi si vedrà

    Tonali
    Lirola
    Verdi

    Ci vogliono60 milioni, facciamo una colletta e vediamo di comprarli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 2 anni fa

      mhhh… non ti facevo della parrocchia di Verdi. Ma con Chiesa ai lati e Vlahovic nel mezzo o come sostituto di Vlahovic?

      Io penso che tranne forse Lirola, arriveranno tutti giocatori da campionati stranieri (sudamerica, inghilterra), molto giovani o molto vecchi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Chiaro insieme a Vlahovic. Chiesa e verdi che ambedue calciano indifferente destro o sinistro sarebbe tanta roba

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il Viola di Gallipoli - 2 anni fa

    Potevi anche scrivere: Vlahovic ha scottato Simeone come un asado argentino 😛

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. The Count of Tuscany - 2 anni fa

    Basta con Simeone vi prego

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Markusmapel - 2 anni fa

    Pensate se quel pempero di Pioli lo avesse fatto giocare nella prima parte di stagione al posto del pancholito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lk - 2 anni fa

      L ho pensato anche io, ma da una parte è meglio così, rischiava di andare in depressione anche lui come gli altri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Burlamacchi - 2 anni fa

    Riguardo l’ultima parte dell’articolo, per ora sembra che sia Vlahovic quello che ha più voglia (grinta, impegno, cattiveria) di emergere.

    Ed è anche ciò che lo fa apprezzare un po’ da tutti. Vuole la serie A, vuole spazio e lo fa vedere ogni volta che scende in campo (perchè è vero che non ha segnato in partite ufficiali, ma ricordo comunque delle buonissime prestazioni, considerando i minuti a disposizione).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 anni fa

      Effettivamente dice cose giuste 106 like…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bati - 2 anni fa

    Il Cholito la sorpresa l’ha fatta ma a Corvino che con lui si è professionalmente suicidato. Come abbia potuto investire diciottomilioni su questo ragazzo solo iddio lo sa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. epicuro - 2 anni fa

      Sicuramente questo post due anni fa non lo avresti scritto.
      Giocare in una squadra come la Viola di quest’anno sarebbe stato difficile per tutti. Pensa ai cross di Biraghi, ai lanci dalla nostra metà campo, alla mancanza perenne di passaggi filtranti, e al pur bravo Chiesa che spesso il pallone se lo incolla ai piedi. Giocare in questa situazione sarebbe stato difficile per tutti e specialmente per uno come lui sbagliando troppo (questo è vero) ha cominciato a beccarsi qualche fischio eccessivo. Quando questo succede diventa difficile non farsi prendere dall’ansia e giocare con la paura dell’errore. Tutto questo per obbiettività verso un ragazzo che in campo da sempre tutto. E’ ovvio che le caratteristiche di Vlahovic sono completamente diverse e forse più adatte al gioco di Montella, tuttavia io credo che potrebbero coesistere tanta è la diversità fra i due.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CippoViola - 2 anni fa

        Infatti ricordo che due anni fa nessuno l’avrebbe mai pensato, va però ricordato che moltissimi affermavano anche, man mano che vedevamo la squadra prendere forma, che Simeone non poteva essere la sola punta nell’iniziale 4231 pensato da Pioli. Ad ogni modo quel primo anno riuscì almeno a ripetere i numeri del Genoa e se lo fece fu anche grazie al buon periodo di Saponara delle ultime partite post-Astori.

        https://www.violanews.com/stampa/giovani-e-4-2-3-1-ecco-perche-la-fiorentina-ha-scelto-pioli-pronto-un-triennale/

        Divenuto un 433 Simeone non c’ha capito più nulla ma al di la del modulo comunque ci ha messo del suo sbagliando ad esempio su palle di rimbalzo su punizione o di testa su calcio d’angolo a 30cm dalla porta.
        https://www.violanews.com/news-viola/genoa-fiorentina-diretta/

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. bati - 2 anni fa

        io ho cominciato a scrivere che Simeone, e uso un eufemismo, fosse totalmente inadeguato e di conseguenza un gravve errore di Corvino a ottobre 2017 e questo sito ne è in teoria, gran testimone. Non so quanti post ho scritto al riguardo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ale612 - 2 anni fa

      Memoria corta quando è stato preso te compreso eri soddisfatto…vero sbaglia molti gol ma c’è sempre vuol dire che l’azione la seguire sicuramente non è una prima punta ma prima di mandarlo via lo vorrei vedere come seconda punta….il primo badelj era inguardabile e ilicic,? … meditare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gummarith - 2 anni fa

    Credo che simeone per rendere al meglio abbia bisogno di giocare al fianco di una prima punta vera, magari in un attacco a due. Come prima punta in un attacco a tre soffre troppo e non ha nel sangue i movimenti giusti.
    Se la societa si concentrasse su 2/3 centrocampisti veramenti forti non mi dispiacerebbe puntare su Vlaovic e Simeone, magari con il primo cheviene considerato pronto e non solo una giovane promessa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 anni fa

      secondo te Simeone avrebbe le caratteristiche tipiche da seconda punta? Avrebbe la classe, la tecnica, la corsa sull’esterno, il dribbling nello stretto uno contro uno, la velocità di esecuzione, il passaggio filtrante, il tiro da fuori area, insomma tutte le caratteristiche necessarie alla seconda punta? Un tipo alla Baiano insomma, esemplare di splendida seconda punta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gummarith - 2 anni fa

        Ci sono vari tipi di seconde punte non solo un tipo, credo che Simeone per il tipo di gioco che esprime se messo al fianco di una prima punta vera potrebbe fare bene.
        Simeone ha corsa, grinta, svaria su tutto il fronte, ha elevazione e tempismo. Non soffermiamoci solo su questa stagione dove un pò tutti (mi perdonino) hanno fatto abbastanza schifo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bati - 2 anni fa

          anche Nello goal aveva grinta. Anche Ezio Sella e Dino pagliari avevano grinta. Il calcio, questo sconosciuto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. estrellaroja - 2 anni fa

      Ma sai che ci ho pensato anch’io ad un utilizzo del Cholito più da seconda punta che non da prima?! Secondo me potrebbe funzionare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gummarith - 2 anni fa

        Il suo periodo migliore è stato a Genova in coppia con Pavoletti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. SOS - 2 anni fa

    Vlahovic deve essere il titolare! Ha dimostrato di meritarlo e va fatto giocare. Si può dunque risparmiare sulla punta (comprando al massimo un giocatore esperto che possa fargli da chioccia) e mettere più soldi sul terzo attaccante. Io 30 mln per De Paul ce li butterei: Chiesa-Vlahovic-De Paul sarebbe un grandissimo attacco (azzarderei da zona Champions). Manca però il centrocampo; ad oggi mancano almeno due titolari tra cui il regista (fondamentale: non possiamo sbagliare quest’acquisto). In difesa con Lirola potremmo essere apposto (ricordo che il vecchio Corvo a 7mln ci ha comprato Rasmussen: ci tocca tenerlo per forza, magari è buono!).
    Quindi forza Daniele! Iniziamo a comprare e a fare sfracelli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 2 anni fa

      D’accordo su puntare su Vlahovic, ma Chiesa rende al meglio a sinistra, stesso ruolo di De Paul. Sarebbe meglio uno forte a destra secondo me. Se non spendi per il centravanti puoi fare un grande centrocampo e sistemare la difesa. Secondo me ci divertiamo, ancora un pochino di pazienza..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Verdi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. SOS - 2 anni fa

        Vero. Hai ragione! Io infatti avrei preso Orsolini:giovane forte e italiano, ma ormai è del Bologna. Berardi invece non mi fa impazzire

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Enrico_tv - 2 anni fa

    Titolo da applausi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. MATTEO1926 - 2 anni fa

    Pampiripimpumpa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CippoViola - 2 anni fa

    ..ha una sorpresa in “serbo” per te..

    ..ossignur

    è caldo, bevete e mangiate tanta frutta per piacere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy