giovanili

Primavera, le pagelle viola: Vlahovic uomo del destino, Bigica direttore di un’orchestra perfetta

Dusan Vlahovic

La Fiorentina trionfa in Coppa Italia dopo otto anni, i voti viola per l'impresa davanti ai duemila del Fila

Stefano Fantoni

GHIDOTTI 7: decisivo sul tocco ravvicinato di Rauti. Salvato due volte dal legno sui tentativi di Onisa, nella ripresa respinge il tiro di Kone, incolpevole sul diagonale di Belkheir. Dagli undici metri viene spiazzato da Rauti, ma il palo lo salva ancora.

PONSI 6: sostituisce l'infortunato Ferrarini nel riscaldamento, si trova di fronte il frizzante Petrungaro e in più occasioni va in difficoltà. Comunque tiene botta e porta a casa la pagnotta.

ANTZOULAS 6.5: prende in consegna Kone quando si butta dentro e dà vita a un duello di velocità e fisico.

GILLEKENS 6: l'ammonizione in avvio lo influenza in alcuni interventi, per evitare il secondo giallo è costretto a perdere un tempo di gioco lasciando campo soprattutto a Rauti. Causa ingenuamente il rigore fallito da Rauti..

SIMONTI 6.5: attento in marcatura e puntuale negli anticipi, in difficoltà quando si ritrova in inferiorità numerica causa mancato raddoppio di Beloko o Koffi (e non poteva essere altrimenti...).

BELOKO 7: solito frullino in mezzo al campo, corre a destra e a sinistra, c'è in entrambe le fasi. Pedina decisiva negli equilibri tattici.

LAKTI 6.5: davanti alla difesa dirige il traffico, recuperando e smistando tanti palloni.

HANULJAK 6.5: tanto lavoro sporco in mezzo al campo, riesce a destreggiarsi bene. (dal 27' st MELI 6: dà il proprio apporto alla causa)

MONTIEL 6: come nella partita di andata non brilla, anzi, è spesso nascosto e disinnescato per l'ottimo lavoro in copertura di Singo. (dal 43' st PIEROZZI N. sv)

KOFFI 7: preferito a Maganjic, quando attacca è sempre una spina nel fianco e crea qualcosa di buono, di contro non aiuta in fase difensiva e su quella fascia il Torino affonda spesso e volentieri. Ha il merito di avviare l'azione del primo gol viola. (dal 7' st MAGANJIC 6.5: entra per dare il proprio contributo, chiude i conti con un bel gol)

VLAHOVIC 7: non si vede per 37', poi conquista e trasforma il calcio di rigore del vantaggio viola con un cucchiaio delizioso. Esultanza che innervosisce gli animi, in campo e fuori. Insultato per tutto il resto della partita, ma il rendimento non cambia. Attributi cubici. Tre gol tra andata e ritorno, una firma indelebile sul trofeo. (dal 43' st LONGO sv)

All. BIGICA 7: nel riscaldamento perde Ferrarini per infortunio, sorprende dando spazio a Koffi al posto di Maganjic. La sua squadra interpreta la partita nel modo giusto, contenendo le sfuriate granata e ripartendo veloce. Il vantaggio di Vlahovic dà tranquillità, al fischio finale è tripudio. Dopo due finali perse, finalmente una gioia.

http://redazione.violanews.com/giovanili/live-primavera-tim-cup-le-formazioni-ufficiali-di-torino-fiorentina-koffi-titolare-fuori-maganjic/

Potresti esserti perso