Gori, il Cutrone viola che aspetta

Gori, il Cutrone viola che aspetta

Il Milan, dopo aver speso fiori di milioni sul mercato, ha scoperto di avere in casa il proprio centravanti titolare. E nella Primavera viola l’attaccante di Sesto Fiorentino scalpita…

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Quattordici gol costruiti in casa e a costo zero. Il Milan, che in estate ha speso fior di milioni per assicurarsi Kalinic e André Silva, alla fine il centravanti titolare ce lo aveva in casa: Patrick Cutrone. Classe 1998, dopo aver gonfiato la reti in ogni categoria giovanile non ha patito il salto in prima squadra, affermandosi come il miglior marcatore rossonero in stagione.

Cosa c’entra Cutrone con la Fiorentina? Nessun accostamento di mercato, anzi, ma nella Primavera viola un bomber in erba si sta prendendo le copertine a suon di gol. Stiamo parlando di Gabriele Gori, classe ’99 da Sesto Fiorentino, in viola fin da bambino. Con quello segnato all’Inter ha toccato quota tredici gol in campionato, che, sommati agli undici della scorsa stagione, lo stanno consacrando tra gli attaccanti più forti della sua annata in Italia.

Nel nuovo bar sport dei social, i tifosi viola da più parti invocano l’utilizzo dei giovani in prima squadra, per rendere meno anonimo questo finale di stagione. Ed è spontaneo pensare a Gori, ma anche a Sottil, per dare nuova linfa ad un attacco che, tra Simeone, esterni e seconde punte, non punge praticamente mai. C’è un però, che tira in ballo direttamente il lavoro quotidiano di Bigica. Perché la Primavera deve essere al servizio della prima squadra, ma, considerando gli obiettivi stagionali ancora raggiungibili, mai come in questa stagione i giovani hanno la precedenza sui grandi.

Dunque occorre costruire un progetto tecnico serio per la prossima stagione intorno a Gori e agli altri talenti della Primavera viola, ma anche intorno a quei giocatori che stanno ben figurando in prestito (Graiciar e Castrovilli su tutti), senza ergerli a salvatori di una patria chiamata interesse verso la prima squadra. Perché, alla fine, inserire un giovane esordiente in un contesto mediocre come quello della Fiorentina attuale, si rischia solo di bruciarlo.

 

Violanews consiglia

Fantini a VN: “Fiorentina, per sempre dentro di me. Della Valle-Firenze? Vorrei che si tornasse indietro”

Brovarone: “Milinkovic-Savic vale 150 mln, che rimpianto. Sousa lo convinse, ma…”

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mops - 2 anni fa

    O perchè no Vlahovic? sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mops - 2 anni fa

    Perchè no????????? sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fragnsi_891 - 2 anni fa

    Con Pioli in panchina hai voglia ad aspettare, diventi vecchio. in Italia abbiamo proprio una avversione lanciare tanti giovani in prima squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. davidebaso@gmail.com - 2 anni fa

    Gori è forte per carità e magari diventerà un ottimo giocatore ma Cutrone è un fenomeno quindi andiamoci piano in queste analisi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy