Toni a VN: “Chiesa? Va rispettata la sua volontà. Ma Commisso farà cose importanti”

Toni a VN: “Chiesa? Va rispettata la sua volontà. Ma Commisso farà cose importanti”

L’ex attaccante Viola, in esclusiva per Violanews.com, esprime il suo pensiero su Rocco Commisso, su Chiesa, sul possibile ingresso di Batistuta in società e sul mercato che dovrà fare la Fiorentina

di Filippo Angelo Porta, @FilippoPorta

Luca Toni è stato sicuramente il numero 9 per antonomasia. Quel tipo di giocatore forte fisicamente, con grande fiuto del gol e che aiutava la squadra a sviluppare il proprio gioco. Esattamente quel tipo di giocatore che oggi manca alla Fiorentina. Per parlare di questo tema e di tanti altri, lo abbiamo contattato in esclusiva. Ecco le sue dichiarazioni a Violanews.com:

Sulla mancanza dell’attaccante in rosa: “Una squadra come la Fiorentina non può non avere un attaccante prima punta, e per prima punta intendo uno da 15-20 gol a stagione. Poi per il tipo di giocatore bisognerebbe chiedere a Montella, lui sa come far giocare la sua squadra”.

Su Muriel: “Se non è stato riscattato è perché la società ha in mente un altro profilo di attaccante. Uno, appunto, che abbia più familiarità con il gol e che aiuti di più la squadra nella fase di costruzione. Muriel è però un grande attaccante, l’Atalanta ha fatto bene a prenderlo. Però, ripeto, dipende sempre dalle caratteristiche che una società ricerca in un giocatore. Magari Montella cerca altri giocatori lì davanti. E poi lui è un po’ discontinuo, ma se migliora anche in questo può davvero diventare un attaccante importante”.

Su Simeone: “Non è una prima punta, io lo vedo più come attaccante a sostegno del numero 9. Non ha 15-20 gol nelle corde, ci vorrebbe invece un vero bomber lì davanti. Bisogna però capire se Montella vorrà giocare con le due punte o se invece opterà per l’attaccante singolo. Per capire, cioè, se Simeone potrebbe trovare spazio o meno”.

Su Chiesa: “Credo che sia necessario che le parti si incontrino e che venga rispettata la volontà del giocatore. Molto dipenderà dal progetto viola, deve crederci. Cosa che ora comunque sembra esserci”.

Sul possibile ingresso di Batistuta in società: “Sarebbe un’ottima cosa, un valore aggiunto”.

Su Rocco Commisso: “Lui ha portato tanto entusiasmo in una città, Firenze, che vive di entusiasmo. Vuole fare cose importanti”.

Da Genova: Bennacer, Fiorentina in netto vantaggio. Scavalcati sia Genoa che Napoli

Più di 40 esuberi? Ci pensa Pradè, il prestigiatore. Nel 2012 eredità ancora più pesante

 

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bitterbirds - 3 mesi fa

    dunque se si può ridiscutere tutto vediamo di ridiscutere, con opportuna decurtazione, anche il contratto di simeone ad esempio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bitterbirds - 3 mesi fa

    la volontà dell’ultimo momento o quella di quando sottoscrisse un lauto contratto senza la pistola alla tempia ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MATTEO1926 - 3 mesi fa

    Chiaramente da ex giocatore difende la categoria….troppi privilegi hanno questi…se firmi il prolungamento rispetti il contratto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Larry_Smith - 3 mesi fa

    La volontà del giocatore è già nota essendo scritta e sottoscritta in un contratto ancora in vigore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. il collezionsita - 3 mesi fa

    La sua volontà come quando Diego a te ti mise a sedere sulla panchina …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bernard - 3 mesi fa

    Simeone al primo anno in viola ha realizzato 14 reti senza battere calci di rigore . Prima di sparare sentenze , bisognerebbe fare un ‘ analisi attenta dei motivi che hanno determinato il calo in fase realizzativa . E poi , nel girone di ritorno , con l ‘ arrivo di Muriel , è stato messo in panchina .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 3 mesi fa

      Quest’anno c’ha messo del suo in parecchie occasioni, lo devi ammettere. Comunque Simeone non è una prima punta, questo è assodato, casomai va affiancato ad una prima punta di riferimento. In alternativa gli serve un trequartista old-style dietro che gliele metta proprio lì e a fine anno potrebbero arrivare entrambi sui 12-13 gol.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. johan14 - 3 mesi fa

    Simeone non è una prima punta, non è una seconda punta, non è una mezza punta, non è tante altre cose. Il fatto di esserci liberati di Muriel e non invece di questa mezza cartuccia mi preoccupa non poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea333 - 3 mesi fa

      Hai ragione ma le mezze cartucce sono difficili da vendere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CippoViola - 3 mesi fa

    Per rispettarla sarebbe opportuno prima conoscere le volontà del ragazzo. L’unico che può risolvere tutta questa faccenda è solo lui. Poi fosse per me, in preparazione dell’europeo rimarrei in viola ancora un anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ursusminimus - 3 mesi fa

    va’ con salvini va’

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy