DS Cagliari a VN: “Astori è viola, ora merita l’Europeo. Spiace per Pradè, ma Corvino… “

DS Cagliari a VN: “Astori è viola, ora merita l’Europeo. Spiace per Pradè, ma Corvino… “

Capozucca, ai nostri microfoni, conferma il riscatto del difensore da parte della Fiorentina e aggiunge: “Ha voluto fortemente la maglia viola”

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Il mercato viola e le ultime evoluzioni sul fronte dirigenziale viola. Questi e non solo i temi sviscerati in compagnia di Stefano Capozucca. A seguire le parole del direttore sportivo del Cagliari ai microfoni di Violanews.com:

Innanzitutto, le faccio i complimenti per la promozione in Serie A. Immagino non sia stato facile ripartire dalla B dopo una stagione come quella della retrocessione…
“Per me è stata un’esperienza nuova. Il presidente mi ha coinvolto in questo suo progetto, con entusiasmo. C’erano tutti i buoni propositi per tornare in Serie A e alla fine abbiamo portato a compimento questo impegno morale con la città di riportare il Cagliari nel posto che gli spetta”.

Passando alla Fiorentina, stamattina sui quotidiani si legge del riscatto di Astori: può confermarcelo?
“Sì, confermo. Era un’operazione pro-forma, perché il riscatto era obbligatorio. Sono contento per quello che ha fatto Astori a Firenze. Ha voluto fortemente la Fiorentina e viceversa. E’ stato un ottimo connubio”.

Al Cagliari 5 milioni più eventuali bonus. Sono queste le cifre?
“Non posso comunicare l’importo, ma confermo che c’era una somma fissata la scorsa estate con l’aggiunta di bonus”.

Secondo lei il giocatore merita la convocazione nella lista definitiva di Conte per gli europei?
“Per quello che ha fatto a Firenze, secondo me sì. Oltre a Chiellini, penso che in quel ruolo anche Astori abbia fatto una grande stagione, quindi merita ampiamente la convocazione”.

In casa Fiorentina, intanto, sembra arrivata l’ora delle decisioni: a Pradè è stato comunicato proprio in queste ore che non sarà più lui il direttore sportivo viola…
“E’ un collega che ha sempre lavorato bene. Spiace, ma se la Fiorentina ha fatto questa scelta avrà i suoi motivi. Auguro a Daniele, che è un professionista serio, di trovare collocazione presto in un’altra società”.

A questo punto è Corvino è in pole per la poltrona di ds della Fiorentina.
“Avranno valutato ciò che ha fatto negli anni precedenti a Firenze. Con lui la Fiorentina ha partecipato alla Champions League, quindi ha avuto dei meriti non di poco conto. I Della Valle se lo saranno ricordato, per questo sceglierebbero di affidare la Fiorentina a Pantaleo”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. castang® - 4 anni fa

    Parole senza senso, Corvino arrivò in CL 4 volte (sul campo) con 4 quarti posti. Esattamente in linea con Pradè. Corvino non ha fatto meglio di Pradè, forse sarebbe stata migliore una loro collaborazione, che poteva essere proficua. Ma si sa a noi piace tenere cento addetti marketing, comunicazione, sponsor, da, dg, ad e invece nei ruoli fondamentali, quelli che vanno a prendere il giocatore BUONO o meno non facciamo sacrifici… speriamo bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy