Quei due non fanno i Bravi… E intanto segna Don Rodrigo

Magic moment per Rodrigo De Paul, che oggi ha già frantumato un suo record

di Federico Gennarelli, @F_Genna88
Rodrigo De Paul

Due reti nelle ultime tre partite. Questo il magro bottino messo a segno dalla Fiorentina contro Lazio, Cagliari e Torino. Un feeling con il gol che sembrava decisamente ritrovato dopo le prime apparizioni di questo campionato, ma che si è dovuto arrestare nelle successive uscite della squadra di Pioli. Da una parte c’è un Simeone relegato in panchina ieri con il Torino (CHE VUOLE PRESTO TORNARE A SEGNARE), un Pjaca lontano parente di quello che era apparso nelle scorse stagioni e solo Chiesa che prova a trascinare la squadra in campo non bastano per dare efficacia ai viola.

Dall’altra parte, in quella del “mercato che poteva essere ma non è stato”, c’è un’Udinese che si coccola un Rodrigo De Paul in forma smagliante. A lungo inseguito dalla dirigenza gigliata nella calda estate passata, alla fine l’argentino è rimasto in Friuli – con buona pace dei tanti estimatori – e adesso si gode, oltre alla convocazione in Nazionale, un personale record. Eh sì, perché parafrasando I Promessi Sposi, i due ‘Bravi’ arrivati alla Fiorentina perché quel tridente “s’ha da fare” non stanno in realtà portando i risultati sperati. E così, quasi dietro le quinte del palcoscenico di chi poteva arrivare e non è arrivato, Don Rodrigo De Paul si è regalato oggi il quinto gol in dieci apparizioni in Serie A: nelle precedenti due stagioni si era sempre fermato a quattro. Se poi sa anche fare assist, il gioco è fatto: quello di oggi in Genoa-Udinese per il sigillo di Lasagna è il terzo in campionato. E se pensiamo che i friulani hanno segnato in tutto dieci volte i conti sono presto fatti.

Violanews consiglia

Palla lunga a Chiesa, poi vediamo…

Udinese, Velazquez rischia grosso. Due ex viola pronti a sostituirlo

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max13 - 2 anni fa

    La Fiorentina gioca male, i difensori non sanno mai rilanciare, a centrocampo Pioli ha voluto snaturare Veretout, Gerson gioca sempre male e in attacco tranne Chiesa è buio pesto. Si rischia di buttare via un altro anno, mi dispiace ma Pioli sta fallendo clamorosamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andrea - 2 anni fa

    Personalmente lo ritengo un articolo molto gradevole e ben fatto. E penso che tra i detrattori, ci sia più un disagio dato da una appartenenza ad un certo tipo di pensiero, piuttosto che per un reale senso artistico letterario. Se Pjaca e Simeone fanno piangere, e se il buon Pantaleo non è riuscito a migliorare una rosa già deficitaria, non è certo per qualche polemica colpa del giornalista di turno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 anni fa

      Premesso che Gennarelli censura le critiche, a me piacerebbe sapere se te è lui, in estate, po’referivsteDe Paul a Pjaca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. andrea - 2 anni fa

        A me piacerebbe sapere se te, anche nella vita reale sei indisposto ad accettare qualsiasi pensiero divergente dai tuoi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. andrea - 2 anni fa

      Polemica colta del giornalista di turno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pino.guastell_887 - 2 anni fa

    E’da querela!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pamarell_193 - 2 anni fa

    Se non fai giochi di parole per far vedere che qualcosa hai studiato non sei contento…Non potevi farne a meno, ma quella dei Bravi e con Rodrigo è una forzatura tale che un buon direttore ti tirerebbe le orecchie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Federico Gennarelli - 2 anni fa

      Che cosa non ti piace? Dove sarebbe la forzatura nel parafrasare un’opera letteraria?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy