Orari, distanze, “slalom” tra squadre: le novità del calcio 2.0

Orari, distanze, “slalom” tra squadre: le novità del calcio 2.0

Il nuovo protocollo Figc prevede norme severe per evitare il rischio di contagio

di Redazione VN

La Gazzetta dello Sport riassume alcune norme contenute nel protocollo Figc:

La notte

Giocherà più gente, ai 28 del massimo di prima dell’era Covid-19, subentreranno i 32 nell’era delle cinque sostituzioni. Il calendario riempirà sei giorni su sette, con due o tre orari a disposizione. La parola notte è meritata perché per le nostre abitudini un inizio “spagnolo” o “portoghese”, alle 21.45, è veramente una novità.

Allo stadio

Allo stadio entreranno massimo 300 persone. Avete presente il pullman dei calciatori che giungono allo stadio scortati da un’auto della Polizia? Bene, moltiplicate il tutto per due. D’altronde, la nostra vita ora è questa: un posto sì e uno no, sulla spiaggia piuttosto che sull’autobus o in chiesa. Il calcio non farà eccezione. Due pullman al posto di uno, dunque. E in panchina un solo posto dove prima ce n’erano due. Anzi, per tribune che hanno l’accesso al campo, meglio ancora starsene più su, distanziati. Per le proteste con l’arbitro bisognerà darsi la classica regolata, vietati i contatti ravvicinati e il deprecabile «assedio» intorno al direttore di gara

Lo slalom

Le due squadre si eviteranno, ognuna dovrà fare il suo percorso, è possibile che si utilizzino due spogliatoi a testa, se ci sono i locali, facendo cambiare prima i titolari e poi le riserve. Ma le regole varranno anche a partita finita: docce distanziate, anzi meglio andare a casa o in albergo, e per chi è sorteggiato all’antidoping, due locali rigorosamente distanti per ospiti e ospitanti. Dunque, vedersi il meno possibile.

Possibile conferma del 3-5-2, ma il ritorno di Ribery può cambiare i piani di Iachini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy