Quando l’attaccante arriva a Firenze a gennaio: da Bojinov a Muriel, gli ultimi precedenti

Quando l’attaccante arriva a Firenze a gennaio: da Bojinov a Muriel, gli ultimi precedenti

Nell’era Della Valle sono tanti gli attaccanti arrivati nella finestra invernale, con fortune alterne. Cutrone è il primo targato Commisso

di Redazione VN

Quando l’attaccante arriva a gennaio a Firenze. Patrick Cutrone va ad aggiungersi ad una “collezione” piuttosto numerosa in epoca moderna. Con fortune alterne. Il primo anno della Fiorentina dei Della Valle in Serie A (2004/05) fu caratterizzato da un doppio colpo nella finestra invernale: Valeri Bojinov dal Lecce e Giampaolo Pazzini dall’Atalanta. Il bulgaro, considerato un potenziale crack, non ripagò attese e investimento, mentre il Pazzo scrisse pagine importanti da lì ai 4 anni successivi. Rientra nella categoria “meteore” Daniele Cacia, acquistato dal Piacenza nel gennaio 2008, mentre Emiliano Bonazzoli (gennaio 2009) fu la classica operazione low cost per un attaccante di scorta.

Arriviamo al gennaio 2012 quando a Firenze sbarca Amauri dalla Juventus con il compito di risollevare una Fiorentina in difficoltà: missione fallita, visto che l’italobrasiliano segnerà un solo gol seppur pesante contro il Milan a San Siro. I colpi di maggior impatto emotivo, tra gli “attaccanti di gennaio” risalgono alla prima era Pradè. Nel gennaio 2013 arriva Giuseppe Rossi, anche se è infortunato e da lì a fine stagione farà appena in tempo ad esordire. Si rifarà la stagione successiva… A gennaio 2015 il reparto offensivo viola si arricchisce dell’esperienza di Alberto Gilardino e, soprattutto, dell’incredibile talento di Mohamed Salah, il cui impatto è devastante per la squadra di Montella. Un anno più tardi è la volta di Mauro Zarate, il cui contributo risulterà prezioso (3 reti). Tra gli acquisti più azzeccati c’è sicuramente Luis Muriel, autore di 6 gol nella seconda parte dello scorso campionato prima che il tracollo collettivo coinvolgesse anche lui e il cui riscatto è finito – purtroppo – in cavalleria durante il passaggio di proprietà della Fiorentina. Ora però è il momento di guardare avanti: tocca a Patrick Cutrone.

(ha collaborato Gemma Gori)

 

La Fiorentina abbraccia Cutrone: è il giocatore più pagato da Commisso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy