Verso Parma, le scelte di Iachini in attacco: Beppe prova a sorprendere con Kouamé

La condizione fisica di Callejon potrebbe spingere il tecnico viola a puntare su Kouamé dall’inizio. Gli altri due posti andrebbero a Ribery e Vlahovic

di Redazione VN
Iachini

Su La Nazione, oltre alla situazione relativa alla panchina, troviamo anche il punto sulla formazione della Fiorentina che scenderà in campo sabato prossimo a Parma. Secondo il quotidiano, Iachini potrebbe ripartire da da una linea offensiva formata da tre attaccanti. Seguendo le gerarchie, due slot sono già occupati da Callejon e Ribery, con la maglia di punta centrale destinata a finire sulle spalle questa volta di Vlahovic. Ma attenzione alle sorprese: la condizione fisica di Callejon potrebbe spingere il tecnico viola a fare una scelta diversa. Lo spagnolo in panchina dall’inizio (per poi essere sfruttato a gara in corso) e Kouamé in campo.

Callejon
Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LupoAlberto - 3 settimane fa

    Il problema resta mettere le persone nel posto giusto. Se Kouamé finisce a fare la punta e Vlahovic l’esterno come con la Roma siamo alle solite. Per non parlare della necessità di levare Amrabat dalla funzione di regista arretrato.
    Ma purtroppo mi sembra che ormai parliamo di un allenatore che è destinato a non mangiare il panettone ed è lì solo perché ancora non hanno deciso come sostituirlo…
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Aliseo - 3 settimane fa

    Attenzione alle sorprese, in attacco Milenkovic, d’altra parte spesso va in gol.
    A parte gli scherzi ma Callejon da esterno no? Ora vuole ancora fare esperimenti con Kouamé da esterno. Iachini si vuol far cacciare ma Rocco è testa dura e lo lascia per risparmiare aspettando che dia le dimissioni dopo tutti gli inviti che noi tifosi gli stiamo facendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. federic_3552710 - 3 settimane fa

    Forse sorprende la mi nonna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. El Gringo - 3 settimane fa

    È vero che l’attacco non segna ma il vero nodo è a centrocampo e difesa. Finché si ostina a mettere Amrabat a fare il regista non ci si schioda e dietro ostinarsi a giocare a 3 oramai ha dimostrato che non funziona.
    Se il nodo è solo girare i giocatori davanti si va da poche parti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy