“Squadra senza idee”. Il lungo faccia a faccia con mister e giocatori preludio di un addio

La strigliata di Barone dopo l’allenamento: alla squadra è stata contestata l’ennesima prova senza carattere, al mister alcune scelte e le dichiarazioni

di Redazione VN
Joe Barone

Anche sul Corriere Fiorentino viene posto l’accento sul confronto di ieri tra dirigenza, tecnico e squadra. È la cronaca di un altro lunedì da stato di crisi che stavolta ha avuto come scenografia non l’albergo di Commisso (che ha seguito tutto dagli Stati Uniti) ma il centro sportivo Davide Astori. E’ lì, che si è ritrovata la squadra. Ed è lì che Joe Barone, fin dalla mattinata, si è messo al lavoro per cercare la soluzione migliore per venir fuori da un tunnel del quale, al momento, non si vede la fine. Dopo il nuovo giro di tamponi e l’allenamento guidato da Iachini, il d.g. viola ha preso la parola, e lo ha fatto usando toni particolarmente duri.

Pochi concetti, ma estremamente chiari. Ai giocatori, Barone ha ribadito ancora una volta come non siano accettabili prove prive di carattere come quella di Roma. Al mister, invece, vengono imputate alcune scelte, la mancanza di gioco, di idee e di chiarezza nella proposta tattica. Non solo. Alla dirigenza infatti non sono piaciute le dichiarazioni del mister nelle quali, più assumersi le proprie responsabilità, Iachini ha elencato una lunga serie di alibi. Dall’assenza di Pezzella agli errori individuali, passando per la scorsa condizione di alcuni singoli al poco tempo avuto per lavorare con l’intero gruppo a disposizione. Appigli che la società non pare più disposta a concedere.

Iachini
Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy