Milik, dalla Juventus alla Fiorentina: i motivi di tutte le trattative saltate per la punta

Un continuo no: Giuntoli lo aveva venduto a mezza Europa, poi al momento dell’accordo con l’attaccante ogni operazione è puntualmente saltata

di Redazione VN

Arek Milik alla fine è rimasto al Napoli. L’edizione odierna de Il Mattino ripercorre le tappe del mancato trasferimento. Milik avrebbe raggiunto un accordo da oltre 5,5 milioni con la Juventus che, però, non avrebbe avuto molta intenzione di spendere più di 10 milioni per il suo cartellino, in scadenza nel 2021. A questo punto il polacco è rimasto come stregato dall’idea di indossare la maglia dei campioni d’Italia. Tutti gli sforzi di Giuntoli per trovare una sistemazione vanno a vuoto.

La più clamorosa con la Roma. Perché senza Sarri, la Juve vira su Dzeko. Ma il polacco fa fatica ad accettarlo. Il Napoli ha l’intesa per uno scambio con Under ma il turco spara alto per l’ingaggio. La trattativa si insabbia, poi arriva l’ok per 22 milioni di euro. Resta il nodo delle pendenze. E lì Milik fa intendere che non ha una grande intenzione di accettare la Roma. Da lì in poi un continuo no: Giuntoli lo vende a mezza Europa, poi al momento dell’accordo con l’attaccante l’operazione salta. Come l’ultima, con la Fiorentina.

Milik
Photo by Paolo Bruno/Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy