Prandelli cala i tre assi dalla panchina e supera l’allievo Italiano

La Fiorentina entra in campo con un altro piglio nel secondo tempo con lo Spezia, Prandelli azzecca i cambi con Castrovilli ed Eysseric

di Redazione VN
Prandelli Italiano

Zero occasioni da gol e zero azioni pericolose, così il Corriere dello Sport riassume la prima frazione di gioco del “Franchi”. Prima che Prandelli pescasse i cambi giusti dalla panchina. A fine primo tempo si fa male Bonaventura, il tecnico gigliato dà spazio a Castrovilli. Il 10, forse motivato dalla panchina iniziale, gioca finalmente “da 10”. L’assist per Vlahovic, il goal del raddoppio e un fondamentale impatto sulla partita. È cambiato tutto a inizio ripresa con i viola capaci di segnare tre reti allo Spezia in 45′ . Vlahovic aveva bisogno di un appoggio, troppo staccato dal resto della squadra l’attaccante serbo. Così spazio ad Eysseric al posto dell’impalpabile Kouame. Il francese ha siglato la terza rete, dopo aver dato colore al gioco della squadra. In tutt’e tre le azioni dei gol sono stati loro i protagonisti. Lo Spezia è rimasto incenerito dagli attacchi veloci della Fiorentina, e le sostituzioni di Italiano non hanno inciso come quelle di Prandelli. Il tecnico di Orzinuovi era stato l’allenatore di Italiano più di vent’anni fa a Verona e ieri, con 3 gol in 45 minuti, gliel’ha ricordato.

GERMOGLI PH: 19 FEBBRAIO 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS SPEZIA NELLA FOTO EYSSERIC
3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max13 - 2 settimane fa

    Non esageriamo con i meriti di Prandelli. Castrovilli è stato un cambio obbligato, anzi l’averlo lasciato fuori prima è un titolo di demerito per Prandelli, poi dopo un primo tempo disastroso era d’obbligo cambiare qualcosa. Mi domando perché continuare a giocare sulla fascia con Venuti e non provare mai Callejon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ViolaBelugi - 2 settimane fa

    Prandelli aveva disegnato la squadra per lo zero a zero. Per evitare il pressing dello Spezia la squadra era costruita per rilanciare lungo senza manco provare a costruire gioco: le due punte dovevano servire ad acchiappare i palloni alti che arrivavano a casaccio; Bonaventura e Amrabat stavano a 30 metri dagli attaccanti a protezione della difesa. Risultato: una delle peggiori partite, a livello di Fiorentina-Parma e Fiorentina-Benevento. Poi l’ingresso, casuale, di Castrovilli l’uscita di Kouame, e il gol di Vlahovic hanno cambiato tutto. Speriamo ci dia un po’ di tranquillità, ma non è che adesso è tutto a posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Claudio50 - 2 settimane fa

    Mi sa tanto che Prandelli e’ stato fortunato dall’ infortunio di Bonaventura, perché castrovilli non lo avrebbe mai messo, come ha sbagliato a non metterlo coi i titolari

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy