Beldì sta con Commisso: “Mi fido dei dirigenti. La squadra ha qualità, troppe polemiche”

Lo sfogo del regista-tifoso: “Dopo Roma l’umore è pessimo, sono sportivamente depresso”. Ma sul fronte allenatore predica calma

di Redazione VN

Da una parte Formigli (LEGGI), dall’altra Paolo Beldì, regista della storica trasmissione “Quelli che il calcio”. Sono loro i due tifosi viola protagonisti della doppia intervista realizzata dal Corriere Fiorentino. “Dopo Roma l’umore è pessimo, sono sportivamente depresso”, si sfoga Beldì. Difficile individuare le responsabilità: “Non vivo nello spogliatoio ma nella squadra vedo delle qualità individuali molto interessanti. Il problema è che manca la coesione, il gruppo. Aggrappiamoci a Ribery, Callejon, Bonaventura e Borja Valero”. Chiosa finale sul possibile sostituto di Iachini: “Mi fido ciecamente dei dirigenti, giusto affidarsi a loro senza alimentare polemiche. Ho letto tante opinioni, anche troppe, non voglio crearne ulteriori”.

Commisso
Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 3 settimane fa

    Te ti fideresti anche se fossero dirigenti Roberto Bettega, Fabrizio Ravanelli e Beppe Rossi (la guida dei Fighters)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. S70 - 3 settimane fa

    Figurati, lui stava anche con i DV degli ultimi anni….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy