Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'intervista

Vitale a VN: “Commisso al mare mossa giusta. Vlahovic? I soldi non vanno in campo”

Germogli Ph 13 Giugno 2012 Empoli Conferenza stampa allo stadio di Pino Vitale

Abbiamo intervistato l'ex dirigente dell'Empoli. Dal rientro in Italia di Commisso alle ultime sul mercato viola: tanti gli argomenti toccati

Filippo Caroli

Una grande conoscenza di tutte le dinamiche del mondo del calcio che solo tanti anni di esperienza possono garantire. Pino Vitale è certamente uno che possiamo definire come 'uomo di calcio'. Noi di Violanews.com lo abbiamo intervistato per chiedergli la sua opinione su tanti temi che stanno animando Firenze. In primis, la questione Dusan Vlahoviced il rientro di Commisso in Italia. Queste le sue parole:

Buonasera Vitale, il tema Vlahovic sta scaldando la piazza Viola. Da dirigente, lei cosa farebbe col serbo?

"Capisco che siano arrivate offerte corpose, ma i soldi non vanno in campo. Però se la Fiorentina li può incassare ora può farlo anche il prossimo anno. Andare a sostituire uno che farà un grande campionato non è semplice. I soldi sono tanti e Commisso dovrà decidere. Credo che uno economicamente forte come lui potrebbe offrire un rinnovo a 3,5 milioni con la promessa di cessione il prossimo anno a 70 milioni."

Dal punto di vista del calciatore, crede che un altro anno a Firenze farebbe bene al bomber classe 2000?

"Uno che viene pagato 60-70 milioni va a guadagnare cifre intorno ai 5 milioni di euro. E magari, per questo, gli piacerebbe volare. Però per ciò che deve alla Fiorentina, che lo ha tirato su da bambino, sarebbe giusto che restasse in Viola."

E in caso di cessione? Con chi sostituirlo?

"Una punta non è facile trovarla al momento. In rosa ci sarebbe Kouamé che però ha dimostrato di non essere un centravanti puro. Poi ci si può anche guardare intorno. L'Atalanta, ad esempio, ha Piccoli e Lammers. Uno come Piccoli è giovane e, sì, potrebbe esplodere, ma la Fiorentina non può fare scommesse quest'anno. Serve un centravanti importante."

Commisso è arrivato in Italia ma ha fatto tappa in Calabria. Non crede sarebbe stato meglio, in questi giorni concitati, che fosse venuto subito a Firenze?

"No, lui in questo momento non vuole vendere Vlahovic e aspetta. Fa sbollire tutta questa situazione. Se Pradè e i suoi uomini mercato non gli portano un centravanti importante, credo che Commisso non lo lascerà partire quest'anno. È una tattica, va in Calabria nella sua terra natale e con calma tornerà a Firenze. Quella calma vuol significare che se la Fiorentina non vende e non compra nessuno, la squadra è fatta. È una mossa strategica, in assoluto."

Tornando sul fronte mercato, la Fiorentina in che zona di campo dovrebbe essere rinforzata?

"Serve un bravo fluidificante a sinistra. Se tiene Callejon e non perde nessun giocatore ha la possibilità di arrivare vicina ai 60 punti."

Nico Gonzalez le piace?

"Quello col Cosenza era un allenamento e non possiamo dare un giudizio basato su quella partita. Però Gonzalez è un acquisto importante. Non tanto per la cifra sborsata, ma piuttosto perché gioca nella nazionale Argentina che ha conquistato la Coppa America e ha fatto bene. Poi andrà visto nel campionato italiano, ma che sia bravo è fuori di dubbio."

 GERMOGLI PH: 26 GIUGNO 2019
tutte le notizie di