Two bluff is megl che one? Sogni di mercato, Commisso si allinea a Pradè

Two bluff is megl che one? Sogni di mercato, Commisso si allinea a Pradè

Commisso segue la linea di Pradè: no ai proclami sul mercato, ma il “problema” del centravanti dev’essere ancora risolto

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Chi continua a coltivare sogni di mercato, campioni con ingaggi top o dal costo del cartellino fuori misura cominci a mettersi l’animo in pace. La Fiorentina non farà follie, non comprerà giocatori spendendo cifre folli. Il gruppo per oltre l’80% è fatto ed è completo. Il concetto lo ha espresso qualche giorno fa Daniele Pradè in conferenza stampa (leggi qui) e lo ha ribadito Rocco Commisso sbarcando in città (leggi qui). Due linee di pensiero fin troppo comuni e condivise per non pensare che siano state concordate. “I soldi non sono un problema”, un anno fa il patron viola raccontò così le sue disponibilità economiche. Una frase detta a cuor leggero che fece drizzare le antenne opportuniste dei piranha del calcio. Ogni giocatore, la scorsa estate, aveva un costo per tutti i club e uno maggiorato per i viola. Il mercato è soggetto a mille variabili, anche alla linea comunicativa che si sceglie di adottare.

Fra le sue frasi cult non ci sono più soltanto gli intercalari stile “okay?”, ma da qualche tempo sono subentrate prepotentemente le “fake news”. Rocco Commisso fa presto ad etichettare come tali tutte quelle vicende di cui non si occupa in prima persona ma che magari vengono seguite dai suoi collaboratori. Sul mercato però le sovrapposizioni ed i confronti, com’è normale che sia, sono all’ordine del giorno. I dirigenti propongono, coltivano le idee ma poi il via libera economico deve necessariamente arrivare dall’alto. Pur correndo il rischio di finire nel calderone delle notizie inventate, la riflessione è d’obbligo: davvero la Fiorentina intende soltanto cogliere le occasioni che il mercato presenterà? Acquistare un centravanti di sicuro affidamento non è una priorità?

Lo scorso anno Beppe Iachini ha basato i risultati sul punto forte della squadra, la difesa. E’ stata questa che ha permesso alla Fiorentina di risollevarsi in classifica mentre davanti i problemi di confidenza col gol sono durati fino alle partite conclusive in cui anche le avversarie hanno concesso di più e, per esempio, Chiesa ha chiuso in doppia cifra. Bonaventura ha aperto le ambizioni europee, Commisso gli è andato dietro ma coi piedi di piombo. Evidentemente non vuole caricare tutti di responsabilità. Però per provare ad accorciare la distanza con le squadre meglio attrezzate nella corsa europea è necessario dare all’allenatore una punta con esperienza e affinità col gol. Arriverà? Basta attendere venti giorni, poi si saprà se le fake news erano tali o se la strategia viola avrà portato i frutti sperati.

I DETTAGLI DEL CONTRATTO DI BORJA VALERO

50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianni - 5 giorni fa

    Meglio sbandierare ai quattro venti che non comprerai e non venderai nessuno , se uno dovesse credere a tutte le fandonie che si scrivono, ultimamente al milan stanno cercando di convincere uomini, giocatori e società che dovrebbero andare da loro i nostri Milenkovic , Pezzella e Chiesa, il tutto per il prezzo di Paqueta’ e qualche spicciolo a conguaglio . Intanto al Milan chiuderei tutte le porte per la sporca faccenda di Rebic di cui sono in combutta con i tedeschi dell’Herta. Troppo furbi e noi troppo coglioni. Evidentemente i disonesti nel calcio sono i migliori dirigenti . Rocco non ti fare infinocchiare. Se non firmano i rinnovi , un anno in tribuna tutti quanti a meditare, non fare come ai tempi di Montolivo ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Julinho - 5 giorni fa

    Grande Rocco, questo è uno con i coglxxni e con i controcoglxxni. Fa benissimo a dire solo tutto ciò che ha detto arrivando a Firenze. E ha detto anche troppo. Qui si sta scambiando la possibilità di operare da persone serie per prendere giocatori di livello pagandoli il giusto e dando loro un ingaggio corretto o prendere e buttare via una fracchia di quattrini come quando si è preso gente come Cristoforo, Esseryc, Antzoulas, Edimilson Fernandes, Gerson, Mirallas, Pjaca e chi più ne ha più ne metta, per far ingrassare bidoni, squali, papponi e affiliati alla banda dei quaranta ladroni del calcio. A zappare!! Tutti!!
    Rocco investirà se non preso per il collo, se l’operazione sarà corretta e nei canoni dell’equità economica e della sostenibilità ma in particolare se avrà certezze enormi dei ritorni sulle operazioni che andrà a chiudere. Dallo stadio, al centro sportivo ai giocatori, ai dirigenti della Fiorentina. E così opererà certamente bene. Nulla da invidiare a Massimo Cellino, o a Tommaso Giulini, o a Pietro Pizzarotti, o a Fabrizio Corsi o a tutti gli altri impresentabili stile Viperetta o Enrico Preziosi. Quindi complimenti ancora a Rocco Commisso, che farà una Fiorentina veramente forte senza alcun se e senza alcun ma.
    Forza Viola, Forza Rocco!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tagliagobbi - 5 giorni fa

    Commisso fa benissimo a muoversi così. L’anno scorso era quello con i soldi e gli si sono attaccati tutti con la speranza di razzolare il più possibile. Oggi ha imparato e si muove come bisogna muoversi nel mondo del calcio. In silenzio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 5 giorni fa

    Una cosa importante a cui forse è stato dato poco peso Commisso l’ha detta. Vuole restare qui qualche mese. Uno che tira i remi in barca poteva tranquillamente starsene a New York, no? Mi pare che voglia prendere di petto e personalmente tutte le questioni più importanti. Magari tra 6 mesi si rende conto che non gli fanno fare lo stadio e vende la Fiorentina. Ma intanto se ha deciso di stare qui a lungo significa che vuole fare. Mi sembra positivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 5 giorni fa

    Visto il contesto generale, non mi sembra che Commisso abbia detto cose scandalose da strapparsi i capelli. Non ha detto il mercato è chiuso e fa stra-bene, come ha fatto anche Pradè, a dare pubblicamente fiducia ai giocatori che attualmente compongono la rosa della Fiorentina. Poi staremo a vedere, le variabili sono tante e adesso è troppo presto per giudicare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. glover_3713546 - 5 giorni fa

    Forse sarà l’inverso? Sarà Pradè che si è dovuto allineare al grande Capo? Che dici, fenomeno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. andrea_fi - 5 giorni fa

    Siamo al secondo anno. La seconda campagna acquisti. È il momento della luna di miele. Dell’entusiasmo del presidente. Della voglia di far vedere alle altre proprietà la propria ambizione. Anche con qualche piccola follia economica. Dopo passa tutto. Perciò se non oggi quando? Dalle parole del DS e del Presidente invece traspare evidente una mediocre rassegnazione nel vivacchiare a mezza classifica. Per adesso sono deluso. Mi sarei aspettato una follia. Qualche acquisto fuori dal comune. E delle belle manifestazioni di Commisso molto autoreferenziali per dire a tutto il mondo che adesso anche lui è nel calcio italiano. Ma a quanto pare mi sono sbagliato. Nelle proprietà della Fiorentina cambiano i suonatori, ma la musica è la stessa. Speriamo non peggiore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. fornamas63 - 5 giorni fa

    Nel calcio di oggi se non sei un top club devi essere bravo a creare un circolo virtuoso attraverso la ricerca e valorizzazione di giocatori ancora non affermati venderli al momento giusto e con il ricavato essere già pronti a reinvestirli in sostituti altrettanto bravi. Su questa linea agiscono in modo diverso e con differenti risultati Atalanta, Lazio, Udinese, Verona, Empoli Napoli e quant’altro.
    Amrabat non lo devi comprare a 20 milioni, ma al prezzo con cui l’ha pagato il Verona.
    Per far ciò devi avere un DS bravo capace e con ottime relazioni nel mondo dei procuratori, magari senza tanti vincoli di sangue con i rapaci monopolizzatori come Raiola.
    Sartori per me è il top, mentre il Pradè dell’anno scorso non mi ha mai convinto, da Badelj a Dalbert per non parlare di Boateng troppi gli errori pur con l’attenuante del poco tempo. Se a questo aggiungiamo anche una dispendiosa campagna di Gennaio sulla cui riuscita pesano diverse troppe incognite (che spero personalmente non si concretizzino) per meritare la conferma anche l’anno successivo.
    Questo per dire, che da Rocco come da tutte le proprietà che verranno in futuro, stante questo il calcio di oggi, non dobbiamo più aspettarci milioni di euro ma una conduzione tecnica attenta a quanto sopra da far fare a uomini di calcio fidati. Fare calcio come dicono quelli dell’ambiente.
    La conferma di Iachini, quella di Pradè e altre scelte di Rocco non vanno in questa direzione, direte che i soldi ce li mette lui e non discuto, ma credo sia meglio dare più libertà di manovra a chi ha esperienza e conoscenze del calcio migliori delle proprie.
    Altrimenti si ritorna all’effetto Cognigni.
    Detto questo riconosco a Rocco il grande valore della costruzione del nuovo centro sportivo e il tentativo per lo stadio: la crescita di una società passa inevitabilmente per la forza e l’importanza delle infrastrutture oltre alla capacità degli uomini che fanno parte dello staff tecnico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vb - 5 giorni fa

    IL primo anno di apprendistato gliel’abbiamo concesso, ora però basta. Il credito è finito. I discorsi pure. O si decide a costruire una squadra forte oppure può tornarsene in America. E’ intollerabile anche solo sentire parlare di parte sinistra della classifica come obiettivo…così come è intollerabile acquistare cavalli di ritorno ormai in prepensionamento (prima Badelj, oggi Borja Dinero), solo perché non costano nulla. Intanto Roma e Milan comprano e si rafforzano, alla faccia del fair play finanziario che, a quanto pare, vale solo per la Fiorentina. Quindi, fiducia fino alla fine del calciomercato e poi, se sarà stato fallimentare, contestazione senza sconti. Così come fu con i ciabattini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 5 giorni fa

      Addirittura? Sei davvero un fenomeno di tifoso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. giusetex7_9905901 - 5 giorni fa

    Io penso che a livello tecnico la squadra risenta molto della presenza ingombrante di Chiesa. Ormai relegato a terzino tutta fascia, fuori virtualmente dal progetto e impedimento per le trattative in attacco. La squadra è decisamente migliorata a centrocampo (ci andava poco in realtà), in difesa è rimasta com’era mentre in attacco manca la punta sicuramente perché abbiamo visto che affidarsi in quel ruolo a scommesse (vedere alla voce Pedro) come l’anno scorso risulta pericoloso. Nella speranza che Ribery tenga più partite possibili perché l’anno scorso la mancanza si è fatta sentire e puntare solo sulla sua inventiva considerandolo un soggetto soggetto ad infortuni è un altro rischio. Di sicuro a me piace molto di più la versione pacata, più riflessiva e con i piedi per terra di Commisso. Molti sono rimasti affascinati ed entusiasti della sua prima versione, quella nella quale veniva ad insegnare a tutti come si stava al mondo. Poi tra difficoltà sul rettangolo di gioco, lotte sconsiderate contro arbitri e poteri forti e scontri contro la burocrazia per via dello stadio ha cambiato atteggiamento. Spero che capisca che il tifoso dà molto ma chiede sempre indietro. Tutto l’affetto con il quale è stato accolto deve essere ripagato nei fatti. Altrimenti si rischia il sentimento opposto. Testa bassa, meno parole e più fatti soprattutto sul comparto tecnico. Dove non servono necessariamente soldi ma idee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. SoloLaViola - 5 giorni fa

    Se anche non fosse un bluff io sarei contento anche solo con una punta giovane in prestito (Vlahovic, o Cutrone se si può evitare il riscatto) e in cambio una di esperienza (Giroud il mio sogno).

    TITOLARI: Dragowski – Biraghi Pezzella Milenkovic Lirola – Ambrabat Duncan Bonaventura – Ribery Giroud Chiesa.

    RISERVE: Terracciano – Igor Caceres Ceccherini XXX – Castrovilli Pulgar Borja – Kouame Vlahovic XXX.

    Mancherebbero solo un esterno di riserva e un giovane esterno d’attacco promettente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. france - 5 giorni fa

      Biraghi titolare e Castrovilli in panchina…
      Sei un fine intenditore di calcio vedo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. giulia.sburlat_9726939 - 5 giorni fa

    xxx

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Violaviola - 5 giorni fa

    Ma siete così convinti che si tratti di un bluff? Io comincio ad avere qualche dubbio se non vendiamo chiesa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Viola1974 - 5 giorni fa

      Il punto è quello.
      Se vendi Pulgar compri un centrocampista.
      Se vendi chiesa compri un attaccante.
      Se non vendi nessuno rimani così.
      Sono certo che Prade e commisso avrebbero già individuato i 2 giocatori giusti per fare il salto di qualità.
      Ma se non vendi, tutto rimane in stand by.
      E d altronde commisso non può dire mi piacerebbe torreira o mi piacerebbe milik, avendo un patrimonio di 7 miliardi di euro quanto pensiamo che gli chiederebbero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Up The Violets - 5 giorni fa

    Ma basta, ormai è chiaro a tutti che gli è già spuntato il braccino. Stop, vicenda finita, ora c’è solo da far capire che non vogliamo passare altri cinque anni come quelli che ci hanno fatto passare i Della Valle e, nell’ultima stagione, lo stesso Commisso.

    Non è più una questione di ambizioni, anche per quest’anno dovremo vivere nella mediocrità: i tifosi, i veri tifosi della Fiorentina che ragionano con il loro cervello e tifano per la maglia viola e non per questo o quel presidente, devono però aprire gli occhi e pretendere che questo signore renda un po’ del credito che gli è stato dato a gratis. Con fin troppa leggerezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 5 giorni fa

      Credo che tu sia troppo drastico nei tuoi giudizi in quanto Rocco è arrivato da poco e non è che Roma si faccia in un giorno. Nessuno può chiedere di avere la certezza di qualificarsi in EL dopo un anno di apprendistato. Anche il prossimo sarà un anno in cui cercheremo di avvicinarci alle zone più consone alle nostre aspirazioni ma non precipitiamoci in critiche o elogi esagerati. Vediamo come va quest’anno e poi le cose saranno un po’ più chiare. Per me non si tratta di promesse non mantenute ma di un eccessivo entusiasmo creato che può solo far male visto la mentalità dei tifosi. Pensiamo a come deve giocare la squadra che è più importante che ogni altra cosa. Mi sento più di contestare Iachini che Rocco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Etrusco - 5 giorni fa

    Intanto siamo ad 82 nomi in questo calciomercato, di giocatori accostati alla Fiorentina, quindi secondo me il problema non sono le i terbiste criptiche di Commisso e Pradè bensì le cavolate che i massmedia sparano in onore del clickbait.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. pino.guastell_9534945 - 5 giorni fa

    Commisso fa arrabbiare perchè prima ha fatto il gradasso prendendo impegni con la tifoseria che avrebbe fatto una squadra forte capace di insidiare le rivali che da una vita giocano per vincere in Italia e in Europa. Dopo avere confermato alla guida della Viola Iachini, che viene indicato dai competenti di calcio tra gli allenatori più difensivisti che ci siano al mondo, ci viene a dire che la squadra è fatta e la cosa più importante per lui è che la Fiorentina navighi sempre nella parte sinistra della classifica. Commisso non vuol capire che la Fiorentina non deve limitarsi a vivacchiare ma deve lottare per vincere qualcosa. Non tra 30 anni, come si auguravano i fratelli Della Valle, ma un anno massimo due anni. E’ inutile fare l’americano se poi non ha i soldi per fare una grande Fiorentina. Che delusione, signor Commisso! Meno male che siamo in tempo di Covid e al pubblico non è permesso entrare negli stadi, ma con la squadra targata Commisso-Barone-Pradè-Iachini non mi sognerei mai di spendere 50 euro per vederla giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Iperviola - 5 giorni fa

    D’accordo con samu..se non arrivano palloni giocabili in area nemmeno Ronaldo segnerebbe ..
    Spero Beppe ne sia consapevole e rimedi alla noia che suscitava la Viola nelle partite che abbiamo visto nel 2020 in cui davanti ci siamo affidati unicamente alle iniziative personali di Ribery e Castrovilli
    Con un gioco decente è una tattica propositiva Caputo a Sassuolo ha fatto più di 20 gol ! Favorito da due esterni aggressivi come Boga e Berardi..
    È da una manovra decente ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 5 giorni fa

      Lascia perdere il sassuolo. Li c’è un signor allenatore che fa giocare bene le squadre e non rimane vincolato a difesa e contropiede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Mystgun - 5 giorni fa

    Non capisco il senso di questo articolo, se hanno detto sia Pradè che Commisso che la squadra è quasi completata significa che è così e non vedo perché continuare ad alimentare i sogni dei tifosi ingenui come me, che vorrebbero poter lottare per l’europa subito anche se molti fattori ce lo impediscono, per poi ritrovarci comunque con questa squadra ad ottobre e dare modo ai contestatori di avere un motivo in più per scagliarsi contro una società che è ancora al secondo anno.
    Ad esclusione dell esterno sinistro e magari di un difensore abbiamo due giocatori per ruolo e non sono neanche troppo scarse le riserve quindi la squadra è fatta al 90%, Commisso e Pradè che sono i due uomini che si occupano in prima persona del mercato della Fiorentina hanno detto che ad esclusione dell’esterno sinistro che sicuramente arriverà il resto potrebbe rimanere così e che staranno attenti alle opportunità (sia per il presente sia per il futuro) che si presenteranno in queste ultime settimane di mercato.
    A cosa si riferisce Commisso?, semplice i 2 ruoli che ad oggi è possibile migliorare nella Fiorentina sono sicuramente Regista e Centravanti che sono occupati nel bene o nel male da Pulgar e Cutrone (prendo lui e non Vlahovic o Kouamè perchè è l’unico non di nostra proprietà) e quindi si cercherà fino alla fine del mercato dei giocatori che al giusto prezzo possano essere molto più decisivi di questi due ma al momento direi che le possibilità che rimangano entrambi sono leggermente superiori a che venga sostituito anche uno solo dei due.
    Per acquistare un altro centrocampista Pulgar deve essere venduto, non esiste nessun altra possibilità quindi se non arriva nessuna offerta seria per il giocatore (in passato qualche squadra spagnola si era avvicinata ma non si è saputo più nulla) rimarrà lui e si giocherà il terzo posto da titolare con Duncan e Bonaventura, Cutrone invece è in prestito quindi è più semplice arrivare ad un altro giocatore ma il problema sta proprio sul fatto che non c’è nessun giocatore a cui la Fiorentina possa arrivare che farebbe realmente la differenza rispetto ai giovani attaccanti che abbiamo.
    Se la squadra dovesse rimanere così come è probabilmente punterebbero con decisione ad almeno un “investimento” per il futuro (Ricci?), se avessero voluto dire che dopo l’acquisto di un alternativa a Biraghi il mercato in entrata sarebbe terminato lo avrebbero detto senza aggiungere nulla quindi almeno un acquisto a rosa “completata” ci sarà.
    Per quanto riguarda le Fake News Commisso ha tutta la ragione ad arrabbiarsi dato che in questi mesi secondo molti giornalisti avremmo venduto ogni nostro miglior giocatore da Chiesa a Castrovilli passando per Vlahovic, Milenkovic, Pezzella e Dragowsky e non hanno fatto altro che dire che i nostri giocatori avevano accordi con altre squadre e che non volevano assolutamente rinnovare quando ad oggi 15 Settembre, nella settimana della prima partita di Campionato, sono ancora tutti a Firenze ed in procinto di giocare quasi tutti da titolari nella Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Rossi - 5 giorni fa

      Ti rispondo per me, perchè non posso parlare per gli altri e perchè rispondo solo del mio modo di lavorare. E’ un po’ semplicistico dire che sono fake news i rumors che escono. Ho scritto della ricerca del centravanti perché ho delle conferme dirette, la Fiorentina sa di aver bisogno di una punta. Poi che arrivi o meno dipende da più varianti, ma la società sa che serve un uomo gol. Ciao! S.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giusetex7_9905901 - 5 giorni fa

        Mi permetto di aggiungere che dire Fake News serve solo a mettere un’etichetta ma non dimostra niente. Le trattative di mercato, quasi il 95%, nascono e finiscono in fretta perché frutto di accordi o di contrattazioni che non vanno a buon fine. Basta andare in TV a dire era tutta una montatura per giustificare un mancato arrivo. Moggi era un’artista in questo. Diceva sempre che erano trattative inventate e poi il giorno dopo faceva la presentazione del giocatore. Ribalto la cosa, siamo sicuri che i nostri dirigenti vanno in sala stampa a dire sempre la verità? Ho sentito dire a Prade l’anno scorso che Bennacer non lo avremmo preso perché voleva giocare le coppe e poi è finito al Milan senza giocarle. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Stefano Rossi - 5 giorni fa

          “Ribalto la cosa, siamo sicuri che i nostri dirigenti vanno in sala stampa a dire sempre la verità?” Esatto. Talvolta (forse spesso) non si dice la verità proprio perchè c’è una strategia… E va bene così, ciò non toglie che io (o altri colleghi) analizzino e scrivano cose diverse.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 29agosto1926 - 5 giorni fa

            Caro Rossi, il vero problema dei giornalisti è che tutti hanno le sue fonti, troppe fonti, troppe conferme dirette per pensare che i dirigenti non mentano solo in sala stampa ma anche quando parlano con te ed i tuoi colleghi. Se ne deduce da una semplice domanda; Perché se non dicono la verità in sala stampa dovrebbero dirla a voi o a qualcuno che ve la possa riportare? Il problema è che i giornalisti si stanno sempre più allontanando dalla tifoseria perché ne inventano troppe ed io non so nemmeno dargli torto perché il vostro lavoro è questo. Riempire pagine di giornale di non notizie, concordo con te che tutti i giorni è difficile.

            Mi piace Non mi piace
    2. Violaviola - 5 giorni fa

      Io non sono così sicuro che chiesa rimanga a Firenze…. E neanche commisso visto che quando glielo hanni chiesto ha risposto vedremo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Aldo - 5 giorni fa

    Secondo me non sono bluff. È solo stato sbagliato figure e ora se ne paga le conseguenze. Mi spiego

    Sartori:
    Senza contare Mancini, Kulusevski ecc ecc
    Gollini 3,8
    Sportiello 0
    Toloi 3,87
    Gosens 0,9
    Piccini 3
    Hateboer 1,04
    De Roon 1,3
    Pasalic 15
    Pessina 1,65
    Malinoski 13,6
    Ilicic 5,75
    Gomez 4,47
    Muriel 20,1
    Zapata 26
    Tot 100,5

    Pradè:
    Igor 8
    Caceres 0
    Lirola 16
    Pulgar 10
    Duncan 16
    Agudelo 14,5
    Badelj 0,7
    Boateng 1,5
    Ribery 0
    Kuame 12
    Cutrone 21
    Pedro 11
    Tot 110,7

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 5 giorni fa

      ecco ti rispondi da solo, Rocco Commisso ha 5-7 volte il patrimonio di Percassi. Inoltre l’Atalanta ha speso di più di quanto calcolato (Riscatto di De Roon dal Middlesbrough etc.)… che dire… la Fiorentina merità di più!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 5 giorni fa

      Sei ingeneroso nei confronti di Pradè perché paragonarlo al miglior direttore sportivo oggi in circolazione ne esce sempre con le ossa rotte. Il problema è che senza paragonarlo a Sartori o Tare bastava prendere Massara in uscita dalla Roma (Guarda cosa ha fatto al Milan senza un Euro) e dire a Pradè di rimanere a Udine che è certamente la sua dimensione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 5 giorni fa

        A me andava bene anche d’Amico dell’Hellas, visti i risultati che ha ottenuto a Verona.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 5 giorni fa

          Sai quanti ce ne sono meglio di Pradè? Il problema è che non da lustri non si esce dal duo Corvino Pradè e tutti e due insieme non fanno un DS vero.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Aldo - 5 giorni fa

        È vero. Hai ragione, ma ho preso L’esempio migliore per estremizzare il confronto e perché la spesa è quasi la stessa. Comunque il succo era che anche senza miliardi si può fare un’ottima squadra..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. andrea - 5 giorni fa

      Agudelo è im prestito. Cutrone è in prestito. Hai colpevolmente messo due prestiti come acquisti e manchevolmente non hai fatto menzione di Amrabat. Quando per avvalorare una tesi occorre mistificarla, di sbagliato non c’è la tesi ma chi la propone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Aldo - 5 giorni fa

        Agudelo e Cutrone hanno obbligo di riscatto, ma mettiamo che io abbia detto un sacco di bugie come dici te: Allora il prossimo anno ci qualificheremo per la Champions.. e l’Atalanta lotterá per il decimo posto.. giusto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. glover_3713546 - 5 giorni fa

      FAKE NEWS… Togli Agudelo e Cutrone che sono in prestito, Igor è costato 4 milioni non 8, Pulgar 9, Duncan 13, Pedro ci hai guadagnato 3 milioni…. quindi togli oltre 45 milioni da Pradè… fakettaro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Aldo - 5 giorni fa

        Agudelo ha il riscatto obbligatorio come Citroen tra sole 6 partite. Igor è costato 8 milioni e pulsar 10, d’un anno 16 fonti transkermarkt. Pedro ci hai guadagnato e sei stato una stagione con l’unico attaccante un primavera. Dall’altra parte ho messo solo i facenti parte della squadra è il relativo costo, se mettevo i ricavi anche da gente come kulusevski, Mancini, caldara ecc il confronto era troppo umiliante.. riconosco anche dei meriti a Pradè, non li mensionerò qui

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. glover_3713546 - 5 giorni fa

          Aguddelo ha il riscatto obbligatorio dopo 25 presenze…è rimasto a 2 presenze e va a Spezia… TranfertMark non ne azzecca mai una, non è affidabile… infatti Pulgar aveva la clausola a 9 milioni di euro, e non a 10, Igor è in prestito anche lui con obbligo di riscatto se arriva ad un certo numero di presenze…. è così che si fa… non come Corvino che ha preso 40 bidoni, senza prestito o diritto di riscatto,, ,perfino il vecchio Thereau ci ha preso per il sedere per 2 anni, a zonzo e ben pagato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Aldo - 5 giorni fa

            Non rivoglio corvino assolutamente. Ma ad oggi campi con dragoski, Pezzella, Milenkovic, Biraghi (purtroppo) Castrovilli, chiesa, Vlahovic.. tutta gente Portata dal corvo..

            Mi piace Non mi piace
  20. andrea_fi - 5 giorni fa

    Condivido tutto quanto scritto da Stefano Rossi nell’articolo. Senza una vera punta si lotta per il centro classifica. Anni luce da Atalanta, Lazio, Roma, Inter Milan Juve e Napoli. Il nostro scudetto è l’ottavo posto in classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. SangueViola - 5 giorni fa

    quando ha pronunciato il termine “fake news”, si riferiva, anche, a voi, come a tutti quei siti di informazioni che riportano voci, sentito dire, utili solo ad aumentare i click. Il termine tecnico è click baiting: usare titoli a effetto per raccattare qualche lettore in più.
    Io sarei per usare un altro termine tecnico: Acchiappa Citrulli.

    Ieri Maldini ha confermato che non c’è nessuna possibilità che Chiesa vada al Milan (con cosa lo pagherebbero?) e lo stesso ha detto Di Marzio su Sky.
    Però si va avanti nella narrazione dell’asse Milan-Fiorentina, quando dopo la vicenda Rebic le relazioni tra le due società sono ai minimi storici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 5 giorni fa

      invece di parlare di fake news farebbe meglio a sganciare un centone e una squadra degna del nome che porta. Capisci… sono vent’anni che abbiamo presidenti milionari senza mai vincere nulla… siamo un tantino annoiati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SangueViola - 5 giorni fa

        In un momento come questo, con una società che non ha lontanamente gli introiti di chi fa la Champions, non mi sembra che ci si possa lamentare. O tu pensi sia già arrivato il momento di attaccare gli striscioni fuori da i’ Franchi con scritto Rocco Braccino o Rocco Frugati?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 5 giorni fa

          assolutamente, lungi da me. ma ci sarà la sorpresa di fine di mercato. un pezzo da novanta ceduto. e molti di voi paragoneranno Rocco a Saputo o Pallotta

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. SangueViola - 5 giorni fa

            e chi tu sei te per avere tutte queste certezze? lo strologo di Brozzi?

            Mi piace Non mi piace
  22. Samu2904 - 5 giorni fa

    Sinceramente fatico a capire questa fissazione per la punta, lo scorso anno la fiorentina ha speso quasi 20 milioni per Kouamè che alla seconda stagione in serie A in 13 presenze da titolare ha fatto 6 gol e 5 assist, in più oltre a lui abbiamo due giocatori giovani perfetti per subentrare dalla panchina viste le 5 sostituzioni.
    Se arrivasse una punta sarebbe una punta d’esperienza in stile mandzukic ma arriverebbe al posto di Cutrone (di cui dovremmo interrompere il prestito).
    Lo scorso anno ci siamo salvati senza diverse difficoltà e quest’anno vi aspettate che la società compri una punta da 50 milioni e che ne tenga una in panchina pagata 20 milioni 6 mesi fa, mi dispiace dirvelo ma questo è fuori da ogni logica.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario - 5 giorni fa

      Giusto e la logica dice anche che il giocatore che ha fallito in modo determinante per Montella e Iachini,è stato Badel e aggiungo Pioli che si è ritrovato una squadra senza vertice basso cercando di adattare chiunque in quel ruolo. Quindi quello che ci manca è un giocatore forte in quel ruolo per non adattare e snaturare gli altri e ripetere così un madornale errore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. antonio capo d'orlando - 5 giorni fa

        Se giochi con un centrocampo a tre, hai bisogno di un mediano e due mezzale che sanno fare gioco, al posto del regista (352) , Pulgar. Ambarabat, Castrovilli. Se giochi 3421, hai Ambarabat Pulgar ed i due davanti sono Castrovilli Ribery. Puoi abbozzare anche un 4321 inserendo Igor nei 4 di difesa, a sinistra con un centrocampo solido. Non ho considerato Chiesa perché penso vada via. Commisso risolverà i contratti in scadenza e sapremo tutto su Chiesa. Ma credo ci vorrà tempo. Sono fiducioso. FV

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 5 giorni fa

          Questa squadra ha solo due modi di giocare o 4.2.3.1 o 3.4.2.1 in questa maniera sfrutti tutti gli uomini che hai per le loro caratteristiche. Amrabat e Pulgar nel mezzo e Chiesa senza fare tutta la fascia destra. Solo Iachini non l’ha capito.

          Nel 4.2.3.1 fai giocare
          Lirola, Milenkovic, Pezzella, Biraghi
          Pulgar (Duncan) Amrabat
          Chiesa Castrovilli Ribery
          Kouamé (Vlahovic)

          nel 3.4.2.1. fai giocare
          Milenkovic, Pezzella, Caceres (Igor)
          Pulgar, Amrabat, Castrovilli, Duncan
          Chiesa, Ribery
          Kouamé (Vlahovic)

          Poi hai Bonaventura e Borja da giostare con i centrocampisti in tutti e due i moduli.
          L’Unico modulo DA NON FARE è quello di Iachini il 3.5.2.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy