Tenere i migliori: l’unico modo per tornare in alto

Tenere i migliori: l’unico modo per tornare in alto

Si parla molto delle eventuali cessioni di Milenkovic e Chiesa, ma per crescere bisogna ripartire dai giocatori più forti. Il difensore e l’esterno lo sono. Occorre poi aggiungere qualche ritocco di qualità. Non serve una rivoluzione, solo qualche oculato accorgimento

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3
Milenkovic-Pezzella

Più di un’ora di conferenza stampa, purtroppo solo virtuale, senza contraddittorio. 65 minuti durante i quali i tifosi avrebbero voluto che Rocco Commisso pronunciasse la parola Europa. Niente da fare. Il presidente ha fatto un passo indietro (forse più d’uno), limitandosi a dire che nella prossima stagione la Fiorentina dovrà stare nella parte sinistra della classifica.

Per migliorare la graduatoria serviranno acquisiti mirati, di qualità, come ha consigliato Franck Ribery alla società pochi giorni fa. Peccato, però, che al momento, più che le entrate, stiano facendo maggiormente discutere le eventuali cessioni di Nikola Milenkovic e Federico Chiesa. L’asse di mercato tra Firenze e la Milano rossonera rischia di diventare bollente perché Stefano Pioli avrebbe individuato nel difensore e nell’esterno destro i rinforzi ideali per il Diavolo. Sia chiaro, per ora sono solo rumors, è prematuro parlare di trattative.

Il rinnovo di contratto del serbo è in stand by, mentre per Chiesa il patron ha dato via libera alla cessione, purché il figlio d’arte porti la cifra giusta per la Fiorentina (60-70 milioni?). Non certo un dettaglio. La speranza, almeno per chi scrive, è che i due gioielli restino a Firenze, col sorriso sulle labbra e convinti del progetto di Rocco Commisso. E’ vero, con l’eventuale addio di Chiesa il club viola realizzerebbe una plusvalenza, ma per crescere e tornare competitivi serve tenere in rosa i punti fermi, i giocatori migliori. Il classe 1997 e l’ex Partizan Belgrado lo sono senza ombra di dubbio insieme a Franck Ribery, Gaetano Castrovilli, German Pezzella e Martin Caceres. La Fiorentina deve ripartire da loro, aggiungendo qualche ritocco di qualità in sede di mercato. Bene, a tal proposito, l’innesto di Sofyan Amrabat. Il marocchino garantirà muscoli e corsa al centrocampo gigliato. Non occorre una rivoluzione, solo qualche oculato accorgimento.

Al contrario, con le cessioni di Chiesa e Milenkovic la Fiorentina sarebbe costretta a ricominciare quasi daccapo. Avrebbe due frecce in meno nell’arco. Trovare i giusti sostituti di Federico e Nikola potrebbe rivelarsi molto complicato.

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dallapadella - 2 mesi fa

    I giocatori non si tengono controvoglia e firmerei per vendere Milenkovic (tenendo Pezzella però) e tenere Chiesa (se rinnova).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Dragowsky, Terraciano
    Lirola, Milenkovic, Pezzella, Igor, Caceres, Kurzawa, Venuti, Spinazzola
    Duncan, Castrovilli, Amrabat, Pulgar, Torreira, Benassi
    Ribery, Kouamé, Thuram, Cutrone

    Vendere Chiesa
    Mandare a giocare Vlahovic, Sottil, Brancolini

    Rinunci a giocare con gli esterni d’attacco e puoi giocare con il trequartista o no.

    Occorre però che Mr. Commisso sganci qualcosa altrimenti non facciamo una squadra degna di questo nome

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 2 mesi fa

      Kurzawa, Spinazzola, Torreira, Thurman. Ci vogliono almeno 80 milioni per prenderli tutti e quattro. Se riesci a vendere Chiesa a 50 potrebbe essere una squadra forte ed equilibrata anche con il 352. Kurzawa Lirola sulle fasce, Torreira Amrabat e Castrovilli al centro. Davanti Kouame e Thurman. Tanta roba! Da sognare l’Europa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianni69 - 2 mesi fa

        Bravo barsinee ti vogliamo cosi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 2 mesi fa

        Infatti Rocco deve frugarsi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user - 2 mesi fa

    Non ci sono dubbi che i migliori vanno tenuti il problema è che secondo me di migliori da tenere c’è solo Milenkovic e poco altro! Quindi non molto per la verità.Il resto dei giocatori, se Rocco fa quello che ha promesso da quando è arrivato è ampiamente sostituibile…non arrivi il solito pirlotto a dire e allora Ribéry? E allora Chiesa? Ovviamente tranne Ribery,Chiesa(che cmq andra via) e Castrovilli.Il resto ripeto è abbondantemente sostituibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo - 2 mesi fa

    Per quanto riguarda Federico Chiesa posso anche capire che prolungare questo tormentone potrebbe essere nocivo per la Fiorentina, soprattutto se beneficiando di una sua cessione piovessero nelle casse della Società quei milioni che si augura di ricevere Commisso.

    Però, per Milenkovic e Pezzella io penso che fra i dirigenti forse qualcosa è sfuggito e a questo punto riagguantare la situazione diventa estremamente difficile. La partenza di questi due difensori centrali va scongiurata soprattutto perché, oltre a quei nomi che servono per rinforzare la rosa,ci sarebbe poi un altro reparto da ricostruire quasi completamente.

    Il problema vero, in questo mercato, è che in moltissimi casi (purtroppo) tanti giocatori di fascia alta cercati dai nostri dirigenti (purtroppo) non considerano ancora appetibile la Fiorentina come le squadre che al momento la precedono in classifica e questo secondo me è una grossissima preoccupazione per la costruzione di una rosa più competitiva di quella attuale.

    Io spero comunque di sbagliarmi, però Pradè deve darsi una svegliata e soprattutto in tempi brevi, perché non possiamo continuare a perdere obiettivi di mercato a vantaggio delle altre squadre nostre concorrenti in campionato, altrimenti per noi sono guai,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Johan Ingvarson - 2 mesi fa

    Il problema però è sempre quello: Chiesa e Milenkovic vogliono restare? Perché se loro stessi per primi vogliono andarsene è inutile fare questi discorsi. Già quest’anno abbiamo visto un Chiesa corricchiare con il muso più di una volta, e vorrei evitare di ripetere l’esperienza. Se entrambi considerano il loro percorso a Firenze chiuso bisogna cederli per incassare più soldi possibili e trovare delle alternative adeguate. Dopo il primo anno con Gasperini, l’Atalanta cedette Conti, Kessie e Gagliardini, che erano tutti e 3 titolari, ma riuscì a trovare delle alternative ottime e non perse nulla da un punto di vista tecnico. Tenere i giocatori controvoglia è inutile, l’importante è saper investire bene le cifre che si ottengono dalle vendite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ghibellino viola - 2 mesi fa

    Bravo Stefano. Sono giorni che lo dico. E aggiungo che darli alle nostre prossime avversarie per l’Europa è da bischeri. Con un bel centrocampista e una punta forte noi lottiamo per l’Europa già così. E c’è da capire se con kouame questa punta forte già è in rosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Burlamacchi - 2 mesi fa

    Concordo pienamente e lascerei perdere sti rumors sul Milan.

    Servono giocatori di grande qualità. Operazioni alla Amrabat appunto.

    Nella lista dell’articolo io avrei aggiunto anche Duncan, che secondo me se impiegato bene può aggiungere fisico e dinamismo in mezzo al campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Barsineee - 2 mesi fa

    Bravo Nicco bel articolo. Per ora sono chiacchiere. Il mercato è ufficialmente aperto e le necessità sono chiare: centrocampista e centravanti. Belotti/Piantek e Torreira sarebbero una bella presentazione come progetto di crescita. Ovvio che mancandoti il centrale e la punta se togli il centrale di difesa e magari il portiere … Allora hai disfatto tutto e il progetto è tutt’altro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy