Rogg: “Trasferte EL impegnative. Jovetic? No comment, Corvino lavora giorno e notte”

Rogg: “Trasferte EL impegnative. Jovetic? No comment, Corvino lavora giorno e notte”

“Quattro squadre in Champions? E’ una coltellata per noi, perché ci siamo persi tre edizioni negli anni scorsi”

di Redazione VN

Dopo i sorteggi validi per la composizione dei gironi di Europa League, ha preso la parola il direttore generale area marketing Andrea Rogg, inviato per la Fiorentina a Montecarlo (fonte: Radio Bruno): “Ci sono delle trasferte che, al di là di essere impegnative da un punto di vista sportivo, visto che non ci sono più squadre materasso, sono anche chilometricamente impegnative, soprattutto quella di Baku. Andare ad est è sempre difficile perché a volte mancano aeroporti vicini alle città.

4 squadre in Champions? E’ una coltellata per noi, perché ci siamo persi tre edizioni negli anni scorsi nelle quali la nostra partecipazione sarebbe stata meritatissima. E’ uno stimolo per noi e per tutto il movimento italiano.

Festa per i 90 anni della Fiorentina? La posizione della società è del massimo rispetto verso le persone che soffrono. Noi, che siamo fortunati, cercheremo di dare una mano in ogni modo possibile. Contestualmente vogliamo rispettare tutto il popolo viola, per questo manteniamo in modo molto sobrio la presentazione degli eroi che hanno reso Firenze ed i Fiorentina felici in questi 90 anni. Oltre al rispetto nella forma, ci sarà anche un contributo concreto a favore delle persone che hanno subito il terremoto.

Jovetic? No comment, ci sono altre persone competenti in materia che stanno lavorando. Corvino? Lavora così tanto che a volte mi chiedo se per lui esistano il giorno e la notte. Si tiene le sue carte nella manica.

L’Europa League? Anche quest’anno cercheremo di andare il più avanti possibile, daremo sempre il 100%”.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. isiraider - 4 anni fa

    Caro Rogg (caro, si fa per dire) lei non può usare il NOI riferito al passato perché lei fa parte della società solo da un anno in cui, tra l’altro, il risultato sportivo finale in campionato (grazie alle perle che anche lei ha contribuito a realizzare) è stato solamente il quinto posto. Inabile a qualificarci alla Cl anche se l’ipotesi delle quattro squadre dovesse prendere corpo. Le ricordo che Baku è una delle città economicamente e politicamente più importanti dell’emisfero Est del mondo e che, per storia e architettura, non scherza neanche lei. Quindi servitissima da qualsivoglia trasporto idoneo alla bisogna. Per sua informazione, ci hanno fatto anche un GP di Formula 1. Per evitare le distanze, così pericolose (ma lei come fa a saperlo? le è stato suggerito dall’Ufficio Stampa?), l’unico sistema è quello di allestire una squadra competitiva per la Champions e non arrabattarsi con ritorni che sanno di sospetto (propagandistico), riciclati, carneadi e giovani promesse. Tutti assoldati con il criterio tecnico dello spera -in- Dio. Per ultimo, finiamola una volta per tutte con questi luoghi comuni banalissimi: “lavora giorno e notte”, “il telefono bollente”, “l’asso nella manica” e via ossequiando. Dovete avere idee, visioni, strategie! Siamo cresciuti e meritiamo rispetto! Ad majorem violae gloriam !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bitterbirds - 4 anni fa

    ci credo che corvino lavori giorno e notte, siamo a -5 dalla chiusura e il passivo di bilancio comincia a innervosire il ragioniere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SBIRILLI - 4 anni fa

    impegantivo per il discorso materasso concordo, per il discorso chilometri no, qarabag gioca a baku che e’ una capitale con annesso aeroporto, liberec e a un oretta da praga, salonicco mi pare che sia in grecia e non in mongolia…per cui sono frasi dette a prescindere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Viola di Gallipoli - 4 anni fa

      Guarda che per arrivare a Baku, se ti va bene, ci vogliono 8 ore e mezza, quindi non è una passeggiata.

      Per Liberec prendi il volo per Praga che son quasi 3 ore e poi devi farti quasi 100km in bus o treno, e se ne vanno almeno 5 ore.

      Per Salonicco sono minimo 4 ore e mezza.

      Quindi un pò di credito a Rogg possiamo darlo ogni tanto.

      Per il resto sono avversari sicuramente abbordabili, non possiamo lamentarci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. andrea - 4 anni fa

    Ricapitolando, uno tra Borja, Kalinic e Alonso, deve partire per forza, che nessuno racconti che, serve per acquistare calciatori in ruoli scoperti, a pochi giorni dalla fine del mercato, serve solamente a Diego di rientrare per le passate gestioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. The Count of Tuscany - 4 anni fa

    Per la redazione:
    I posti in champions saranno 4 dal 2018 e i posti in Europa league ? Rimarranno 3?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 anni fa

      Non è stato detto niente

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy