Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'approfondimento

Nico Gonzalez, gli altri e l’applauso all’arbitro: i precedenti in Serie A

Nico Gonzalez, gli altri e l’applauso all’arbitro: i precedenti in Serie A

Da Koulibaly a Nandez, passando da Romagnoli: i provvedimenti del Giudice Sportivo a seguito dei casi simili a quelli che hanno visto protagonista il numero 22 della Fiorentina

Redazione VN

Fuori a Udine, forse anche la domenica successiva contro il Napoli, al Franchi. L'espulsione di Nico Gonzalez è la classica beffa che arriva dopo la dolorosa sconfitta per 1-3 contro l'Inter. Acqua passata, per la Fiorentina è il momento di guardare avanti. Ora le attenzioni si concentrano sul Giudice Sportivo che, in base al referto dell'arbitro Fabbri, dovrà prendere una decisione sulla squalifica dell'argentino. Difficile fare pronostici, anche se i precedenti costituiscono senz'altro dei termini di paragone da considerare. L'applauso plateale (ed ironico) al direttore di gara, infatti, non costituisce un inedito nelle ultime stagioni di Serie A.

Nella stagione 2018/2019 fu Koulibaly, certamente innervosito dagli ignobili ululati razzisti di San Siro, ad azzardare la provocazione nei confronti di Mazzoleni dopo un'ammonizione subita per fallo su Politano. Il gesto costò il rosso diretto e due giornate di squalifica al difensore azzurro. Pochi mesi dopo toccò a Romagnoli la stessa sorte. Milan sotto a Torino per 2-0: punizione fischiata ai granata a centrocampo e capitano rossonero che batte le mani dalle retrovie. Guida se ne accorge: espulsione diretta ma in questo caso un solo turno di squalifica. Infine l'ultima stagione: Nandez applaude il direttore di gara Abbattista dopo un giallo rimediato per fallo in attacco, rosso seguito da una pacca sulle spalle del fischietto: due giornate di squalifica.

Da notare come Nico Gonzalez, a differenza dei protagonisti degli episodi citati, sia stato espulso a seguito di una doppia ammonizione, elemento che potrebbe indurre all'ottimismo. D'altra parte la platealità del gesto del numero 22 viola costituisce un'aggravante non di poco conto che, globalmente, fa pensare ai due turni di squalifica come rischio piuttosto concreto. Non resta che aspettare le decisioni del Giudice Sportivo, attese nelle prossime ore. Ed eventualmente il possibile ricorso della Fiorentina. Sperando che non ce ne sia bisogno.

 Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images
tutte le notizie di